Mondiali 2018: Bilodid nella storia, Takato fa il bis

Mondiali 2018: Bilodid nella storia, Takato fa il bis

Iniziano col botto i Campionati del Mondo di Baku 2018. In questa prima giornata, che vedeva in gara le cat. -48 kg e -60 kg, si registra un record e un bis.
Il record è quello dell’ucraina Daria BILODID, che vincendo a 17 anni la medaglia d’oro nella cat. -48 Kg, diventa la più giovane campionessa del mondo nella storia del judo, sopravanzando la giapponese Ryoko Tani “Tamura” che vinse il suo primo mondiale a 18 anni nel 1993. Il bis è quello del giapponese Naohisa TAKATO che con il titolo conquistato oggi, bissa quello vinto a Budapest nel 2017 portando a 3 i titoli mondiali vinti.

Per i nostri atleti in gara sconfitte al primo turno per Andrea Carlino e Francesca Milani

Pubblicato da A. Cau il 20 set 2018 in Iglesias

Iniziano col botto i Campionati del Mondo di Baku 2018. In questa prima giornata, che vedeva in gara le cat. -48 kg e -60 kg, si registra un record e un bis.
Il record è quello dell’ucraina Daria BILODID, che vincendo a 17 anni la medaglia d’oro nella cat. -48 Kg, diventa la più giovane campionessa del mondo nella storia del judo, sopravanzando la giapponese Ryoko Tani “Tamura” che vinse il suo primo mondiale a 18 anni nel 1993. Il bis è quello del giapponese Naohisa TAKATO che con il titolo conquistato oggi, bissa quello vinto a Budapest nel 2017 portando a 3 i titoli mondiali vinti.

Gli italiani in gara. Andrea CARLINO (-60), al suo esordio mondiale tra i senior, cede al primo incontro all’ecuadoregno Lenin Preciado, mentre Francesca MILANI (-48) è anche lei sconfitta la primo incontro  dalla cinese Yao XIONG.

Cat. -48 Kg
Il final block del pomeriggio dopo le eliminatorie del mattino vedeva in gara per la corsa alle medaglie tutte le favorite della vigilia.
Le due semifinali vedono fronteggiarsi Urantsetseg MUNKHBAT e Tonaki FUNA con vincente la giapponese campionessa uscunte, e Paula PARETO e Daria BILODID nella seconda, con vincete l’Ucraina.
Nella finalissima è Daria BILODID ad avere la meglio sull’atleta giapponese Tonaki FUNA.
Le medaglie di bronzo vanno all’argentina Paula PARETO (vincente sulla portoghese Catarina COSTA) e alla kazaka Otgontsetseg GALBADRAKH (vincente sulla mongola Urantsetseg MUNKHBAT).

Cat. -60 Kg
Derby giapponese nella prima semifinale dove Naohisa TAKATO ha la meglio su Ryuju NAGAYAMA; mentre nella seconda il russo Robert MSHVIDOBAZDE sconfigge il georgiano Amiran PAPINASHVILI.
Nella finalissima è Naohisa TAKATO a conquistare la medaglia d’oro e il suo secondo titolo mondiale consecutivo.
Le medaglie di bronzo sono per l’altro giapponese Ryuju NAGAYAMA (vincente sul sud coreano Harim LEE) e del georgiano Amiran PAPINASHVILI (vincente sull’azero Karamat HUSEYNOV).

Domani in gara le cat. -52 e -66 Kg e per l’Italia saliranno sul tatami Odette Giuffrida e Matteo Medves.


Commenta con Facebook

commenti