Si chiude il WINTER CAMP 2013

Si chiude il WINTER CAMP 2013

È terminata ieri pomeriggio la quattordicesima edizione del WINTER CAMP di Lignano Sabbiadoro organizzata dal DLF Yama Arashi di Udine. Lo stage, iniziato lo scorso 3 gennaio con l’allenamento della mattina, si è protratto per quattro giorni all’interno del palasport del villaggio GeTur.

Pubblicato da il 7 gen 2013 in

È terminata ieri pomeriggio la quattordicesima edizione del WINTER CAMP di Lignano Sabbiadoro organizzata dal DLF Yama Arashi di Udine. Lo stage, iniziato lo scorso 3 gennaio con l’allenamento della mattina, si è protratto per quattro giorni all’interno del palasport del villaggio GeTur.

 

Anche quest’anno la partecipazione massiccia da parte di judoka italiani e stranieri ha confermato il WINTER CAMP quale il più importante e numeroso stage privato d’Europa, superando per il secondo anno consecutivo la quota di 1.000 presenze provenienti da 13 Paesi e 150 club.

 

Ospite d’onore ancora una volta il DT della nazionale russa Ezio Gamba, al cui seguito vi erano gli atleti della nazionale maschile e femminile, tra cui si annoverano i tre campioni olimpici, Masur Isaev, Tagir Khaibulaev, Arsen Galstyan, il vicecampione olimpico, Sergey Mikhaylin, e il bronzo olimpico, Ivan Nifontov. I nomi importanti non finiscono qui: Urska Zolnir, Michele Monti, Stefano Frassinelli, i fratelli Toniolo, Pierangelo e Raffaele, tra i tecnici e tra gli atleti Elio Verde, Edwige Gwned, Domenico Di Guida, Augusto Meloni, Andrea Regis, Fabio Basile, Carmine Di Loreto, Valeria Ferrari e le nazionali U20 di Spagna e Ungheria.

 

Ezio Gamba ha coordinato gli allenamenti coadiuvato da Enzo De Denaro, Pino Maddaloni, Francesco Bruyere, Lorenzo Bagnoli e Alberto Borin, presenziando tutte le sedute di allenamento divise in due turni: esordienti e cadetti da un lato e junior e senior dall’altro.

 

Proprio a Ezio Gamba il DLF Yama Arashi guidato dal DT Milena Lovato ha dedicato lo slogan di quest’anno: more people, more friends, more Energy! La scelta dello slogan è una caratteristica che si ripete ogni anno per il DLF Yama Arashi di Udine e racchiude due eventi: il Winter Camp e il Trofeo Alpe Adria, entrambi previsti a gennaio, rispettivamente a inizio e fine mese (26 e 27 gennaio). Il DT Milena Lovato ha spiegato: “A noi dirigenti e atleti del DLF Yama Arashi di Udine piace credere che l’individuo sia al centro di ogni cosa, da qui la scelta dello slogan di quest’anno. Porre l’individuo al centro è ciò che cerchiamo di esprimere organizzando il Winter Camp e il Trofeo Alpe Adria.”

 

Ed è proprio così: passione, dedizione e interazione hanno consentito che il WINTER CAMP sia un appuntamento imperdibile non solo per il judo italiano ma per tutto il movimento europeo. Stando a bordo tatami si può facilmente apprezzare il confronto tra judoka di ogni livello, i momenti di socializzazione e le occasioni di scambio culturale.

L’augurio che facciamo è che il Winter Camp, gioiello del judo italiano, continui a crescere sempre più diventando un punto di riferimento per tutto il movimento mondiale. D’altronde, vi sono tutte le carte in regola per poter raggiungere un simile obiettivo.

 

L’appuntamento è per il prossimo 26 e 27 gennaio con il Trofeo Alpe Adria e con l’allenamento gratuito post-gara del 28 gennaio all’insegna del more people, more friends, more Energy!

By  Ennebi

 


Commenta con Facebook

commenti