Eurocadetti 2014: la vigilia!

Eurocadetti 2014: la vigilia!

Sono partiti questa mattina alla volta della capitale greca i diciassette azzurrini che rappresenteranno l’Italia ai Campionati Europei Cadetti 2014. La manifestazione regina di quest’anno, che a differenza del precedente non prevede altri appuntamenti internazionali di alto livello per gli under 18, è la prima a sperimentare il tanto atteso “dietrofront” sul recupero ai quarti [...]

Pubblicato da AC il 3 lug 2014 in Monza

Sono partiti questa mattina alla volta della capitale greca i diciassette azzurrini che rappresenteranno l’Italia ai Campionati Europei Cadetti 2014. La manifestazione regina di quest’anno, che a differenza del precedente non prevede altri appuntamenti internazionali di alto livello per gli under 18, è la prima a sperimentare il tanto atteso “dietrofront” sul recupero ai quarti che proprio da Atene torna ad essere un recupero doppio: statistiche alla mano, è stato evidente che i tempi di gara non sono appesantiti da un sistema di recupero che per contro garantisce migliori possibilità agli atleti.

In base all’attività nazionale ed internazionale 2014, il tridente composto da Nicola Moraci, Laura Di Toma e Sandro Piccirillo ha selezionato dieci ragazzi e sette ragazze, che a partire da domani si daranno battaglia sul tatami dell’Olympic Sport Center Ano Liosia di Atene.

Andrea Carlino sarà il titolare dei 50 kg: già finalista ai mondiali di Miami 2014, Andrea quest’anno ha conquistato tre medaglie di bronzo nel World Tour (Teplice, Pitesti, Coimbra).

I 55 kg saranno rappresentati dal talentuoso Manuel Lombardo pronto a cercare il riscatto di Tallin 2013: l’estroso torinese, interprete di una doppietta d’oro ai campionati nazionali cadetti e junior, ha conquistato un oro e due bronzi nel World Tour under 18 che gli sono valsi il numero tre tra le teste di serie continentali; nella stessa categoria sarà Fabrizio Magozzi la new entry capace di stupire, dopo un ottima stagione che gli ha regalato un bronzo nell’European Cup di Coimbra. Purtroppo fuori rosa il folletto di furci Angelo Pantano, campione europeo in carica dei 50 kg,  che ha subito un intervento lo scorso giugno.

Dopo un feroce battaglia sui tatami di mezz’Europa, ad ottenere la convocazione nei 60 kg è stato il duo partenopeo formato da Mario Petrosino e Giovanni Esposito: tre bronzi in Coppa Europa per il primo (Zagabria, Teplice, Coimbra) , uno per il secondo (vincitore però del titolo italiano under 18) saranno il biglietto da visita dei due giovanissimi in azzurro. Anche Mario partirà come testa di serie, al numero otto della ranking europea.

Gabriele Sulli, sarà invece il titolare dei 66 kg: per il campione italiano in carica, quest’anno è arrivato un argento nella tappa polacca ed un quinto posto di spessore in quella ceca; col numero sei della Ranking continentale, anche Gabriele partirà come testa di serie.

Leonardo Casaglia e Andrea Dal Zennaro terranno alto il nome dei 73 kg dopo una stagione in cui hanno dimostrato una crescita sportiva di spessore, che se non li ha portati sul podio del circuito continentale, ha convinto il tridente nazionale in vista dell’appuntamento più importante.

Convocazione last-minute per Gaetano Palumbo, in virtù dello vittoria ottenuta alla Dynamic Cup dello scorso giugno. Al giovane napoletano i10269057_10202003674588640_8378733024445659344_ol compito di stupire sul tatami, quietando le diffuse perplessità su una selezione dai criteri poco chiari.

Al colosso emiliano Alessandro Graziano il compito di rappresentare i supermassimi: il suo biglietto da visita sono una medaglia d’oro nell’European Cup di Coimbra ed un argento a Zagabria che gli hanno assicurato il secondo posto nella Ranking mondiale e continentale, valevole domenica per una partenza tra le teste di serie.

Michela Fiorini, due volte campionessa italiana 2014 (cadetti e junior) è la titolare indiscussa dei 44 kg: con due ori e un bronzo nel world tour, la torinese è la meglio titolata 2014 dellla squadra azzurra, nonché l’attuale numero uno della Ranking Mondiale.

I 48 kg sranno invece di Alessia Ritieni e Simona Pollera: le due romane, interpretando alla grande l’attività internazionale 2014, hanno conquistato rispettivamente due e un bronzo nel tour continentale under 18. Alessia partirà come quinta testa di serie.

Nadia Simeoli vestirà d’azzurro nei 57 kg, forte della medaglia di bronzo nell’European Cup di Zagabria dove ha stupito tutti con un’ottima performance.

Sarà invece la campionessa italiana dei 63 kg Chiara Lisoni, la titolare dei 63 kg: Chiara tenterà il riscatto di un anno difficile in Coppa Europa in categoria fin’ora davvero ostica sulla piazza internazionale.

Sarà infine la veterana Soraya Luri Meret a difendere i 70 kg: già ai piedi del podio all’europeo di Bar (MNE) 2012, la friulana ha conquistato un argento e un bronzo nel tour centinatale 2014, assicurandosi il settimo posto della ranking continentale e quindi la partenza come testa di serie; con lei la new entry Ilaria Qualizza, che è stata capace di spuntare un grande bronzo nell’ardua Teplice.

In gara anche due atleti italiani che in virtu della doppia cittadinanza gareggeranno coi colori di un’altra nazionale: Razvan Adrian Ciolan rappresenterà la romania nei 66 kg, Imala Otto combatterà invece per l’Estonia nei 90 kg.

Sul tatami dell’europeo anche l’arbitro Roberta Chyurlia.

Le gare inizieranno domani, venerdì 4 luglio alle 10.30 con i pesi leggeri ( -40/-44/-48kg; -50/-55/-60kg) seguiranno le categorie intermedie nella giornata di sabato (-52/-57/-63kg; -66/-73kg) e quindi i colossi si batteranno domenica, nella giornata di chiusura (70/+70kg; -81/-90/+90kg).

 

 

Clicca qui pr il sorteggio

 

20140703-175150-64310883.jpg


  1. bear says:

    In primo luogo, un forte in bocca al lupo a tutti i ragazzi che certamente onoreranno al meglio la maglia azzurra che sono la nostra forza del domani.
    Vorrei, ancor prima di vedere i risultai, con tutto il cuore mi auguro siano strepitosi, dire una cosa. siamo nelle mani di persone approssimative e dannose per il ns movimento, hanno letteralmente spaccato le gambe ai nostri atleti giù a lipari con lavori assurdi, tanto da “imballare” le gambe dei ragazzi e qualcuno ha anche la pubalgia. Detto questo riformulo i sinceri auguri alla squadra con la speranza che siano affidati a tecnici capaci perchè i talenti vanno curati e non distrutti.

Commenta con Facebook

commenti