Sarajevo: Petitto e D’angelo argento mondiale!

Sarajevo: Petitto e D’angelo argento mondiale!

L’Italia di Sarajevo non fa sconti a nessuno: con Sofia Petitto e Biagio D’Angelo i Campionati Mondiali Cadetti iniziano con un bis d’argento. Ad un mese dall’ottimo europeo di Sofia e a poco più di una settimana dallo storico successo agli EYOF di Tblisi, gli azzurrini di Moraci, Di Toma e Piccirillo non sembrano né [...]

Pubblicato da AC il 5 ago 2015 in Milano

L’Italia di Sarajevo non fa sconti a nessuno: con Sofia Petitto e Biagio D’Angelo i Campionati Mondiali Cadetti iniziano con un bis d’argento.

Ad un mese dall’ottimo europeo di Sofia e a poco più di una settimana dallo storico successo agli EYOF di Tblisi, gli azzurrini di Moraci, Di Toma e Piccirillo non sembrano né deconcentrati né affaticati, bensì determinati a ripetersi e a conquistare tutto il conquistabile: caparbietà, dedizione e grande umiltà sono gli ingredienti vincenti di una squadra che sta dando lezioni a tutt’Italia.er__28q4698

È stata una scalata portentosa quella di Biagio D’Angelo, il fuoriclasse campano già bronzo europeo a Sofia e vincitore degli EYOF nove giorni orsono. Partito tra le teste di serie, la stellina napoletana ha superato il ceco Volat per differenza di sanzioni e si è quindi imposto sul brasiliano Pinheiro e sul mongolo Bayanmunkh dopo una semifinale concitatissima superata col vantaggio di te sanzioni ed uno yuko. Finale a sorpresa per Biagio, di fronte all’inatteso kazako Aibolat Ystybay e non come atteso al numero uno mondiale Rustam Zabolotnyi: uno yuko prima è quindi un ippon in contraccolpo, hanno arrestato la scalata azzurra sul secondo gradino del podio che fu di Elios Manzi a Kiev 2011. Un finale di stagione scoppiettante a ripagare le fatiche condivise con la Star Napoli e la sua famiglia.

Stellare la calabro-torinese Sofia Petitto, come D’Angelo vincitrice degli EYOF la scorsa settimana quando si prese la sua meritata rivincita dall’Europeo sfumato. er__28q4866Spumeggiante l’esordio di oggi in cui ha inanellato un tris di ippon ai danni dell’ungherese Tamasi, della temuta spagnola Laura Martínez Abelenda e quindi della francese Shirine Boukli, fulminata con inattesa rapidità in gaeshi. Finalissima tutta europea per l’azzurra, arrivata a fine corsa di fronte alla stellina emergente del judo ucraino Daria Bilodid: a metter fine all’avventura iridata di Sofia, un micidiale sankaku che l’ha costretta alla resa.  Secondo posto per Sofia, nella stessa categoria che a Budapest 2009 e a Kiev 2011, vide in terza posizione Angelina Bombara prima e Sara Romano poi. Da poco trasferita alla Akiyama di Settimo Torinese, anche per Sofia il coronamento di un sogno e dei sacrifici che l’hanno portata lontano da casa.

Più difficile il mondiale di Luca Carlino, Fabrizio Magozzi e Arianna Galliani eliminati al primo turno da tre avversari davvero ostici.

Con l’ottava e la nona medaglia della storia azzurra ai mondiali cadetti, l’Italia apre la rassegna iridata al quinto posto del medagliere per nazioni, dietro alla Russia, regina della prima giornata con un oro e due bronzi, e a Kazakhstan, Ucraina e Bulgaria vincitori di una medaglia d’oro.

È il presidente della Commissione Nazionale Attività Giovanile, Nicola Moraci, a commentare il risultato a fine giornata: “Nonostante le avversità di questa trasferta in Bosnia – buona parte dei ragazzi è infatti rientrata dalla Georgia con risentimenti gastrointestinali non privi di importanza – questi ragazzi stanno dimostrando di essere veramente speciali, sopportando grandi sacrifici, la pressione ma mantenendo almeno nella prima giornata la concentrazione e la motivazione. Quello che mi preme sottolineare è che siamo riusciti a trasmettere una mentalità vincente ai nostri azzurri che stanno salendo sul tatami senza alcun timore o sudditanza psicologica verso i loro avversari. A questa Italia nulla sembra impossibile…”

Domani sarà la volta del re d’Europa Manuel Lombardo con Luca Caggiano, Giovanni Esposito, Giulia Santini, Martina Zamponi e Ludovica Lentini.

 

Clicca qui per i sorteggi

Clicca qui per la diretta streaming

 

 aaa_zpsrhfrxwbz

 


Commenta con Facebook

commenti