Pitesti: azzurrini ai piedi del podio

Pitesti: azzurrini ai piedi del podio

Si fermano ai piedi del podio gli azzurrini impegnati a Pitesti nella seconda giornata dell’European Cup Cadetti rumena. Dopo i bronzi di Andrea Carlino e Alessia Ritieni, i piazzamenti migliori di oggi sono stati i quinti posti di Leonardo Casaglia e di Emanuele Buzzacarin. Leonardo, dopo un percorso lineare che l’ha visto dominare il russo [...]

Pubblicato da AC il 28 apr 2014 in Monza

Si fermano ai piedi del podio gli azzurrini impegnati a Pitesti nella seconda giornata dell’European Cup Cadetti rumena.

Dopo i bronzi di Andrea Carlino e Alessia Ritieni, i piazzamenti migliori di oggi sono stati i quinti posti di Leonardo Casaglia e di Emanuele Buzzacarin.

Leonardo, dopo un percorso lineare che l’ha visto dominare il russo Gromilov, il turco Poyraz, il serbo Nerandzic, è stato fermato d una sanzione di scarto nell’incontro di semifinale con l’ungherese Gabor Sarhegyi. Per lui purtroppo fatale anche la finalina per il bronzo, in cui non è riuscito a trovare l’alchimia migliore per fermare il padrone di casa Teodor Baldean.

Analogo anche il percorso di Emanuele che ha inanellato due vittorie con il montenegrino Jankovic e con il Cirkovic prima della battuta d’arresto in semifinale, di fronte al tedesco Falk PEterskila che l’ha sorpreso con un ippon inappelabile. Anche per lui fatale la finalina per il bronzo in cui ad avere la meglio purtroppo è stato il polacco Pawel Borowski

Quinto nei 90 kg anche il lombardo Otto Imala, in gara per l’estonia.

“Oggi poteva andare meglio” ha commentato dalla Romania il maestro Nicola Moraci  “non abbiamo raccolto medaglie ed i due quinti posti, con un po’ di determinazione e di esperienza in più si potranno trasformare in risultati migliori. Queste gare d’altronde servono sia agli atleti che a noi per tastare il terreno in vista degli appuntamenti della nazionale: in base alle prestazioni dei cadetti che hanno partecipato ai tornei di Coppa Europa la commissione attività giovanile stilerà l’elenco degli atleti convocati per la gara di Teplice, che rimane comunque aperta anche ai club.”

Clicca qui per i risultati


Commenta con Facebook

commenti