A Samsun Esposito chiude in settima piazza

A Samsun Esposito chiude in settima piazza

Disputa 4 incontri e chiude al settimo posto il Grand Prix in terra turca, a Samsun. Parliamo del campione del mondo juniores, Antonio Esposito. Per il momento di tratta del miglior piazzamento italiano di questa competizione, che si chiude domani con i pesi massimi. Per l’Italia gareggiano Vincenzo D’Arco e Domenico Di Guida.

Pubblicato da Ennebi il 2 apr 2016 in Galway, IRL

La seconda giornata di gara del Grand Prix di Samsun in Turchia si conclude con il settimo posto di Antonio Esposito nella categoria al limite dei 73 kg.

Antonio disputa in totale 4 incontri, superando in ordine l’uzbeco Boboyev per due sanzioni, poi per wazari ed ippon l’atleta del principato di Monaco, Bessi. Arrivano poi due sconfitte rispettivamente con l’atleta turco Vanlioglu, che conclude il suo Grand Prix al terzo posto, e con il portoghese Saraiva, anche lui salirà sul terzo gradino del podio.

Nella stessa categoria, Andrea Regis si ferma al secondo incontro: prima s’impone sul kazako Khamza e poi si ferma di fronte al greco Azoidis, che chiuderà in quinta piazza.

L’altro italiano in gara quest’oggi era Antonio Ciano, che disputa 3 incontri. Antonio s’impone per differenza di sanzioni (3 a 1) sull’atleta lettone Ovchinnikos, già medaglia di bronzo agli Europei nel 2012, e sull’atleta libanese Nicolaos, che supera di ippon e yuko. E’ un waza ari ad impedirgli di accedere ai quarti di finale per mano dell’atleta coreano Wang, numero 14 al mondo, ma nono nella classifica dell’OGQ, vincitore di ben due Masters, il torneo che assegna più punti in assoluto e a cui possono accedere solamente i primi 16 al mondo di ogni categoria.

Il medagliere al momento è guidato dalla Francia, che ha conquistato fin ora 3 medaglie d’oro, 2 di argento e 1 di bronzo. La inseguono la Turchia, padrona di casa, con 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo, e la Corea, con 1 oro ed 1 argento.

Domani vedremo gareggiare a Samsun due atleti entrambi nella categoria al limite dei 100 kg: si tratta di Vincenzo D’Arco e di Domenico Di Guida, quest’ultimo reduce dalla medaglia di bronzo conquistata al Grand Prix di Tbilisi la scorsa settimana.


Commenta con Facebook

commenti