Zagabria sorride all’Italia femminile

Zagabria sorride all’Italia femminile

La sfida per la corsa Olimpica si fa piu’ intensa visto che ora i punti guadagnati nel circuito del World Tour contano al 100% e cio’ lo si vede anche dal numero di atleti partecipanti e, sopratutto, dal livello delle competizioni. Nel week end appena passato, il Grand Prix di Zagabria ha visto la pertecipazione [...]

Pubblicato da Ennebi il 4 mag 2015 in Galway, IRL

La sfida per la corsa Olimpica si fa piu’ intensa visto che ora i punti guadagnati nel circuito del World Tour contano al 100% e cio’ lo si vede anche dal numero di atleti partecipanti e, sopratutto, dal livello delle competizioni.

Nel week end appena passato, il Grand Prix di Zagabria ha visto la pertecipazione di 434 atleti provenienti da 55 nazioni. L’Italia si e’ posizionata al 17esimo posto (0, 0, 2) del medagliere per nazioni capeggiato dall’Ungheria (2, 2, 1), seguita rispettivamente da Turchia (2, 1, 1) ed Ucraina (2, 1, 0).

I due bronzi tricolori sono arrivati grazie alle prestazioni di Valentina Moscatt ed Edwige Gwend, a cui vanno aggiunti i quinti posti di Odette Giuffrida e Antonio Ciano.

 

Valentina Moscatt nei 48 kg si e’ aggiudicata tre incontri su quattro, imponendosi rispettivamente sulla polacca Ewa Konieczny, sulla francese Scarlett Gabrielli e sulla spagnola Julia Figueroa nella finalina per il bronzo. A sbarrargli la strada in semifinale e’ stata la turca Dilara Lokmanhekim, che poi concludera’ la competizione piazzandosi sul gradino piu’ alto del podio.

Sono invece quattro gli incontri in cui Edwige Gwend è andata a segno, in una gara molto efficace per l’atleta parmense.

Edwige ha superato in ordine la spagnola Isabel Puche, la croata Andreja Dakovic, la polacca Agata Ozdoba e, per il terzo posto, la tedesca Martyna Trajdos. L’atleta azzurra si e’ dovuta arrendere di fronte alla caterpillar francese, Clarisse Agbegnenou, campionessa del mondo in carica, che ha poi concluso il Grand Prix in seconda piazza.

Tre vittorie anche per Odette Giuffrida nei 52 kg che si e’ imposta sull’ucraina Tetiana Levytska, sull’armena Zhanna Stankevich e sulla belga Ilse Heylen. L’atleta romana ha perso due incontri: dapprima contro la quotata atleta rumena Andreea Chitu, campionessa del mondo in carica e poi vincitrice del torneo, e poi contro l’atleta polacca Agata Perenc.

L’altro quinto posto e’ andato ad Antonio Ciano, nella categoria al limite degli 81 kg. L’atleta napoletano si e’ imposto prima sul polacco Jakub Kubieniec, poi sul francese Gomes Tavares e poi sul georgiano Zebeda Rekhviashvili, per poi cedere il passo in semifinale al’ungherese Laszlo Csoknyai e nella finalina per il bronzo all’olandese Frank De Wit.

Due sono invece gli incontri vinti da Andrea Regis nella categoria al limite dei 73 kg. Al primo turno Andrea ha superato il tedesco Igor Wandtke, poi il lituano Kestutis Vitkauskas per poi cedere il passo all’israeliano Sagi Muki.

Nella stessa categoria, Marco Maddaloni ha superato il portoghese Jorge Fernandes per poi arrendersi allo sloveno Rok Draksic.

Piu’ che positiva la prova della giovanissima molisana Maria Centracchio nei 57 kg che, seppure si e’ dovuta arrendere al secondo turno eliminatorio, ha subito fatto fuori l’olandese Sanne Verhagen, bronzo mondiale, e ha poi saputo ben fronteggiare l’inglese Nekoda Smythe Davis, che ha concluso il Grand Prix al primo posto.

Nella categoria al limite dei 70 kg Giulia Cantoni ha superato il primo incontro contro l’atleta russa Irina Gazieva. Giulia si e’ poi dovuta arrendere all’inglese Sally Conway, che ha concluso al secondo posto la sua corsa.

Anche il 27enne Elio Verde ritrova la vittoria a Zagabria nella categoria dei 66 kg, avendo superato al primo turno eliminatorio l’atleta del Turkmenistan, Niyazmyrat Shahmuradov, numero 154 al mondo. Per Elio e’ stato sfortunato il secondo turno, dove ha incontrato il numero 11 del ranking mondiale, l’israeliano Golan Pollack, che ha poi concluso il Grand Prix in terza piazza.

Nell’ultima della tre giorni di gara, anche Domenico Di Guida ed Assunta Galeone hanno superato il primo turno.

Il primo a scapito del croato Zlatko Kumric, si e’ dovuto poi arrendere di fronte al colosso tedesco, Dimitri Peters (numero 4 al mondo), che ha poi vinto il torneo di Zagrabria. La seconda a scapito della slovena Klara Apotekar, per poi arrendersi all’inglese Natalie Powell.

Hanno perso al primo turno eliminatorio Bruno Emanuele, Giulia Quintavalle ed Elisa Marchiò.

 

Tutti i risultati del Grand Prix di Zagabria 2015

 

Su www.ipponstore.com trovi JudoGi, Abbigliamento, Materiale Didattico, Integratori e Prodotti Informatici.


Commenta con Facebook

commenti