Sei medaglie per gli azzurri!

  02/06/2013- Madrid, Bucharest e Leibnitz: sono sei le medaglie azzurre guadagnate nel denso fine settimana europeo in cui sono stati impegnati gli atleti delle nazionali seniores maschile e femminile e gli juniores.   Best performer assoluta del week-end è stataAssunta Galeone, medaglia d’oro all’European Open di Madrid nei 78 kg. Assunta ha letteralmente asfaltato le sue tre avversarie [...]

Pubblicato da Lorella il 10 set 2013 in Milano

 

02/06/2013- MadridBucharest e Leibnitz: sono sei le medaglie azzurre guadagnate nel denso fine settimana europeo in cui sono stati impegnati gli atleti delle nazionali seniores maschile e femminile e gli juniores.

 

Best performer assoluta del week-end è stataAssunta Galeone, medaglia d’oro all’European Open di Madrid nei 78 kg. Assunta ha letteralmente asfaltato le sue tre avversarie tra cui la nota ungherese Annette Meszaros nell’incontro di semifinale, conquistando il primo gradino del podio che ipoteca virtualmente se non il mondiale, almeno il posto per i prossimi Giochi del Mediterraneo.

Ancora a Madrid medaglia di bronzo per Tania Ferrera nei supermassimi femminili, che dopo un inizio difficile ha recuperato su tutte le avversarie compresa la compagna di squadra Elisa Marchiò fermata ai piedi del podio.

Nulla di fatto per le altre italiane in gara Martina Lo GiudiceAlessia Regis,  Giulia CantoniJennifer Pitzanti e Lucia Tangorre.

 

Sono invece due bronzi le medaglie conquistate dagli uomini in terra rumena: nell’open di Bucharest Enrico Parlati (73 kg) e Walter Facente (90 kg) si sono aggiudicati il terzo gradino del podio dopo una gara per loro sensazionale.

Nella prima giornata di gara Enrico è stato fermato soltanto dal campione plurimedagliato olimpico Miklos Ungvari, dopo una serie positiva col rumeno Faise, l’algerino Nouari, il potente tedesco Katsumi ed il russo Kaitmazov. Brillante anche la finale per il bronzo con il britannico Jan Gosiewski, terminata per waza-ari a favore dell’azzurro.

Analoga performance per Walter nella seconda giornata di gara, fermato soltanto dal noto atleta russo Gasiev dopo aver messo in riga il rumeno Czifra e il potente ungherese Krisztian Toth. Terminata con uno spettacolare ippon la finale per il bronzo con lo sloveno David Kukovika.

A punti anche Enzo D’arco, settimo classificato nei 100 kg. Nulla di fatto per Andrea Regis,Augisto Meloni,  Luca Poeta Matteo Marconcini.

 

E’ di due medaglie d’argento, due quinti e otto settimi posti, il bottino dei giovani all’European Cup di Leibnitz.

Sono stati Daniele Sciabola (81 kg) e Odette Giufficda (52 kg) i protagonisti della due giorni austriaca fermati soltanto nell’incontro di finale.

Daniele ha espresso il meglio di sé con l’inglese Mc Gregor, l’olandese Snijder, l’austriaco Bubanja, l’olandese Wolterbeek e d il tedesco Russel, prima di essere arrestato sul secondo gradino del podio dal bulgaro Ivaylo Ivanov.

Analogo il percorso per Odette, inarrestabile con la russa Tashtimirova, la bulgara Polgar, la bulgara Varbanova, la polacca Pienkowska prima di esser arrestata in finale dalla kossovara Distria Krasniqi.

Sempre a Liebenitz, ai piedi del podio Soraia Luri Mertet e Daniela Raia quinte classificate nei 78 e nei 52 kg, dopo una gara per entrambe degna di nota.

A punti anche Salvatore Mingoia (66 kg), Ciro Busto (100 kg), Dario De Angelis e Nicola Becchetti (+100 kg),  Marta Rainero (48 kg), Alessandra Prosdocimo (63 kg), Rosetta Melora e Chiara Meucci (78 kg), giunti in settima piazza.

Performance di tutto rispetto anche per Isabella Crescini (52 kg), Fabiola Roma (57 kg) eNichola Mungai (90 kg), nulla di fatto per Francesca MilaniSara MaserinGiulia CaggianoGreta PoserGiulia Corrieri,  Martina GreciSimona AbateIlaria Peirano,Ilaria Silveri  Giulia ZulianiGraziano Piredda, Davide FaraldoKevin MorelliGino Gianmarco StefanelAntonio EspositoAlessio FradeaniGabriele Melegari,Alessandro ValentiniRaffaele D’AlessandroMarco PeschieraFederico Rollo.

 

 

Clicca qui per le classifiche

Madrid                                Bucharest                             Leibnitz


Commenta con Facebook

commenti