Praga e Varsavia: l’Italia c’è!

Praga e Varsavia: l’Italia c’è!

Un argento, un bronzo ed un quinto posto sono il bottino della seconda giornata di gara per gli azzurri impegnati sul doppio fonte di Varsavia e Praga. La migliore in campo di oggi è stata Elisa Marchiò, arrivata ad un passo dalla medaglia d’oro nei massimi dell’Open polacco. La possente triestina s’è imposta con tre [...]

Pubblicato da AC il 2 mar 2014 in Monza

Un argento, un bronzo ed un quinto posto sono il bottino della seconda giornata di gara per gli azzurri impegnati sul doppio fonte di Varsavia e Praga.

La migliore in campo di oggi è stata Elisa Marchiò, arrivata ad un passo dalla medaglia d’oro nei massimi dell’Open polacco. La possente triestina s’è imposta con tre vittorie sulla polacca Rozga, sulla lituana Jablonskyte e sulla bielorussa Slutskaya prima di incontrare il colosso mongolo Odkhuu Javzmaa che per un soffio le ha strappato il primo gradino del podio. Ottima la sua performance che le consente di accumulare preziosi punti per scalare la Ranking List Internazionale.

Sul fronte ceco grande giornata per Giovanni Carollo, bronzo negli 81 kg. Quattro incontri in grande stile per l’azzurro che in apertura s’è imposto di misura sul padrone di casa Jiri Sana per eliminare di ippon l’ungehrese Szabolcs, lo sloveno Cetic ed il polacco Blach. Fatale per Giovanni la semifinale con il montenegrino Srdjan Mrvaljevic ma per il portoghese Diogo Lima non c’è stato nulla da fare nell’incontro per la medaglia di bronzo. Dopo i primi appuntamenti internazionali in sordina, anche per Giovanni arriva una medaglia frutto di lavoro e grande determinazione.

Quinta piazza nella stessa categoria, per Matteo Marconcini: protagonista di quattro ottimi incontri in cui ha sbaragliato per ippon l’ungherese Koller,  il senegalese Diawara, il mongolo Gan ed il portoghese Lima, Matteo non è riuscito ad imporsi nella semifinale con l’ungherese Csoknyai e si è visto sfuggire di misura la medaglia nella finalina con il polacco Balch.

Buona partenza per Massimiliano Carollo che dopo due ottimi incontri è stata fermato al terzo turno dal ceco Musil. Giornata no per Luca Poeta, Nicolas Mungai, Luca Ardizio e Linda Politi.

Prima su quaranta nazioni partecipanti, l’Italia maschile impegnata in Repubblica Ceca ha conquistato il medagliere con un oro, due bronzi e due quinti posti, precedendo sul podio Kazakhstan e Belgio.

“Quella di oggi è stata la degna continuazione di ieri” ha commentato con soddisfazione il DTN Raffaele Toniolo “Un argento con Elisa, il bronzo di Giovanni ed il quinto posto di Matteo confermano una linea positiva. Godiamoci anche il primo posto nel medagliere di Praga: entrambe gli open hanno visto sette vincitori diversi in ogni categoria, quello che nel nostro caso ha fatto la differenza è stata la squadra: avanti così! Sono contento di come i judoka italiani stiano lavorando in questa prima parte dell’anno: ora dovremo prepararci bene per gli ultimi due week-end di Marzo quando saremo impegnati nei Grand Prix di Tiblisi e Samsun.”

Clicca qui per le classifiche:               Praga                               Varsavia


Commenta con Facebook

commenti