Zagabria azzurrina in Coppa Europa

  09/03/2013- Si tinge d’azzurro Zagabria dopo la prima giornata di gara dell’European Cup Cadetti. A dare il bongiorno al circuito europeo under 18, ci ha pensato infatti il duo d’oro Pantano-Manziche ha inaugurato dall’alto del podio il tour europeo 2013. A fare eco alla loro conferma tra i big, ci sono l’ottimo argento di Sofia Fiora, il meritatissimo bronzo [...]

Pubblicato da A.C il 9 set 2013 in Zagreb(CRO)

 

09/03/2013- Si tinge d’azzurro Zagabria dopo la prima giornata di gara dell’European Cup Cadetti. A dare il bongiorno al circuito europeo under 18, ci ha pensato infatti il duo d’oro Pantano-Manziche ha inaugurato dall’alto del podio il tour europeo 2013. A fare eco alla loro conferma tra i big, ci sono l’ottimo argento di Sofia Fiora, il meritatissimo bronzo di Andrea Carlino ed un quinto posto che vale un metallo prezioso diAlessio Bruno.

 

582 gli atleti in gara in rappresentanza di 29 nazioni, 55 gli italiani accreditati, per una competizione di buon livello che se da un lato ha subito l’assenza di alcune delle superpotenze del judo europeo under 18, dall’altro può vantare una partecipazione record di volti nuovi che hanno fin da subito ben figurato anche sui nomi più noti.

 

L’avventura di Angelo Pantano, nei 50 kg, si è conclusa in 5 incontri al crocevia tra la tecnica e la determinazione: tra morote e spostamenti oscuri sulle “diagonali”, Angelo è stato capace di distrarre i suoi avversari per infilarsi al momento giusto a marcare il vantaggio della vittoria.

 

Lo spadaccino Elios Manzi si conferma al top dei 55 kg, nonostante alcuni risentimenti fisici, che lo hanno tenuto lontano dal tatami per breve tempo. Elios ha ingranato poco per volta, falcidiando uno per volta i suoi cinque avversari.

 

Ottimo lavoro anche per Sofia Fiora nei 52 kg. Capace di inanellare un incontro dopo l’altro, Sofia detta legge incontrastata fino all’incotro di finale, in cui cede psicologicmente perima che tecnicamente impacciandosi negli attacchi dell0avversaria. Meritato ma quasi stretto per lei il secondo gradino del podio.

 

Anche Andrea Carlino nei 50 kg, centra la giornata migliore e da del filo da torcere a cinque dei suoi sei avversari, cedendo soltanto di misura all’israeliano Tomer Gomb nell’incontro di semifinale. Terza piazza infine, dopo una serie di scontri avvincenti che Andrea ha saputo volgere a proprio favore con la determinazione di un atleta di grande esperienza.

 

Grande giornata anche per Alessio Bruno, giunto ad un soffio dalla medaglia, cede d’esperienza nell’incontro di semifinale e nella finale per il bronzo, dopo quattro vittorie che in una categoria come i 66 kg non sono scontate per nessuno: per lui ottimo esordio internazionale a riprova di una buona condizione di base che non può che migliorare dopo esperienze come quella di oggi.

 

Settima piazza per Annarita Campese e Martina Sciciola, rispettivamente nei 44 e nei 48 kg. Anche per loro ottimo risultato come esordio in Copps Europa.

 

Non a punteggio Gabriele Sulli e Gabriele Marocchi, noni classificati nei 60 e nei 66 kg; i due romani hanno mostrato grande determinazione, con tre incontri vinti e due sfumati all’ultimo con la possibilità di arrivare in zona medaglia. Ottima esperienza per entrambi gli atleti che potranno tornare da Zagabria con le carte in regola per osare di più al prossimo appuntamento.

 

Dopo un buon inizio, la giornata è volta al maltempo per Manuel LombardoAngelo Vilardo,Gabriele BossettiniFabio MagozziRiccardo LorussoFabio Spina che avrebbero potuto di certo raccogliere qualcosa in più; nebbia fitta in partenza per Elisa AdrastiMichela Fiorini,Marion HuberSimona PolleraFrancesca GiordaEva Maria NiedrkoflerGiulia Pierucci,Davide CorsiniRiccardo GalbiatiLuca CaggianoMarco Di CapuaGiuseppe Leone,Leonardo CasagliaAndrea FuscoMatteo MazziJean Abel Merino e Davide Nuzzo.

 

Con due ori, un argento e un bronzo, l’Italia è provvisoriamente la prima nazione del medagliere generale della competizione.

 

Domani sarà la volta degli atleti più pesanti: Simona Boccotti, Anita Cantini e Alessia Siena (57 kg), Chiara Carminucci, Marta Palombini e Alessandra Prosdocimo (63 kg), Carola Agnello, Costanza Busato, Maria Luisa Gatto, Irene Mungai e Stangherlin Giorgia  (70 kg), Eleonora Geri, Soraya Luri Meret e Ginevra Ottimi (+70 kg), Niccolò Avallone, Angelo Mirabella, Alfredo Raia (73 kg), Lorenzo Rigano e Federico Rollo (81 kg), Miele Alessandro e Davide Pozzi (90 kg), Moreno Andres e Marco Truffo (+90 kg).

 

 

Clicca qui per il commento dell’EJU

 

Clicca qui per le classifiche e gli aggiornamenti online


Commenta con Facebook

commenti