Sua Maestà le Roi Teddy Riner X

Sua Maestà le Roi Teddy Riner X

Anche se un Re in Francia non si siede su un trono dal 1848 con Re Luigi Filippo I, la Francia e il Mondo del judo hanno il loro Re: Teddy RINER.
In questa prima giornata del Campionato del Mondo Open 2017 in corso di svolgimento a Marrakech (Marocco), RE Teddy RINER, conquista il suo 10°titolo mondiali (8 nella cat. +100 Kg e 2 in quella Open). Un record che sicuramente sarà difficile da battere ma ancor prima da eguagliare, col gigante francese che ha dimostrato di avere ancora fame e di voler arricchire ancora il suo palmares.

Pubblicato da A. Cau il 11 nov 2017 in Iglesias

Anche se un Re in Francia non si siede su un trono dal 1848 con Re Luigi Filippo I, la Francia e il Mondo del judo hanno il loro Re: Teddy RINER.
In questa prima giornata del Campionato del Mondo Open 2017 in corso di svolgimento a Marrakech (Marocco), RE Teddy RINER, conquista il suo 10° titolo mondiale (8 nella cat. +100 Kg e 2 in quella Open). Un record che sicuramente sarà difficile da battere ma ancor prima da eguagliare, col gigante francese che ha dimostrato di avere ancora fame e di voler arricchire ancora il suo palmares.

Se forse il titolo di Teddy RINER era facilmente pronosticabile, la gara odierna ci ha riservato molte sorprese con eliminazioni eccellenti.
Per Teddy RINER, che al primo turno vince agevolmente col kirgiko Iurii KRAKOVETSKII, al secondo turno si ripropone la semifinale dei recenti campionati del mondo di Budapest contro il georgiano Guram TUSHISHVILI, ma stavolta non serve il golden score per decidere il match che il francese vince agevolmente per 2 waza-ari a zero. Nel terzo turno vince contro il tunisino Faicel JABALLAH e nei quarti col mongolo Temuulen BATTULGA.
Nella pool B fa sensazione l’eliminazione del giapponese Takeshi OJITANI, uno dei grandi favoriti della vigilia, nei quarti di finale per mano del cubano Andy GRANDA.
Nella pool C un altro grande favorito che conclude ai quarti la sua corsa verso l’oro è il russo Alexander MIKHAYLIN, eliminato dal belga Toma NIKIFOROV.
Tra i papabili per una medaglia eliminati nel primo blocco di giornata anche il georgiano Varlam LIPARTELIANI, l’olandese Roy MEYER e il greco Ilias ILIADIS, tutti inseriti nella pool D, vinta dal giapponese Kokoro KAGEURA.

Si arriva così al blocco finale che vede le seguenti semifinali: Teddy RINER contro Andy GRANDA e Toma NIKIFOROV contro Kokoro KAGUERA.
Teddy RINER sconfigge per waza-ari al golden score il coriaceo cubano GRANDA, mentre nella seconda semifinale continua l’incredibile giornata del belga Toma NIKIFOROV che sconfigge per ippon il giapponese KAGUERA.
Gli incontri di ripescaggio delineano poi un quadro delle finali per il bronzo piuttosto curioso: sarà un affare di “nazione” in entrambe! Nella prima Giappone vs Giappone con Takeshi OJITANI contro Kokoro KAGUERA e nella seconda Cuba vs Cuba con Alex GARCIA MENDOZA contro Andy GRANDA.

Si giunge così all’atto finale che vede una finale rispettata al 50% dei pronostici con l’altro 50% a sorpresa, a dimostrazione che i veri favoriti lo sono solo fino ad un certo punto.
Teddy RINER parte forte e già dopo 30 secondi conquista un waza-ari con un sumi-gaeshi. Il belga NIKIFOROV non si da per vinto ma i suoi attacchi non sortiscono l’effetto sperato fino al secondo waza-ari del francese, che pieno controllo arriva fino alla fine dello scadere del tempo, dove può mostrare al mondo con le mani le 10 dita ad indicare i 10 titoli mondiali.

Nelle finali per il bronzo medaglie per Takeshi OJITANIAlex GARCIA MENDOZA.


Commenta con Facebook

commenti