Ritiro pre-mondiale: parla il DT Felice Mariani

14/08/2012 Dallo scorso venerdì pomeriggio fino a tutta la giornata di lunedì prossimo saranno in completo riposo gli atleti che prenderanno parte ai prossimi Campionati del Mondo Senior dal 23 al 27 agosto a Parigi. I ragazzi, molto provati dalle dure sedute di allenamento che hanno interessato i giorni scorsi, sono contenti di prendersi qualche [...]

Pubblicato da Ennebi il 26 ago 2013 in

14/08/2012 Dallo scorso venerdì pomeriggio fino a tutta la giornata di lunedì prossimo saranno in completo riposo gli atleti che prenderanno parte ai prossimi Campionati del Mondo Senior dal 23 al 27 agosto a Parigi. I ragazzi, molto provati dalle dure sedute di allenamento che hanno interessato i giorni scorsi, sono contenti di prendersi qualche giorno di relax. Nel centro olimpico di Ostia insieme alla Nazionale italiana si sta allenando il Campione Olimpico e Campione del Mondo, Ilias Iliadis, oramai quasi una presenza fissa. Con loro, due atleti della nazionale macedone, un atleta della nazionale cipriota e alcuni atleti della nazionale georgiana, tra cui il Campione Olimpico di Pechino 2008 nella categoria al limite dei 90 kg, Irakli Tsirekidze. Gli atleti georgiani sono accompagnati da un altro Campione Olimpico, ora tecnico nazionale,Zurab Zviadauri. A coadiuvare il lavoro dei tecnici della nazionale italiana, diretti dal M° Felice Mariani, è arrivato direttamente da Kyoto il giovane allenatore giapponese, Ryosuke Macida, che seguirà gli atleti italiani fino a Parigi.

 

Purtroppo il team azzurro dovrà rinunciare alla presenza in gara del bronzo mondiale, Elio Verde, che nei giorni scorsi ha riscontrato un infortunio al ginocchio sinistro (collaterale e menisco) a 10’’ dalla fine di un incontro di allenamento con l’atleta georgiano. Dopo la seconda visita avvenuta venerdì scorso nella clinica “Villa Stuart”, Elio ci ha fatto sapere che ancora non sa quando potrà tornare alle competizioni. Lo aspettano, ora, molti giorni di terapia. Inoltre, Elio ci ha riferito di essere molto triste per l’accaduto e che seguirà comunque il team azzurro a Parigi per fornire ai ragazzi il suo supporto morale. Questa è la dimostrazione di quanto sia unita la squadra azzurra e ciò ci fa molto piacere. Dal canto nostro, facciamo a Elio un in bocca al lupo per la sua guarigione.

 

Italiajudo ha avvicinato il DT della nazionale italiana, il M° Felice Mariani, che ha gentilmente risposto ad alcune domande.

 

Maestro, in prospettiva dei prossimi mondiali di Parigi, come vede la squadra azzurra dal punto di vista fisico e mentale?

Il prossimo Campionato del Mondo è una tappa molto importante non solo perché si tratta di un campionato mondiale, ma perché consente di accumulare punti preziosi ai fini della qualificazione olimpica. Non sarà un mondiale facile anche perché le Nazioni potranno schierare due atleti per categoria e ciò aumenterà il livello della competizione. I ragazzi avvertono il peso di una gara così importante e qualche giorno di riposo, di recupero e di svago non può che fare bene. A partire da martedì prossimo effettueremo dei lavori di rifinitura e cercheremo di arrivare all’appuntamento di Parigi con la condizione mentale giusta.

 

Da poche settimane state utilizzando un software volto all’analisi degli incontri, da anni utilizzato dalla federazione francese. Di cosa si tratta di preciso e quanto può esservi di aiuto?

L’analisi degli incontri era qualcosa che già veniva fatto da noi tecnici nazionali, ma non in maniera così strutturata. Il software si chiama DARTFISH e consente di analizzare le performance dei propri atleti e degli atleti avversari, di creare un database di informazioni attraverso sintesi statistiche molto efficaci ed efficienti.  Considero questo software come uno strumento di allenamento molto facile ed efficace per mostrare agli atleti i propri errori e i propri punti di forza. Anche perché a volte gli atleti non riescono ad accettare i propri errori. In questo modo, invece, si riesce a renderli più consapevoli delle proprie potenzialità e delle proprie mancanze.

Il supporto video consente di vedere cose che possono sfuggire durante una seduta di allenamento consentendo così di ottimizzare tempo ed energie, e proprio per questo motivo abbiamo aderito ad una cooperativa di nazioni che hanno deciso di utilizzare questo software, condividendo le risorse necessarie ad implementare il database. Per esempio, alla prossima Coppa del Mondo di Roma la federazione italiana fornirà del personale che effettuerà le riprese video degli incontri da inserire nel database per l’analisi strutturata dei combattimenti. Altrettanto faranno le altre Nazioni coinvolte in questa cooperativa.

 

Qual è l’obiettivo in termini di numero di medaglie per i prossimi mondiali?

Non mi sono mai piaciuti i pronostici. Per tradizione, i mondiali non rappresentano una gara fortunata per noi italiani. Infatti, abbiamo solitamente performato meglio alle Olimpiadi pur avendo atleti competitivi, basti pensare a Pino Maddaloni, Girolamo Giovinazzo, Giulia Quintavalle. Il fatto poi che una Nazione possa schierare due atleti per ogni categoria, rende più difficile azzardare un pronostico per i prossimi mondiali. Ad ogni modo, mi piacerebbe sfatare questa tradizione: abbiamo una squadra competitiva e spero di tornare qui ad Ostia con delle belle soddisfazioni.

 

Grazie Maestro e in bocca al lupo!

Crepi!


Commenta con Facebook

commenti