Sei azzurrini sul podio di Coimbra

13/04/2013- Si colora d’azzurro il cielo di Coimbra sopra il tatami dell’European Cup cadetti portoghese. Sono infatti sei le medaglie conquistate dai giovanissimi guidati dal maestro Nicola Moracie dal collaboratore federale Corrado Bongiorno nella prima giornata di gara: due ori, un argento, tre bronzi che con quattro quinti e quattro settimi posti, assicurano allo squadrone azzurro la prima posizione nella classifica generale [...]

Pubblicato da A.C il 9 set 2013 in Coimbra

13/04/2013- Si colora d’azzurro il cielo di Coimbra sopra il tatami dell’European Cup cadetti portoghese. Sono infatti sei le medaglie conquistate dai giovanissimi guidati dal maestro Nicola Moracie dal collaboratore federale Corrado Bongiorno nella prima giornata di gara: due ori, un argento, tre bronzi che con quattro quinti e quattro settimi posti, assicurano allo squadrone azzurro la prima posizione nella classifica generale della prima giornata di gara.
È stata ancora una volta la “doppietta del Bongiorno” con Angelo Pantano Elios Manzi a vestirsi due volte d’oro: incontrastati rispettivamente nei 50 e nei 55 kg, Angelo e Elios hanno dominato le rispettive categorie con gran classe. Angelo mette fuori combattimento i portoghesi Campos e Alves, l’ostico polacco Blonski, il compagno di squadra Galbiati ed infine trova la strada dell’ippon fulmineo anche nell’incontro di finale con il fastidioso israeliano Tomer Golomb. Analogo il percorso di Elios che si sbarazza dapprima dell’inglese Miles e quindi dello spagnolo Enriquez Fernandes, del cipriota Trikomitis ed in finale dell’israeliano Kestler.
Sfuma la possibilità della tripletta d’oro con Francesco Zanasi nei 66 kg, che deve rinunciare all’incontro di finale per infortunio; dopo tre ippon da manuale ai danni dell’israeliano Ohad, degli spagnoli Oliver Belando e Giner Diaz, Francesco supera per ippon anche l’inglese McWatt nonostante una lussazione della spalla occorsa ed auto-ridotta nell’incontro di semifinale. Proibitivo il seguito per Francesco che si “accontenta” di un argento un po’ stretto dopo la giornata iniziata alla grande.
Medaglia di bronzo per Andrea CarlinoManuel Lombardo e Marion Huber. Ottima la performance del glaciale Andrea Carlino nei 50 kg, che si ferma soltanto in semifinale col già citato Golomb, dopo aver vessato l’inglese Murphy, lo spagnolo Giocoetxea ed il collega Fabrizio Magozzi; gran classe nella finale per il bronzo con con il polacco Blonski. Parte invece in salita Manuel Lombardo, col solito Golomb che lo costringe ad affrontare la via dei recuperi dove mette in riga lo spagnolo Oriol e l’inglese Potts prima di incontrare il compagno di squadra Magozzi. Tutta in casa Italia anche la finale per il bronzo con l’amico Riccardo Galbiati dove è una sola sanzione a consegnargli la meritata medaglia di bronzo. Marion Huber nei 48 kg, supera il primo incontro con la spagnola Pintor Sierra,a viene fermata dalla slovena Andja Leski che andrà a vincere la gara. Nei recuperi Marion ha la meglio sulle portoghesi Matias e Doze prima di superare di una sanzione la compagna Simona Pollera nell’incontro per la medaglia di Bronzo.
Quattro i quinti posti con Riccardo Galbiati (50 kg) e Simona Pollera (48 kg), superati dai colleghi Lombardo e Huber di una sola sanzione nella finalina per il bronzo, e Jeans Abel Merino (66 kg) ed Elisa Adrasti (44 kg): molto buona anche la loro medaglia a cui è mancato davvero poco per trasformarsi in una giornata da ricordare.
A punti con la settima piazza anche Fabrizio Magozzi (50 kg), Alessio Scandurra (55 kg), Chiara Colbaccini (in gara nei 44 kg poiché nella sua categoria di peso naturale, i 40 kg, non erano presenti altre atlete) e Valentina Tommaselli (48 kg).
Tra alti e bassi invece la giornata di Federico PorcedduAngelo VilardoGabriele BossettiniAlessio BrunoGiacomo ScandurraLeonardo CasagliaGabriele MarocchiEva Maria Niederkofler Giulia Pierucci.
Nella seconda giornata di gara, a partire dalle ore 10 (GMT), sul tatami le categorie più pesanti: 57, 63, 70 e over 70 per le ragazze, 73,81,90 e over 90 per i ragazzi.

 

 

Clicca qui per i risultati della prima giornata

 

Clicca qui per i tabelloni aggiornati in tempo reale


Commenta con Facebook

commenti