Alice Bellandi tra le 5 migliori promesse femminili del 2018

Alice Bellandi tra le 5 migliori promesse femminili del 2018

Uno dei più noti siti di judo a livello mondiale, il celebre JudoInside.com, ha inserito la judoka bresciana Alice Bellandi tra le 5 migliori promesse del judo femminile per l’anno 2018. Non poteva essere altrimenti visto che Alice ha conquistato in un solo anno il campionato d’Europa Juniores ed il Campionato del Mondo Juniores, dimostrando una netta supremazia sulle avversarie.

Pubblicato da Ennebi il 16 gen 2019 in Barcellona, ESP

La classifica definita da JudoInside.com, che ha esaminato atleti nati dal 1998 in poi, vede piazzarsi al primo posto l’atleta ucraina Daria Bilodid. Nel 2018 Daria Bilodid ha conquistato il titolo del mondo assoluto divenendo la più giovane medaglia d’oro iridata di sempre. Un mese più tardi ha conquistato il titolo mondiale juniores alle Bahamas. È rimasta imbattuta per tutto l’anno 2018. È anche l’unica atleta ad essere riuscita a vincere il titolo continentale cadetti e juniores nello stesso anno (2016). Non possiamo che convenire con JudoInside.com che la definisce la migliore atleta del pianeta. Al secondo posto troviamo la giapponese Uta Abe che nel 2018 ha conquistato il titolo del mondo lo stesso giorno del proprio fratello Hifumi. Già vincitrice del titolo mondiale juniores nell’anno precedente, ha vinto lo scorso anno il Grande Slam di Parigi. L’atleta serba Andrea Stojadinov occupa la terza piazza: classe 2000, ha conquistato lo scorso anno il titolo europeo U23 e la medaglia di bronzo ai campionati del mondo juniores. La kosovara Loriana Kuka non solo si è imposta nella classe juniores ma anche tra i senior, conquistando due Grand Prix a Tashkent ed Antalya. Tali risultati hanno spinto JudoInside.com ad inserirla nella quinta posizione delle migliori promesse del 2018, mentre la quarta piazza è occupata da Alice Bellandi, celebrata dall’autore dell’articolo con le seguenti parole: “Alice Bellandi ha trovato una connessione anche nella classe senior, dove ha conquistato la medaglia d’argento all’European Open di Madrid. La sua confidenza e la sua pericolosità si svilupperanno ancora di più nel corso dell’anno 2019″.  

JudoInside.com cita anche gli azzurri Manuel Lombardo e Christian Parlati per la propria vittoria ai Campionati del Mondo Juniores, tuttavia non li inserisce tra le 5 migliori promesse del 2018 in ambito maschile, dove troviamo il russo peso massimo Inal Tasoev, vincitore del Grande Slam di Abu Dhabi in una strepitosa finale conclusa in 4 secondi contro Lukas Krpalek; il due volte vice campione del mondo juniores, l’austriaco Stephan Hegyi; il gerogiano Gela Zaalishvili che si è imposto sia ai Campionati d’Europa Juniores sia ai Campionati del Mondo Juniores; il turco Bilal Ciloglu campione del mondo U21 alle Bahamas nel corso del 2018; ed infine l’azero Zelim Kotsoiev che ha vinto nel 2018 il Grand Prix di Antalya e si è piazzato al terzo posto ai campionati d’Europa assoluti.

Con molta probabilità vedremo Alice Bellandi al Grande Slam di Parigi in programma il 9 e 10 di febbraio 2019. Ci auguriamo che anche i giovani azzurri Manuel Lombardo e Christian Parlati calpestino il prestigioso tatami parigino. Del resto, il primo posto ai Campionati Mondiali Juniores rappresenta un risultato valido per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo e pertanto dovrebbe aprire la strada ad un percorso che porti i tre giovani talenti azzurri a competere per le qualificazioni olimpiche nelle più importanti competizioni al mondo. Al momento Alice Bellandi è  la numero 32 al mondo, Manuel Lombardo è il numero 37 mentre Christian Parlati si trova al 45º posto e sarebbe un peccato non sfruttare un vantaggio del genere in prospettiva di Tokyo 2020.

 


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply