Tris di bronzi per l’Italia all’European Open di Oberwart.

Tris di bronzi per l’Italia all’European Open di Oberwart.

Pur senza l’acuto vincente, la folta selezione maschile azzurra ha dato battaglia sul tatami austriaco di Oberwart, conquistando ben tre dei sei bronzi disponibili, con Manuel Lombardo nei 66 kg e con Giovanni Esposito e Augusto Meloni nei 73 kg. Andrea Carlino si deve invece accontentare del quinto posto nei 60 kg.

Pubblicato da F.Massardo il 17 feb 2018 in Genova

Mentre le ragazze italiane scendevano sul tatami ostiense, la selezione maschile ha preso parte con grande partecipazione all’appuntamento austriaco di Oberwart, che vedeva oggi impegnate le prime tre categorie di peso: 60, 66, 73 kg.

Sono alla fine della giornata tre gli azzurri capaci di conquistare una medaglia, sempre di bronzo: si tratta di Meloni, Esposito e Lombardo. Di seguito il racconto della gara odierna.

60 kg

Cinque azzurri impegnati in questa categoria. Andrea Ferretti, e i due finalisti assoluti Diego Rea e Patrick Cala Lesina vengono eliminati al primo incontro disputato, mentre il napoletano Biagio D’Angelo, dopo aver superato il tedesco Heyder e l’ungherese Monori, viene sconfitto ai quarti dal giapponese Yamamoto e poi al primo recupero dall’altro bronzo, il marocchino Bassou.

Proprio Bassou ha impedito con un doppio wazari al piemontese Andrea Carlino di salire sul podio, dopo che l’atleta azzurro aveva sbaragliato l’israeliano Aharon e l’azero Maharramov, oltre che l’uzbeko Sultanbaev, prima di fermarsi in semifinale al russo Zairbekov.

1- Sadigov (AZE)

2- Zairbekov (RUS)

3- Yamamoto (JAP); Bassou (MAR)

66 kg

Anche in questo caso cinque azzurri in gara. Gabriele Sulli ed Edoardo Mella vincono il primo incontro ma vengono poi sconfitti nel secondo turno. Luigi Brudetti e Matteo Piras vincono invece i rispettivi primi due incontri, ma vengono fermati al terzo. Matteo Piras viene inoltre sconfitto dall’azero Shirinli nei recuperi.

Manuel Lombardo conquista invece un prezioso bronzo: dopo aver sconfitto l’americano Chandler e il georgiano Khubuluri, l’atleta torinese cede nei quarti al campione Safarov, ma fa fuori nei recuperi l’insidioso azero Babazada e, grazie ad un rapido wazari, il kazako Zhubatkan, conquistando la medaglia di bronzo.

1- Safarov (AZE)

2- Azema (FRA)

3- Lombardo (ITA); Shirnli (AZE)

73 kg

Ben sei azzurri in categoria. Emanuele Bruno, Rene Villanello e Andrea Spicuglia vengono eliminati al primo incontro. Enrico Parlati supera invece il primo incontro, ma viene eliminato al secondo turno.

Giovanni Esposito batte in fila l’israeliano Pollack, l’olandese Schipper ad il rumeno Cercea, cede ai quarti all’azero Valiyev, supera il kazako Batbergenov e infine l’armeno Ghazarhyan, superato per ippon.

Stesso posto sul podio per Augusto Meloni, il quale fa fuori l’israeliano Giner, il forte canadese Bouchard e l’austriaco Shala, viene superato quindi a i quarti da Ghazarhyan, elimina ai recuperi il russo Ozdoev e nella finalina gestisce con esperienza e costringe alle tre sanzioni il georgiano Niazashvili.

1- Reiter (AUT)

2- Valiyev (AZE)

3- Meloni (ITA); Esposito (ITA)


Commenta con Facebook

commenti