News

Judo Educazione: La figura di Cesare Barioli

Pubblicato da Claudio il 6 dic 2017 in Varese

Cari lettori di Italiajudo, ben ritrovati anche questa...

Assegnati gli ultimi quattro Tricolori Esordienti B Femminili

Pubblicato da Ennebi il 3 dic 2017 in Barcellona, ESP

Dopo le quattro categorie disputate nella prima parte della...

Assegnati i primi quattro titoli italiani Esordienti B Femminili

Pubblicato da Ennebi il 3 dic 2017 in Ostia

Presso il Pala FIJLKAM di Ostia in occasione della seconda...

Conclusa la seconda parte del Campionato Italiano U15 Maschile

Pubblicato da Ennebi il 2 dic 2017 in Ostia

Si conclude anche la seconda ed ultima parte del Campionato...

En-Plein Giappone nella prima giornata del Grand Slam di Tokyo 2017

Pubblicato da A. Cau il 2 dic 2017 in Iglesias

Prima giornata del Grand Slam di Tokyo 2017 ed en-plein del...

Conclusa la prima parte del Campionato Italiano Esordienti B Maschile

Pubblicato da Ennebi il 2 dic 2017 in Ostia

Si è appena conclusa presso il Pala FIJLKAM di Ostia la...

Judo Educazione: il risultato

Pubblicato da Claudio Zanesco il 29 nov 2017 in Varese

Ben ritrovati! Torno a parlare di Judo Educazione o...

Diario di una judoka italiana a Parigi – Parte II

Pubblicato da Myriam Auteri il 26 nov 2017 in Parigi, FRA

Bentrovati. Dopo avervi parlato di come è iniziata la mia...

Forse non sapevi che ...

ll Judo è un’ arte marziale che nasce in Giappone nel 1882. Il suo fondatore Jigoro Kano credeva fermamente che questo sport facilitasse nell’individuo la presa di coscienza del suo corpo e delle sue infinite possibilità con un conseguente sviluppo del concetto di spazio e dell'orientamento. Allo stesso modo degli scacchi e dei giochi di carte come il poker, questa arte di combattimento era ben conosciuta per stimolare la concentrazione mentale ed il coordinamento psicofisico. Anche tradotto come “via della gentilezza”, Il judo è divenuto ufficialmente disciplina olimpica nel 1964 in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.

Risultati

Commenti

  • Pubblicato in: Milani, Forciniti, Lo Giudice, Gwend, Paissoni, Stangherlin, Calagreti sul tetto d'Italia
    Vista quasi tutta la gara in streaming, (ottimo), come sempre all'inizio l'impressione è negativa, forza, tattica, dopo però emergono le belle personalità e gli incontri diventano piacevoli, impressionante Rosalba Forciniti, judoka di un'altra epoca che rientra in gara non si preoccupa minimamente delle regole arbitrali e infila tutte le pretendenti al titolo, veramente impressionante contando la categoria 52 kg, i figli, e tutto il resto, d'altronde Jigoro Kano aveva scritto un libro, " la mente sopra i muscoli" , un po di amarezza in quanto questo dimostra che comunque il livello medio nazionale non è elevatissimo se confrontato con i Topo internazionali

    Scritto da: Claudio Zanesco il 2018-01-29 11:27:10

  • Pubblicato in: PAF 2018: Il nuovo regolamento per la classe Master
    Sono gli effetti della legge Fornero che rimanda il pensionamento perché alla fine la qualità della vita e il suo allungamento permette anche il Campionato Italiano per persone adulte, in compenso del calo delle nascite non ci si occupa per niente. di questo passo avremo per un certo periodo un incremento di pensionati in gara, poi fra 10 anni non avremo più ne pensionati ne giovani. Pazienza, sarò fuori dal mondo!!

    Scritto da: claudio zanesco il 2018-01-24 08:40:24

  • Pubblicato in: Diario di una judoka italiana a Parigi - Parte II
    Ahahah però, cosa aggiungere o dire, complimenti

    Scritto da: Claudio Zanesco il 2017-11-27 13:28:23

  • Pubblicato in: Diario di una judoka italiana a Parigi - Parte II
    Molto bello ed interessante. Complimenti

    Scritto da: Fabio il 2017-11-27 12:46:33

  • Pubblicato in: Introduzione: Judo Educazione
    Mi piace. In tempi di comunicazione social posso iniziare con questa breve affermazione. Mi piace. Mi piace che a parlarne sia uno come te Claudio, uno di noi, uno che non ha bisogno di blasoni sportivi per esprimere sempre la propria opinione, spesso con arguzia ma mai offensivo. Mi auguro davvero che questa rubrica abbia il seguito che merita. Buon lavoro

    Scritto da: Vittorio Serenelli il 2017-11-22 23:36:30