“Soft as a rock” racconta Marjan Fabjan

  27/04/2013- La Radio Televisione della Slovenia ha realizzato un documentario su Marjan Fabjan. Presentato in anteprima domenica scorsa, 21 aprile, nel cinema Metropol a Celje alla presenza dello stesso Fabjan, il lavoro “Soft as a rock” della durata di 50 minuti. Il film-documentario è stato poi mandato anche in onda sul primo canale della TV nazionale slovena [...]

Pubblicato da il 10 set 2013 in

 

27/04/2013- La Radio Televisione della Slovenia ha realizzato un documentario su Marjan Fabjan. Presentato in anteprima domenica scorsa, 21 aprile, nel cinema Metropol a Celje alla presenza dello stesso Fabjan, il lavoro “Soft as a rock” della durata di 50 minuti. Il film-documentario è stato poi mandato anche in onda sul primo canale della TV nazionale slovena ottenendo un eccellente indice di ascolto.

 

Marjan Fabjan, con tre medaglie olimpiche, tre medaglie ai Campionati del Mondo e 23 ai Campionati d’Europa è uno degli allenatori più di successo al mondo.

Cinque dei suoi atleti hanno vinto medaglie nelle competizioni più importanti, ma se contassimo anche i tornei internazionali, è come se ci riferissimo ad un piccolo esercito!

 

Qual è il segreto di tale successo?

 

Atleti e allenatori arrivano nel suo club da tutto il mondo, alla scoperta della ricetta del successo! Nessuno è ancora riuscito a capire quale siano gli ingredienti segreti.

 

Risultati così importanti e la personalità particolare di Marjan Fabjan hanno attratto l’interesse della tv pubblica slovena, TV Slovenija.

La troupe televisiva ha trascorso molte settimane con Fabjan, i suoi allievi, i colleghi, i famigliari e ha scoperto segreti non conosciuti dai più.

 

Fabjan è davvero un dittatore come corre voce nell’ambiente del judo nazionale ed internazionale? Com’è stata la sua gioventù e come ha fatto a trascorrere molti anni lavorando e combattendo all’estero? Come ha costruito la propria “fabbrica” di medaglie?

 

La troupe ha trovato la storia di Fabjan molto simile ad una moderna Cinderella story. Un ragazzo “affamato” di successo che con l’aiuto di una fata, il judo, ha trasformato il suo sogno in realtà. Il Judo, termina che significa “via morbida”, ha reso Fabjan morbido come una roccia.

 

Il film-documentario realizzato “Soft as a rock” non è solo un film che parla di sport. Duri allenamenti, medaglie vinte, alti e bassi sono solamente una parte del film. Storie impressionanti faranno arrivare alle lacrime molti spettatori

 

Come uno degli sceneggiatori ha riferito: “se non avessi mai visto tutto ciò con i miei occhi, non ci avrei mai creduto”.

 

 

Clicca qui per maggiori informazioni

 

 

 

 


Commenta con Facebook

commenti