Tricolori U20 ad Akiyama (maschile) e Banzai (femminile). 7 le conferme

Tricolori U20 ad Akiyama (maschile) e Banzai (femminile). 7 le conferme

Nel fine settimana appena trascorso, si è concluso a Catania il Campionato Italiano Juniores che ha assegnato 16 scudetti under 21, 8 tra i maschi e 8 tra le donne. Sono stati 7 i titoli italiani confermati rispetto all’edizione del 2015, 5 dei quali tra gli uomini.

Nella classifica per società, l’Akiyama Settimo, con due primi e due terzi, si è imposta su tutti nella prima giornata del campionato italiano juniors dedicata agli atleti di sesso maschile. Invece, dal lato femminile, è stato il Banzai Cortina Roma ad aggiudicarsi il primato nella classifica per società, con tre medaglie, una per ogni colore.

Pubblicato da Ennebi il 25 apr 2016 in Galway, IRL

Nel fine settimana appena trascorso, si è concluso a Catania il Campionato Italiano Juniores che ha assegnato 16 scudetti under 21, 8 tra i maschi e 8 tra le donne. Sono stati 7 i titoli italiani confermati rispetto all’edizione del 2015, 5 dei quali tra gli uomini.

Nella classifica per società, l’Akiyama Settimo, con due primi e due terzi, si è imposta su tutti nella prima giornata del campionato italiano juniors dedicata agli atleti di sesso maschile. A farle compagnia sul podio troviamo due società campane, in ordine il Nippon Club Napoli, con un primo e due terzi posti, e lo Star Judo Club Napoli con due medaglie di argento e una di bronzo.

Invece, dal lato femminile, è stato il Banzai Cortina Roma ad aggiudicarsi il primato nella classifica per società, con tre medaglie, una per ogni colore. Il Banzai ha così preceduto l’Akiyama Settimo, che ritroviamo sul podio anche nella seconda giornata, con due medaglie, una d’oro e una di bronzo, mentre il terzo gradino del podio è stata occupata dal Fitness Club Nuova Florida con una medaglia di argento ed una di bronzo.

 

Si è confermato indiscusso leader della categoria al limite dei 55 kg Andrea Carlino, che in finale ha superato Alessandro Di Muzio. A pari merito sul terzo gradino del podio troviamo Flavio Carrea e Biagio D’Angelo, che si conferma sul podio di questa categoria.

Nei 60 kg si è assistito alla stessa finale dello scorso anno tra Manuel Lombardo e Mario Petrosino, andata ancora una volta al primo dei due. Le terze piazze sono andate ad Angelo Pantano e alla new entry Alessio Bruno.

Anche nei 66 kg si è confermato leader della categoria il campione del mondo U18, Giovanni Esposito, superando Marco Vendramini così come accadde nell’edizione del 2015. Gabriele Sulli si è confermato sul podio anche quest’anno, testimoniando di essere uno dei pilastri di questa categoria. La new entry dei 66 kg è Marco Di Capua, che nella finalina per il bronzo ha fatto fuori il bonzo dello scorso anno, Mattia Miceli.

Il neo campione italiano juniores della categoria al limite dei 73 kg è Andrea Gismondo, che nella finalissima ha superato Luigi Brudetti. Quest’ultimo negli ottavi di finale ha mandato ai recuperi Leonardo Casaglia, che difendeva il titolo conquistato lo scorso anno a Conversano. Leonardo ha poi perso la finale per il bronzo con Angelo Mirabella. A fare compagnia ad Angelo sul terzo gradino del podio troviamo Alessio Marini.

Il talentuoso Lorenzo Rigano ha migliorato la seconda posizione dello scorso anno, conquistato il titolo italiano juniores nella categoria al limite degli 81 kg. Anche Salvatore D’Arco migliora il terzo posto del 2015, terminando in seconda piazza. Christian Parlati e Nicola Mortal sono le medaglie di bronzo di questa categoria.

Nella categoria dei 90 kg, per la terza volta il pubblico del PalaCatania ha assistito ad una finale replica di quella dell’edizione del 2015, che vede la conferma di Lorenzo Todini a scapito si Federico Rollo. Andrea Fusco e Riccardo Montanini hanno terminato la loro gara al terzo posto.

Nella categoria al limite dei 100 kg, Claudio Pepoli non ha difeso il titolo conquistato a Conversano lo scorso anno non essendo più juniores. Il neo campione italiano Under 20 è Davide Pozzi, che ormai ambientatosi in questa categoria, ha migliorato il secondo posto del 2015. A farne le spese nella finale per il titolo è stato Otto Imala. Si sono messi al collo la medaglia di bronzo Mario Merolla e Marco Truffo.

Ennesima finale del 2015 quella della categoria oltre i 100 kg, che ha visto l’indiscussa conferma di Andres Felipe Moreno a scapito ancora una volta di Alessandro Graziano. Le terze piazze sono andate a Tiziano Di Federico e Emanuele Magazzeno.

 

Tra le donne, nella categoria al limite dei 44 kg, troviamo un podio completamente rinnovato rispetto alla precedente edizione. La neo campionessa italiana di questa categoria è Elisa Adrasti, che nella finalissima ha superato Arianna Galliani. Si sono piazzate al terzo posto Greta Conti e Sara D’Agostino.

Nella categoria 48 kg Michela Fiorini ha migliorato la seconda posizione del 2015, laureandosi campionessa italiana.  Sul podio, alle sue spalle troviamo Giulia Santini al secondo posto e Simona Pollera e Alessia Ritieni al terzo.

Una delle due conferme in ambito femminile arriva nei 52 kg con Giulia Pierucci, riconfermatasi campionessa italiana. In finale Giulia costringe Annarita Campese ad accontentarsi della medaglia di argento. Francesca Giorda e Martina Scisciola si sono classificate al terzo posto in questa categoria.

Nei 57 kg troviamo un podio completamente rinnovato. Il titolo italiano di questa categoria è andato ad Anita Cantini; seconda piazza per Sofia Fiora; hanno occupato il terzo gradino del podio Federica Luciano e Sara Lunardi, classificandosi al terzo posto.

Chiara Cacchione si è laureata neo campionessa italiana under 20 nella categoria al limite dei 63 kg. Nella finale per il primo posto Chiara ha superato Nadia Simeoli, che lo scorso anno l’aveva costretta alla quinta piazza. Sono Chiara Lisoni e Elisa Toniolo ad aver occupato le due terze piazze di questa categoria.

Nei 70 kg sorpresa per la favorita Giorgia Stangherlin, che non è riuscita a difendere il titolo conquistato lo scorso anno, concludendo in terza piazza. La neo campionessa italiana del 2016 in questa categoria è Alice Bellandi, che in finale si è imposta su Anna Fortunio. L’altra medaglia di bronzo è stata conquistata da Soraya Luri Meret.

Irene Crema ha migliorato a Catania la seconda piazza del 2015, laureandosi campionessa italiana juniores della categoria al limite dei 78 kg. Sul podio sono salite anche Federica Carta, in seconda piazza, e Valentina Gaggero e Charlotte Pasquino in terza piazza.

La categoria oltre i 78 kg ha visto confermare la supremazia – indiscussa – di Eleonora Geri che nella finalissima si è imposta su Federica Pinnelli. Hanno occupato la terza posizione Annalisa Calagreti e Francesca Roitero.

 

FOTO DI COPERTINA DI FRANCO DI CAPUA

Finali junior maschili – Catania 2016

Finali junior femminili – Catania 2016 

Accedi all’album fotografico di Franco Di Capua

 


Commenta con Facebook

commenti