Rio: Italia in sordina

  30/08/2013- E’ un Italia in sordina quella della quinta giornata ai Mondiali di Rio de Janeiro: Assunta Galeone e Walter Facente non hanno superato i turni eliminatori. Nonostante la buona determinazione iniziale anche oggi è mancato lo slancio originale per riuscire a cambiare le carte in tavola.   Assunta parte guardinga con la venezuelana Keivi Pinto ma in poco tempo mette [...]

Pubblicato da A.C il 12 set 2013 in Milano

 

30/08/2013- E’ un Italia in sordina quella della quinta giornata ai Mondiali di Rio de Janeiro: Assunta Galeone e Walter Facente non hanno superato i turni eliminatori. Nonostante la buona determinazione iniziale anche oggi è mancato lo slancio originale per riuscire a cambiare le carte in tavola.

 

Assunta parte guardinga con la venezuelana Keivi Pinto ma in poco tempo mette in chiaro che è lei a gestire l’incontro. E’ trascorso poco più di un minuto quando approfittando di un stasi al suolo dell’avversaria, l’azzurra la stringe nelle morse di un micidiale sankaku: è ippon. Al secondo  turno Assunta si trova di fronte alla padrona di casa Mayra Aguiar, leader della World Ranking List, un bronzo olimpico e due medaglie mondiali già al collo. L’incontro vede assunta ripetutamente in chiusura con le forti prese ma poco attiva per scardinare la brasiliana dall’ostica posizione: sono tre sanzioni ai danni dell’azzurra ad accompagnare i primi tre minuti di gara a cui segue l’uchi-mata del waza-ari carioca a pochi secondi dal termine dell’incontro.

 

E’ determinato fin da subito Walter con Mihail Marchitan, il moldavo in forze agli Emirati Arabi Uniti: già nei primi secondi è l’azzurro a cercare i cambi di ritmo e di direzione trovandosi a lanciare l’avversario in un guizzante tai-otoshi che con poca convinzione in più avrebbe subito chiuso l’incontro. Alla ripresa, con uno yuko azzurro, è Marchitan a crescere cercando di non dare spazio a Walter: fasciando l’azzurro arriva infatti la parità con un pericolosissimo ura-nage. Di nuovo Walter parte all’attacco disturbando con una continua attività di gambe e quindi scoprendosi e prestando il fianco a una poderosa zampata che mette ahinoi fine all’incontro.

 

La quinta giornata di gara ha disperso le medaglie su larga scala: è volato a cuba il titolo maschile con Asley Gonzalez che dopo l’argento di Londra e il bronzo mondiale di Parigi 2011, si è riscattato sul mondo; è invece colombiano il titolo dei 70 kg con Yuri Alvear, già argento a Londra e campionessa mondiale 2009 a Rotterdam; infine va in Korea del nord il terzo e ultimo titolo di questa giornata con Kyong Sol che fa capolino tra le grandi.

 

Nei 70 kg è Yuri Alvear per rimettere il sigillo sul tutolo iridato chiudendo la finale con la tedescaLaura Vargas Koch con un poderoso colpo d’anca. Medaglia di bronzo alla campionessa europea in carica, l’olandese Kim Polling e alla sud-koreana Seong-Yeon Kim. All’ultima competizione della sue carriera deve si accontentare della quinta piazza la campionessa olimpica e tre volte campionessa mondiale Lucie Decosse.

 

E’ la rivelazione Kyong Sol ad aggiudicarsi in 78 kg, dopo una finale vinta con un seoi-nage di giustezza, contro la campionessa mondiale di Rotterdam 2009 Marhinde Verkerk. Le medaglie di bronzo sono andate ai due bronzi olimpici, la brasiliana Mayra Aguiar e  la francese Audrey Tcheumeo.

 

E’ invece una finale di misura quella che si aggiudica Asley Gonzalez, argento a Londra 2012 e bronzo a Paarigi 2011, che con due sanzioni a favore la spunta col georgiano Valram Liparteliani. I bronzi sono andati al campione olimpico di Atene e due volte oro mondiale, Ilias Iliadis e al campione europeo in carica, il russo Kiril Denisov. Da notare che in questa categoria due tra i primi sette classificati sono noti europei della classe juniores: Celio Dias e Krisztian Toth che hanno ben figurato più di tanti dei titolati colleghi.

 

L’ultimo itailano in gara sarà Domenico Di Guida che combatterà domani nella categoria al limite dei 100 kg. Come Walter oggi, Mimmo avrà a che fare con un rappresentante degli Emirati Arabi Uniti di origine moldava, l’ostico Ivan Remarenco. Nella sua semipoule l’olandese Henk Grol, due bronzi olimpici e due argenti mondiali, il due volte campione Panamericano Renan Nunes e il tunisino Anis Ben Khaled, due medaglie ai campionati africani.

 

A Mimmo il nostro in bocca al lupo!

 

 

 

 

Clicca qui per i tabelloni

 

Clicca qui per la diretta streaming

 

 

 

Di seguito le classifiche della quinta giornata.

 

-70 kg

1. ALVEAR, Yuri (COL)

2. VARGAS KOCH, Laura (GER

3. KIM, Seongyeon (KOR)

3. POLLING, Kim (NED)

5. DECOSSE, Lucie (FRA)

5. HWANG, Ye-Sul (KOR)

7. MOREIRA, Antonia (ANG)

7. PORTELA, Maria (BRA)

 

-78 kg

1. SOL, Kyong (PRK)

2. VERKERK, Marhinde1 (NED)

3. AGUIAR, Mayra (BRA)

3. TCHEUMEO, Audrey (FRA)

5. ANTOMARCHI, Kaliema (CUB)

5. ROBERGE, Catherine (CAN)

7. SATO, Ruika (JPN)

7. TURKS, Viktoriia (UKR)

 

-90 kg

1. GONZALEZ, Asley (CU)B

2. LIPARTELIANI, Varlam (GEO)

3. DENISOV, Kirill (RUS)

3. ILIADIS, Ilias (GRE)

5. DVARBY, Joakim (SW0E)

5. TOTH, Krisztian (HUN)

7. BAUZA, Karolis (LTU

7. DIAS, Celio (POR)

 


Commenta con Facebook

commenti