CNU del Molise: CUS Napoli protagonista. Il commento del DT Massimo Sulli

CNU del Molise: CUS Napoli protagonista. Il commento del DT Massimo Sulli

Sotto gli occhi del Direttore Tecnico Nazionale delle squadre universitarie, il M. Massimo Sulli, si sono laureati campioni italiani universitari del 2018 i seguenti atleti: Alessio Di Clemente (60), Francesco Nasti (66), Davide Ripandelli (73), Donnino Rastelli (81), Salvatore D’Arco (90), Daniele Sciabola (100), Nicola Becchetti (+100), Elisa Adrasti (48), Giulia Fent (52), Samanta Fiandino (57), Marta Palombini (63), Magdalena Solitro (70), Valeria Ferrari (78) e Debora Sala (+78).

Pubblicato da Ennebi il 21 mag 2018 in Barcellona, ESP

A distanza di 8 anni, i Campionati Nazionali Universitari tornano a Campobasso, organizzati da Unimol e CUS Molise, registrando la partecipazione di 156 atleti. Un numero importante che con molta probabilità è destinato a salire il prossimo anno, visto che i CNU saranno validi per l’accesso alle Universiadi 2019, che verranno ospitate nella città di Napoli, così come ha confermato lo stesso Direttore Tecnico delle squadre universitarie, Massimo Sulli (si veda commento in seguito).

La giornata di sabato 19 maggio è stata dedicata alle categorie maschili, dominate dal CUS Napoli, con 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi. Alle sue spalle troviamo in ordine il CUS Camerino con 2 ori ed 1 medaglia d’argento ed il CUS Parma con 1 oro ed 1 bronzo.

Nella giornata di domenica 20 maggio è invece il CUS Bologna ad imporsi tra le categorie femminili con 1 oro ed 1 argento. Al CUS Torino basta una sola medaglia d’oro per piazzarsi in seconda posizione, mentre ancora una volta il CUS Parma chiude in terza piazza, con 1 argento ed 1 bronzo.

Come di consueto, domenica è stata la giornata dedicata alla gara a squadre per il judo maschile, che ha visto 7 team darsi battaglia sul tatami campobassano. Il CUS Napoli torna protagonista e nella finalissima per il primo posto supera per 4 ad 1 il CUS Milano, che perde l’occasione di conquistare il secondo oro nel proprio palmares per quanto riguarda la gara a squadre proprio nel luogo dove avevano conquistato la storica medaglia d’oro nel 2010.

I Campionati Nazionali Universitari rappresentano una competizione importante perché celebrano quegli atleti che si impegnano non solo nello sport ma anche nello studio, sempre che lo si faccia seriamente e non solo come pretesto per fare una gara in più.

Lo conferma il Direttore Tecnico Nazionale delle squadre universitarie, Massimo Sulli, il quale, avvicinato da Italiajudo, dichiara: “I numeri di quest’anno sono stati buoni per quanto riguarda l’attività universitaria. Alcune categorie sono state interessanti dal punto di vista del livello di judo espresso e ciò vale sia in ambito maschile che femminile. Pertanto posso ritenermi soddisfatto. Tuttavia, mi aspetto un incremento sostanziale del numero di partecipanti il prossimo anno, visto che ancora una volta sarà obbligatorio prendere parte ai CNU (ndr non per forza vincerli) per essere selezionati nella squadra nazionale universitaria che prenderà parte alle Universiadi di Napoli. Questo obbligo è ormai una prassi dal 2015, da quando sono il responsabile delle squadre universitarie. Ci tengo a precisare due cose. Da un lato, il fatto che i primi due classificati a Campobasso prenderanno parte ad almeno un collegiale in nazionale; dall’altro lato, ho richiesto che alle Universiadi 2019 di Napoli la squadra azzurra di judo possa essere composta da un totale di 14 atleti, al posto degli 8 che ci hanno assegnato nelle ultime edizioni. Ciò mi sembra doveroso al fine di innalzare il numero di partecipanti del movimento universitario e dare degli stimoli giusti a degli atleti che si impegnano non solo nello sport ma anche nello studio, rappresentando un esempio da elevare a modello. Nel futuro mi piacerebbe anche costituire una squadra nazionale che possa prendere parte ai Giochi Europei Universitari, che è una gara aperta alla libera partecipazione dei CUS d’Europa. Lavorerò per trovare il giusto supporto affinché si trovino le risorse necessarie per proseguire in tal senso. Non posso promettere di riuscirci, ma prometto di impegnarmi in questa direzione”. 

Risultati completi e tabelloni dei Campionati Italiani Universitari Campobasso 2018

Maggiori informazioni sui Giochi Europei 2018 si possono trovare sui siti www.eusa.eu e www.eug2018.com. Le iscrizioni chiudono il 1 giugno.


  1. dr.pietro mellone says:

    “Atleti che si impegnano non solo nello sport ma anche nello studio”…ma di quale competizione state parlando? ci sono atleti che non sanno neanche a quale Universita’ siano iscritti tantomeno quale facolta’ frequentino! Penso che cio’ non interessi a nessuno perché altrimenti basterebbe davvero poco per smascherare il” giochetto”!Chi studia davvero fa bene a non partecipare.GRANDE MERITO INVECE A CHI E’UNIVERSITARIO TUTTO L’ANNO e non solo il giorno della gara.

    • Ennebi - Amministratore says:

      A causa dei furbi – che ci sono, lo sappiamo tutti, e sappiamo anche che non sono pochi – non possiamo penalizzare una intera categoria o “discriminare” una competizione come i CNU. Ci sono persone che hanno preso la medaglia d’oro e sono degli universitari veri tutto l’anno. In questo caso specifico, generalizzare può essere fuorviante e non rispettoso di quegli atleti-studenti (veri) che hanno preso parte alla competizione di Campobasso lo scorso week-end. Dunque, non e’ vero che uno studente vero non partecipa ai Campionati Universitari. E se proprio devo essere sincero trovo davvero “misero” – per usare un eufemismo – l’invito rivolto a chi studia a non partecipare ai CNU.

Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>