News

Antonio Esposito bronzo al Grand Prix di Zagabria 2017

Pubblicato da A. Cau il 30 set 2017 in Iglesias

Seconda giornata del Grand Prix di Zagabria 2017, con 4...

13 azzurri in gara al Grand Prix di Zagabria

Pubblicato da A. Cau il 28 set 2017 in Iglesias

Da venerdì 29 settembre a domenica 1° ottobre, Zagabria...

Intervista al Presidente del CR Sardegna M° Gavino Piredda

Pubblicato da A. Cau il 26 set 2017 in Iglesias

Buongiorno M° Piredda, La ringrazio per aver accettato...

Arai (-70), Aguiar (-78) e Majdov (-90) sono i Re della quinta giornata

Pubblicato da A. Cau il 1 set 2017 in Iglesias

Tre categorie oggi in gara nella quinta giornata del...

Rammarico per Assunta Galeone che si ferma al settimo posto

Pubblicato da Ennebi il 1 set 2017 in Budapest

C’è rammarico per il settimo posto di Assunta...

Il riscatto dell’Europa! Oro a Wieczerzak (81) e Agbegnenou (63)

Pubblicato da A. Cau il 1 set 2017 in Iglesias

In questa quarta giornata del Campionato Mondiale di...

Matteo Marconcini argento iridato: è il terzo italiano nella storia

Pubblicato da Ennebi il 31 ago 2017 in Budapest

Matteo Marconcini, 28 anni di Arezzo, è il vice...

Marconcini agli ottavi con Ungvari. Gwend si ferma al III turno. Esposito subito fuori

Pubblicato da Ennebi il 31 ago 2017 in Budapest

La quarta giornata dei Campionati del Mondo in corso di...

Forse non sapevi che ...

ll Judo è un’ arte marziale che nasce in Giappone nel 1882. Il suo fondatore Jigoro Kano credeva fermamente che questo sport facilitasse nell’individuo la presa di coscienza del suo corpo e delle sue infinite possibilità con un conseguente sviluppo del concetto di spazio e dell'orientamento. Allo stesso modo degli scacchi e dei giochi di carte come il poker, questa arte di combattimento era ben conosciuta per stimolare la concentrazione mentale ed il coordinamento psicofisico. Anche tradotto come “via della gentilezza”, Il judo è divenuto ufficialmente disciplina olimpica nel 1964 in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.

Risultati

Commenti

  • Pubblicato in: Riaprono i corsi: partiamo con il piede giusto
    Carissimo Emilio, apprezzo molto lo stile ed il contenuto della tua esortazione ai Maestri per l’apertura del nuovo anno accademico. Se mi permetti sarei ancora più incisivo. Partiamo da un presupposto: • l’allenatore sportivo prepara al meglio i suoi atleti alla competizione • L’intrattenitore deve divertire e ricreare la propria utenza • L’educatore deve accompagnare in un percorso di crescita mirato il proprio protetto Il Maestro di Judo è spesso un di tutto questo ma, a mio parere, dovrebbe i cuor suo decidere quale di queste azioni è OBIETTIVO e quali invece STRUMENTO. Nel caso l’obiettivo sia il terzo il ruolo del genitore DEVE diventare centrale. Mi spiego, nei primi due casi può essere il bambino al centro della relazione lineare MAESTRO-BAMBINO-GENITORE. Quindi il Maestro deve sostanzialmente soddisfare le esigenze del bambino. Se invece la relazione è MAESTRO-GENITORE-BAMBINO l’interlocutore è necessariamente il genitore con il quale è necessario confrontarsi per illustrare obiettivi educativi e le strategie che verranno utilizzate per raggiungerli. Quindi come vedi concordo a pieno con la tua idea. A presto Vittorio

    Scritto da: Vittorio Serenelli il 2017-09-10 11:40:06

  • Pubblicato in: Intervista a Raffaele Toniolo, Presidente della CNAG
    Ecco,queste cose dovrebbero far parte di una "conferenza stampa" antecedente , al fine di evitare dispersioni di energie che a volte i Social amplificano anche in maniera inesatta

    Scritto da: zanesco claudio il 2017-09-05 00:18:47

  • Pubblicato in: Intervista a Raffaele Toniolo, Presidente della CNAG
    Interessanti interviste in "parallelo". Molte, troppe parole per le giustificazioni di Toniolo. Più semplice e stringente il M° Moraci. Ma la sostanza non cambia. Se si vogliono fare passi in avanti, criteri oggettivi SEMPRE e liberalizzazione completa di tutti i segmenti operanti nel sistema internazionale. Non si può fermare l'evoluzione in atto!

    Scritto da: Antonia il 2017-09-03 18:53:39

  • Pubblicato in: Il presidente dell'IJF premia l'italiana Elisabetta Fratini
    Un grazie dal judo italiano . Ps. Condivido pienamente l'analisi effettuata

    Scritto da: ErminiaZonno il 2017-08-28 00:47:08

  • Pubblicato in: Marius Vizer rieletto Presidente della IJF
    Bom dia meus amigos, grande onore al Pres. M. Vizer per la stragrande visione che sta portando il Judo mondiale alla attenzione internazionale (CNN!!!) con relativi sponsor e quant'altro. Aqui no Brasil il nostro ex. Pres. Paulo Wanderley. T.si era messo in moto giá in tempi remoti: sponsor che potete osservare sui busti degli atleti brasiliani: "bradesco, infroaereo, sadia, skania, petrobras..." potete cliccare su qualsiasi nome di atleta della selçãco brasileira e vi appare il busto intero con todos os patrocinador.. quando nel lontanissimo inizio anni 90 presi in gestione il calendario del Com. Reg. Lombardo nel bellissimo e nuovissimo PalaGorle a costo de "banana" come dicono in Brasil, messi a mia disposizione sponsor per premi (mountain bike, libri,ecc.) Nessuno mi diede la giusta riconoscenza!!! Ero diponibile in quanto iscritto all' Albo dei Giornalisti della Lomdardia (elenco Pubblicisti) a far pubblicare i vari risultati su quotidiani locali e nazionali...nada de nada...Pubblicavo su "Il GiornO" di domenica mattina il resoconto del "Sankaku" con risultati fino alle 10 di sera, gli stranieri ne andavano pazzi, essendo io ad orgnanizzare la vendita nell' ingresso dell' Italcementi di mattino presto e depois????nada de nada, solo un mafioso uso della cronaca locale a vantaggio dei soliti noti e a svantaggio di coloro (il sottoscritto) che non si erano piegati al pagamento della pubbblicitá sul settimasnale "sportivo locale" pierattilio maino brasil

    Scritto da: pierattilio maino il 2017-08-27 23:12:46