A Tashkent la IBSA Judo World Cup

A Tashkent la IBSA Judo World Cup

Forse non tutti lo sanno ma la IBSA è l’acronimo di International Blind Sports Federation, ossia la Federazione Sport non Vedenti.
Se non vi è mai capitato di assistere ad un incontro di Judo tra non vedenti, vi consiglio di farlo, perchè è qualcosa di straordinario, e se mettendovi alla visione non sapete che i due contendenti sono ciechi, non ve ne accorgereste

Pubblicato da A. Cau il 9 ott 2017 in Iglesias

Dopo i tre giorni del Grand Prix, Tashkent ospita nella giornata del 9 ottobre la IBSA Judo World Cup.

Forse non tutti lo sanno ma la IBSA è l’acronimo di International Blind Sports Federation, ossia la Federazione Sport non Vedenti.
Se non vi è mai capitato di assistere ad un incontro di Judo tra non vedenti, vi consiglio di farlo, perchè è qualcosa di straordinario, e se mettendovi alla visione non sapete che i due contendenti sono ciechi, non ve ne accorgereste. L’unica cosa che potrebbe farvelo pensare è quando, al momento del “Matte”, l’arbitro “avvicina” i due atleti e li porta a fare le prese per ripartire.

Guardando il tabellone di gara noterete che al fianco di ogni nome si può trovare una sigla: B1, B2 o B3. Questa sigla serve ad indicare la classe visiva e la determinazione della stessa sarà basata sull’occhio con una migliore visuale visiva, portando la miglior correzione ottica utilizzando occhiali o lenti a contatto e / o campi visivi che comprendono zone centrali e periferiche.

B1Acuità visiva più povera di LogMAR 2.6
B2: Acuità visiva che va da LogMAR 1.5 a 2.6 (incluso) e/o campo visivo stretto a un diametro inferiore a 10 gradi.
B3Acuità visiva che va da LogMAR 1.4 a 1.0 (incluso) e / o campo visivo costretto a un diametro inferiore a 40 gradi.

Tashkent quindi ospita questa IBSA Judo World Cup.
Per quanto riguarda la classe maschile le categorie sono le stesse dei normodotati, mentre per quanto riguarda la classe femminile per la mancano le cat. -78 e +78, sostituite da un’unica cat. +70 Kg.

In gara anche tre atleti italiani: Simone CANNIZZARO B2 e Federico DURA B3 nei -73 Kg e Valerio Romano TEODORI B1 nei -90 Kg.
Federico DURA vince il primo incontro con il tagiko NAZAROV Shokhrukh per poi venire sconfitto dallo spagnolo GAVILAN LORENZO Alvaro. Nel tabellone di recupero è sconfitto dal brasiliano ROSA Denis.
Simone CANNIZZARO viene sconfitto al primo turno dall’uzbeko NIGMATOV Utkirjon e nel tabellone di recupero è sconfitto dall’algerino MESKINE Mehdi.
Valerio Romano TEODORI è sconfitto dall’uzbeko BOBOEV Shukhrat e nel recupero dal britannico STEWART Elliot.


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>