Scandalo AJJF, Muneoka avvicenda Uemura

  23/08/2013- Shoji Muneoka è il nuovo presidente della All Japan Judo Federation (AJJF), è stato eletto mercoledì 21 agosto, ad una settimana esatta dalle dimissioni di Haruki Uemura. Muneoka, 67 anni, presidente e amministratore delegato di Nippon Steel e Sumitomo Metal Corp, ha il compito di ripristinare la credibilità della federazione judo giapponese dopo l’ondata [...]

Pubblicato da il 12 set 2013 in

 

23/08/2013- Shoji Muneoka è il nuovo presidente della All Japan Judo Federation (AJJF), è stato eletto mercoledì 21 agosto, ad una settimana esatta dalle dimissioni di Haruki Uemura. Muneoka, 67 anni, presidente e amministratore delegato di Nippon Steel e Sumitomo Metal Corp, ha il compito di ripristinare la credibilità della federazione judo giapponese dopo l’ondata di scandali finanziari e di abusi che hanno portato alle dimissioni di 23 funzionari di primo piano.

 

Muneoka è il primo presidente AJJF proveniente dall’esterno dell’ambiente federale.

 

Yasuhiro Chikaishi, ex capo della polizia della prefettura di Osaka, è stato nominato direttore esecutivo, Yasuhiro Yamashita, oro olimpico a Los Angeles 1984 diventa vice-presidente e Hiromasa Uno è il segretario generale dell’AJJF, componendo così un nuovo team esecutivo di quattro elementi. Uemura, oro olimpico negli Open a Montreal 1976, era stato eletto a capo dell’AJJF nel 2009 e si è ufficialmente dimesso mercoledì 14 agosto, dopo che a partire da gennaio erano iniziati gli scandali in seguito alle rivelazioni di violenza utilizzata nel team femminile nell’ambito della preparazione per le Olimpiadi di Londra 2012.

 

Uemura rimane in carica nel ruolo di Direttore sportivo IJF, ma il presidente Marius Vizer gli ha chiesto un rapporto completo sullo scandalo da presentare entro il 15 ottobre.


Commenta con Facebook

commenti