Situazione PalaVesuvio: a colloquio col Maestro Raffaele Parlati

Situazione PalaVesuvio: a colloquio col Maestro Raffaele Parlati

Italiajudo ha contattato telefonicamente il Maestro Raffaele Parlati della Nippon Club Napoli, una delle tre società che si allenano nei locali del PalaVesuvio di Napoli, chiuso dall’Autorità Giudiziaria a seguito dell’intervento dei VV.FF.

Pubblicato da A. Cau il 6 dic 2016 in Iglesias

Qualche settimana fa, Italiajudo si era occupata della chiusura da parte dell’Autorità Giudiziaria del PalaVesuvio di Napoli che ha lasciato 3.000 atleti di 3 diverse società sportive a casa.
Tra queste società vi e’ anche la Nippon Club Napoli dei fratelli Parlati.

A distanza da quasi un mese dal nostro articolo, abbiamo contattato il Maestro Raffaele Parlati per sentire dalla sua voce quale fosse la situazione, se il Comune di Napoli fosse intervenuto, se c’era una possibile data di riapertura e, soprattutto, come la Nippon Club di Napoli si e’ organizzata per continuare l’attività agonistica, visti anche i numerosi impegni nazionali e internazionali in cui sono impegnati i suoi atleti.

Il Maestro Raffaele Parlati ci ha informati che sono in corso, a spese della società Nippon Club Napoli, i lavori per l’adeguamento della struttura per ottenere le necessarie autorizzazioni secondo le richieste dei VV.FF., e che si augurava che in questo mese di dicembre potesse riprendere l’attività presso la struttura.

Per quanto riguarda gli allenamenti dei pre-agonisti e ragazzi più piccoli, l’attività sta continuando in una sala di circa 40 mq, mentre i ragazzi agonisti hanno trovato ospitalità in palestre di molte società della zona che si sono offerte di ospitarli per permettergli di continuare l’attività.
Inviti sono arrivati anche da molte società della penisola, ma non è stato possibile accettare, anche con grande rammarico, per questioni economiche, viste le ingenti spese per la sistemazione dei locali.

In questa situazione infelice, la solidarietà delle altre società napoletane e della penisola fa risaltare ancora una volta il grande spirito di solidarietà che si può ritrovare nel judo.
Resteremo in contatto con il Maestro Raffaele Parlati per tenerci e tenervi aggiornati sull’evolversi della situazione.


Commenta con Facebook

commenti