News

Intervista a Matteo Medves: “Voglio Tokyo 2020″”

Pubblicato da A. Cau il 11 mag 2018 in Iglesias

Ciao Matteo, benvenuto sulle pagine di...

Alla scoperta dei valori del Samurai e sua eredità ai giorni nostri

Pubblicato da Mattia Lecchi il 10 mag 2018 in Bergamo

I volti dei Samurai: un evento unico che ha ricevuto non...

Preparazione Mentale: i benefici per i judoka – Parte VIII

Pubblicato da Cristina Piccin il 9 mag 2018 in Parigi

Ben ritrovati ancora una volta lettori di Italiajudo. La...

In Romania altri 2 ori con Esposito e Simonetti. Terza Caleo

Pubblicato da Ennebi il 7 mag 2018 in Barcellona, ESP

Altre tre medaglie in ambito femminile rafforzano la prima...

EC Sarajevo: bronzo per Fascinato, Piras termina quinto

Pubblicato da F.Massardo il 6 mag 2018 in Genova

Termina oggi la tappa del circuito europeo di Sarajevo...

Drago e Toniolo d’oro in Romania. Con 4 medaglie, Italia prima nel medagliere

Pubblicato da Ennebi il 5 mag 2018 in Barcellona, ESP

Silvia Giuseppa Drago e Veronica Toniolo si piazzano al...

EC Sarajevo: Alessandra Prosdocimo trionfa in Bosnia, Ardizio e Stangherlin d’argento

Pubblicato da F.Massardo il 5 mag 2018 in Genova

Si è da poco conclusa la prima giornata di gara sui tatami...

Quale futuro per il “Città di Roma”?

Pubblicato da Ennebi il 3 mag 2018 in Ostia, RM

Il 17 e 18 febbraio 2018 si è svolta presso il Pala...

Forse non sapevi che ...

ll Judo è un’ arte marziale che nasce in Giappone nel 1882. Il suo fondatore Jigoro Kano credeva fermamente che questo sport facilitasse nell’individuo la presa di coscienza del suo corpo e delle sue infinite possibilità con un conseguente sviluppo del concetto di spazio e dell'orientamento. Allo stesso modo degli scacchi e dei giochi di carte come il poker, questa arte di combattimento era ben conosciuta per stimolare la concentrazione mentale ed il coordinamento psicofisico. Anche tradotto come “via della gentilezza”, Il judo è divenuto ufficialmente disciplina olimpica nel 1964 in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.

Risultati

Commenti

  • Pubblicato in: CNU del Molise: CUS Napoli protagonista. Il commento del DT Massimo Sulli
    A causa dei furbi - che ci sono, lo sappiamo tutti, e sappiamo anche che non sono pochi - non possiamo penalizzare una intera categoria o "discriminare" una competizione come i CNU. Ci sono persone che hanno preso la medaglia d'oro e sono degli universitari veri tutto l'anno. In questo caso specifico, generalizzare può essere fuorviante e non rispettoso di quegli atleti-studenti (veri) che hanno preso parte alla competizione di Campobasso lo scorso week-end. Dunque, non e' vero che uno studente vero non partecipa ai Campionati Universitari. E se proprio devo essere sincero trovo davvero "misero" - per usare un eufemismo - l'invito rivolto a chi studia a non partecipare ai CNU.

    Scritto da: Ennebi - Amministratore il 2018-05-23 18:07:46

  • Pubblicato in: CNU del Molise: CUS Napoli protagonista. Il commento del DT Massimo Sulli
    "Atleti che si impegnano non solo nello sport ma anche nello studio"...ma di quale competizione state parlando? ci sono atleti che non sanno neanche a quale Universita' siano iscritti tantomeno quale facolta' frequentino! Penso che cio' non interessi a nessuno perché altrimenti basterebbe davvero poco per smascherare il" giochetto"!Chi studia davvero fa bene a non partecipare.GRANDE MERITO INVECE A CHI E'UNIVERSITARIO TUTTO L'ANNO e non solo il giorno della gara.

    Scritto da: dr.pietro mellone il 2018-05-23 17:52:02

  • Pubblicato in: Anteprima GP Antalya: 5 azzurre di loro iniziativa in terra turca
    Bravissime, volenterose, di tasca loro si impegnano per i loro sogni, ma ho come la sensazione che la Grande Madre abbia perso un po di vista il bene dei suoi figli, forse il figliol prodigo avrà i maggiori benefici rispetto a colui che lavora tutti i giorni sui campi

    Scritto da: Claudio Zanesco il 2018-04-06 09:06:43

  • Pubblicato in: Preparazione Mentale: i benefici per i judoka
    Nel nostro club abbiamo iniziato da poco , casulamente con un genitore abilitato al coaching, devo dire che è stato ben accettato dai ragazzi che ritengono questo "allenamento" utile alle loro performance

    Scritto da: Claudio Zanesco il 2018-03-21 23:54:01

  • Pubblicato in: Milani, Forciniti, Lo Giudice, Gwend, Paissoni, Stangherlin, Calagreti sul tetto d'Italia
    Vista quasi tutta la gara in streaming, (ottimo), come sempre all'inizio l'impressione è negativa, forza, tattica, dopo però emergono le belle personalità e gli incontri diventano piacevoli, impressionante Rosalba Forciniti, judoka di un'altra epoca che rientra in gara non si preoccupa minimamente delle regole arbitrali e infila tutte le pretendenti al titolo, veramente impressionante contando la categoria 52 kg, i figli, e tutto il resto, d'altronde Jigoro Kano aveva scritto un libro, " la mente sopra i muscoli" , un po di amarezza in quanto questo dimostra che comunque il livello medio nazionale non è elevatissimo se confrontato con i Topo internazionali

    Scritto da: Claudio Zanesco il 2018-01-29 11:27:10