Verso il 2016 e oltre: dibattito-confronto

Verso il 2016 e oltre: dibattito-confronto

Insieme per progredire? Non possono essere solo belle parole quelle con cui Jigoro Kano sintetizzava l’essenza del judo In un momento di cambiamento che ha destato curiosità e perplessità in molti tra addetti ai lavori e appassionati, Italiajudo e Judo Italiano vogliono creare un’occasione di confronto tra gli insegnati tecnici che interverranno ai prossimi Campionati [...]

Pubblicato da IJ Team il 26 nov 2014 in Milano

Insieme per progredire? Non possono essere solo belle parole quelle con cui Jigoro Kano sintetizzava l’essenza del judo In un momento di cambiamento che ha destato curiosità e perplessità in molti tra addetti ai lavori e appassionati, Italiajudo e Judo Italiano vogliono creare un’occasione di confronto tra gli insegnati tecnici che interverranno ai prossimi Campionati Italiani Assoluti di Asti.

Sabato 29 novembre, alle 19.30 presso la sala convegni dell’Hotel Rainero (Asti, via Cavour), l’Italia del judo è infatti invitata a confrontarsi sul tema “VERSO IL 2016 E OLTRE” : l’obiettivo, sarà quello di trasformare in proposte concrete gli scontri e le polemiche che hanno animato il web ed i social network nelle ultime settimane, affinché le critiche non siano fini a sé stesse ma rappresentino un’occasione di crescita per tutto il judo nazionale.

La proposta è anche quella di uscire allo scoperto, con l’auspicio di poter illuminare una delle zone d’ombra più opache degli ultimi trent’anni di judo in Italia: la possibilità cioè di creare un dialogo continuo tra base e vertice; poterci mettere la faccia, poter fare proposte a viso aperto, poter partecipare in piccolo ma in prima persona a costruire il judo italiano di domani, sono il primo passo di un cambiamento che deve partire dal basso.

Con l’invito a partecipare di persona alla serata, italiajudo invita tutti i suoi lettori a contribuire anche online riportando nell’area commenti di questo articolo suggerimenti, proposte, idee  criticità riscontrate, capaci di contribuire a trasformare l’indignazione di molti nel coraggio di cambiare. Non basta infatti che gli scontenti e gli indignati si siedano intorno ad un tavolo a lamentarsi come avviene da decenni: nel 2014 è forse tempo di  guardare avanti con progetti e proposte concrete.

 


  1. Claudio Zanesco says:

    non credo che quando JK parlava di “Tutti Insieme…crescere e progredire” si riferisse alle problematiche apparse sul web o che in generale sono oggetto di discussione, legittima e importante,sul judo italiano, non era quello l’intento, forse si riferiva a delle questioni ben più importanti dove la pratica del judo ( e non delle gare di judo) poteva essere un “mezzo” per divulgare l’ideale… ma c’è gente ben più preparata di me in merito

Commenta con Facebook

commenti