Oberwart: Di Guida vale il quarto bronzo azzurro

Oberwart: Di Guida vale il quarto bronzo azzurro

Dopo i 3 bronzi archiviati nella prima giornata, la rappresentativa azzurra infila il quarto bronzo con Domenico Di Guida nella categoria dei 90 kg. Il colpo di coda della Georgia (2 ori, 1 argento, 1 bronzo) non spodesta l’Azerbaijan dalla vetta. Italia decima nel medagliere.

Pubblicato da F.Massardo il 18 feb 2018 in Genova

Giornata avara di emozioni per gli azzurri nell’European Open di Oberwart, Austria. Il solo Domenico Di Guida strappa un bronzo nei 90 kg, categoria in cui Andrea Fusco si classifica quinto.

A seguire la cronaca della seconda giornata.

81 kg

Erano quattro gli azzurri in questa categoria. Massimiliano Carollo viene sconfitto al primo turno dal tedesco Ressel, poi terzo. Stesso destino per Ermes Tosolini. Va un po’ meglio a Luca Guarino e Salvatore Darco, che superano il primo turno, ma devono arrendersi al secondo.

1- Chouchi (BEL)

2- Chilard (FRA)

3- Ressel (GER); Gomes Tavares (FRA)

90 kg

Cinque atleti azzurri in gara. Raffaele D’Alessandro e Federico Rollo non superano il primo incontro, mentre Lorenzo Rigano, Domenico Di Guida e Andrea Fusco hanno un cammino simile: tutti e tre gli azzurri procedono spediti sino ai quarti, salvo poi venire sconfitti alla soglia della semifinale. Nei recuperi lo stesso Fusco supera Rigano, ma si arrende nella finalina all’azero Dadashov, mentre Di Guida supera il russo Zhambekov ed il georgiano Papunashvili, classificandosi terzo.

1- Mashiyama (JAP)

2- Marchitan (UAE)

3- Di Guida (ITA); Dadashov (AZE)

100 kg

Tre azzurri in gara. Davide Pozzi non supera il primo turno, mentre Federico Cavanna si ferma al secondo incontro disputato. Va meglio a Luca Ardizio, che supera nei preliminari lo svedese Mattsson e il rumeno Matei, viene superato nei quarti dal georgiano Saneblidze, poi vincitore,e cede nei recuperi all’olandese Ansah. Settimo posto per lui.

1- Saneblidze (GEO)

2- Herbst (GER)

3- Ozbetelashvili (GEO); Ansah (NED)

+100 kg

Due azzurri in categoria. Tiziano Di Federico supera lo sloveno Marinic, ma viene fermato dal giapponese Kagawa, mentre Vincenzo D’Arco accede ai quarti superando l’austriaco Kronberger e il quotato azero Kokauri, salvo poi cedere in fila al georgiano Bughadze ed al russo Bobikov.

1- Bukhadze (GEO)

2- Kavtaradze (GEO)

3- Heinle (GER); Kagawa (JAP)


Commenta con Facebook

commenti