Rosalba Forciniti si colora di Bronzo

29/07/2012 La seconda giornata delle Olimpiadi di Londra 2012 vede protagonista assoluta Rosalba Forciniti, che si aggiudica il bronzo nella categoria al limite dei 52 kg.   Rasalba disputa il primo incontro con la tedesca Romy Tarangul dove si impone grazie ad una somma di ammonizioni.   Nel secondo incontro con la coreana Kyung-Ok Kim, Rosalba domina [...]

Pubblicato da Ciz Bonfy il 4 set 2013 in Londra

29/07/2012 La seconda giornata delle Olimpiadi di Londra 2012 vede protagonista assoluta Rosalba Forciniti, che si aggiudica il bronzo nella categoria al limite dei 52 kg.

 

Rasalba disputa il primo incontro con la tedesca Romy Tarangul dove si impone grazie ad una somma di ammonizioni.

 

Nel secondo incontro con la coreana Kyung-Ok Kim, Rosalba domina per tutti gli otto minuti. L’atleta calabrese al primo minuto di incontro approfitta di una distrazione della coreana per schierarla. L’ippon è annullato dagli arbitri a causa dell’assenza del controllo e l’incontro riprende. A 2’ e 14’’ dalla fine del tempo regolamentare l’arbitro assegna una sanzione a testa per passività. E così si arriva al golden score. Ai tempi supplementari Rosalba è l’unica ad attaccare e la decisione della vittoria allo scadere del golden score è unanime da parte dei tre giudici.

 

In semifinale Rosalba affronta l’atleta della Corea del nord, Kum Ae An, e ha la peggio. La corsa dell’atleta azzurra non è finita qui: c’è da giocare la finale per il bronzo con Marie Muller

 

Contro l’atleta del Lussemburgo, Rosalba arriva fino alla fine del Golden Score in netta superiorità. La decisione dei tre giudici ancora una volta è unanime. Da sottolineare l’ultima azione di Rosalba all’ultimo secondo dal termine dei tempi supplementari che poteva anche essere valutata positivamente.
Complimenti alla nostra Rosalba che ci ha regalato grandi emozioni!

 

Questa mattina è stata la volta anche di Francesco Faraldo, uscito al primo turno eliminatorio per mano dell’ostico spagnolo Sugoi Uriarte, vicecampione del mondo a Rotterdam nel 2009 e quinto a Tokyo nel 2010 nonché numero 8 al mondo.

 

 


Commenta con Facebook

commenti