Raffaele Toniolo è il DT della Nazionale

  23/02/2013- Il nuovo direttore tecnico della nazionale maggiore è stato deciso dal consiglio federale del settore judo riunitosi ieri a Roma.   Si tratta del 6° Dan Raffaele Toniolo, nato ad Este 46 anni fa, cresciuto a Torino e dal 1998 trasferitori a Trieste, dove si è sposato con Monica Barbieri. Monica e Raffaele hanno avuto [...]

Pubblicato da Ennebi il 9 set 2013 in Milano

 

23/02/2013- Il nuovo direttore tecnico della nazionale maggiore è stato deciso dal consiglio federale del settore judo riunitosi ieri a Roma.

 

Si tratta del 6° Dan Raffaele Toniolo, nato ad Este 46 anni fa, cresciuto a Torino e dal 1998 trasferitori a Trieste, dove si è sposato con Monica Barbieri. Monica e Raffaele hanno avuto due figlie, Elisa e Veronica, rispettivamente di 12 e 9 anni.

 

I risultati di Raffaele Toniolo degli ultimi due quadrienni alla guida degli atleti cadetti e junior come componente della commissione tecnica giovanile sono a conoscenza di tutti, ai quali si aggiunge un folto curriculum da tecnico di club prima nell’Akiyama Settimo Torinese, poi alla guida della Ginnastica Triestina.

 

Come avevamo anticipato su questa testata, il nuovo DT viene dal mondo manageriale: sono note le abilità gestionali e comunicative di Raffaele Toniolo, dirigente della Insiel S.p.A., società ICT in house della Regione Friuli Venezia Giulia.

 

Raffaele Toniolo sarà affiancato in questa avventura dagli allenatori Pino Maddaloni, responsabile degli atleti maschi, e Dario Romano, responsabile delle atlete donne. Luigi Guidosarà, invece, il responsabile delle squadre militari e universitarie.

 

Come è già avvenuto per lotta e karate, anche nel judo gli atleti junior verranno accorpati ai senior. Da un lato è senz’altro positivo il fatto che i giovani atleti si confrontino con i più grandi, dall’altro manca una figura di riferimento per questa classe di età che speriamo venga individuata il prima possibile, anche al fine da un lato di non appesantire e rendere più gestibile il lavoro di Pino Maddaloni e Dario Romano, dall’altro di fornire un punto di riferimento stabile e duraturo per i giovani atleti under 21.

 

Confermati nella commissione tecnica giovanile Nicola Moraci Laura Di Toma, a cui si aggiunge Sandro Piccirillo, i quali saranno responsabili non solo della classe cadetti, che il nuovo regolamento internazionale ha di fatto trasformato negli under 18, ma anche della classe esordienti, ovvero under 15.

 

A disposizione delle squadre nazionali vi sono un folto numero di tecnici, per lo più giovani: Francesco Bruyere, Erica Barbieri, Paolo Bianchessi, Ylenia Scapin, Roberto Meloni, Emidio Centracchio, Pierangelo Toniolo, Diego Brambilla, Pietro De Luca, Corrado Bongiorno, Paolo Natale, Raffaele Parlati, Olindo Rea, Alessandra Giungi, Girolamo Giovinazzo, Michele Monti, Mario Vecchi, Massimo Sulli, Giuseppina Macrì, Gianni Maddaloni.

 

Aspettiamo l’ufficilità delle nomine per quanto riguarda le commissioni nazionali per essere sicuri dell’accettazione della nomina ricevuta.

 

Un grande in bocca al lupo e buon lavoro a tutti!


Commenta con Facebook

commenti