Samsun: Giuffrida d’argento!

Samsun: Giuffrida d’argento!

E’ una grande Odette Giuffrida a tenere alti i colori azzurri al Grand Prix di Samsun in Turchia: la giovane romana ha guadagnato la medaglia d’argento dopo una performance che l’ha vista primeggiare su tante atlete ben più esperte di lei. Come la più esperta collega Rosalba Forciniti che la scorsa settimana fu d’argento al [...]

Pubblicato da AC il 28 mar 2014 in Milano

E’ una grande Odette Giuffrida a tenere alti i colori azzurri al Grand Prix di Samsun in Turchia: la giovane romana ha guadagnato la medaglia d’argento dopo una performance che l’ha vista primeggiare su tante atlete ben più esperte di lei.

Come la più esperta collega Rosalba Forciniti che la scorsa settimana fu d’argento al Grand Prix di Tbilisi, oggi è stata la giovanissima Odette Giuffrida a volare alta nei 52 kg: battuta con grandissima caparbietà la russa Antonina Kirievskaya e l’israeliana Gili Cohen che fu medaglia d’oro in Georgia proprio a scapito della Bad Girl azzurra, Odette si è guadagnata la finalissima fermando la plurititolata rumena Andreea Chitu. Soltanto la campionessa del mondo Majlinda Kelmendi è stata capace domare e fermare il fervore azzurro nell’incontro di finale, concluso dunque con una medaglia d’argento. Giovane sì ma fiduciosa, determinata e ben concentrata sul suo obiettivo, Odette si conferma tra le migliori atlete sulla piazza mondiale.

Quinta piazza per Valentina Moscatt che dopo un’ottima partenza ai danni della tedesca tedesca Sonya Wirth, è stata boccata ai quarti dall’ucraina Maryna Cherniak; ottima la ripresa dell’azzurra ai recuperi dove ha superato la turca Dilara Lokmanhekim che però non è riuscita ad essere abbastanza incisiva nella finale per la medaglia di bronzo con l’altra turca Sumeyye Akkus. Un quinto posto agrodolce che conferma comunque anche la torinese tra le prime delle superleggere.

Fermati al primo incontro i due giovani 60 kg Fabio Basile e Carmine Di Loreto che tuttavia stanno crescendo per trovare  la propria dimensione in campo internazionale tra i grandi; non diversa la sorte delle due 57 kg, Alessia Regis e Martina Lo Giudice che si sono imbattute nell’esperienza di due atlete davvero difficili.

Domani sarà la volta di Enrico Parlati, Massimiliano Carollo, Matteo Marconcini, Valentina Giorgis, Jennifer Pitzanti e Giulia Cantoni.

Enrico incontrerà l’esperto ucraino Volodymyr Soroka, Massimiliano se la vedrà col vincente tra il lettone Artemijs Naumovs ed il fratello d’arte Attila Ungvari; nella stessa categoria Matteo se la vedrà con l’austriaco Marcel Otto, lo stesso che cerò di tagliare la strada ad Antonio Ciano ad Oberwart. Tra le ragazze Valentina partirà al suo primo incontro con la mongola Gankhaich Bold, Jennifer incontrerà la vincitrice tra la russa Irina Sordiya e la turca Sukran Bakacak e, nella stessa categoria, Giulia se la vedrà con la croata Barbara Matic che la scorsa settimana ha vinto a Tbilisi.

Il leader dei 73 kg domani sarà il vincitore di Tbilisi Zebeda Rekhviashvili ma anche il plurititolato olimpico ungherese Miklos Ungvari darà del filo da torcere ai suoi avversari…non sarà diverso per il vincitore dell’ultimo Grand Prix di Baku, l’azero Rustam Orujov e per il russo Denis Iartcev, bronzo all’ultima edizione del Grand Prix di Tokio. Gli 81 kg saranno invece insidiati dal brasiliano Victor Penalber, di recente protagonista di incontri spettacolari,ma anche del minaccioso Travis Stevens (USA), d’argento lo scroso week-end a Tbilisi. Tra le altre stelle internazionali anche il belga Joachim Bottieau ed il tedesco Sven Maresch. Dopo la sconfitta in finale per mano di Edwige Gwend lo scorso week-end, Iarden Gerbi cerca la rivincita in Turchia; con lei, tra le favorite a caccia del podio dei 63 kg,anche la statunitense Hannah Martin e la brasiliana Mariana Barros. Nei 70 kg sarà la vicecampionessa mondiale di Rio, Laura Vargas Koch (GER) a partire da testa di serie “numero uno”; con lei cercherà di tornare al trionfo dopo Dusseldorf anche la marocchina Assmaa Niang; dopo un oro mondiale ed un bronzo olimpico a 63 kg, Gevrise Emane, domani tornerà alla sua categoria d’origine dove fu oro mondiale nel 2007 (ed argento nel 2005).

 

Clicca qui per i risultati

Clicca qui per la diretta streaming

 

 

er_007x6165


Commenta con Facebook

commenti