Precisazione: “Marcia Avanti”? Giammai!

In riferimento ai commenti postati in calce all’articolo pubblicato qualche giorno fa a mia firma su italiajudo.com dal titolo “Marcia Avanti”? Gammai!, voglio esprimere le mie pubbliche scuse a chiunque si sia sentito offesso dalle mie parole. Il linguaggio ovviamente meno formale utilizzato nei commenti, l’enfasi con la quale volevo sostenere le mie ragioni in [...]

Pubblicato da Ennebi il 20 gen 2014 in Dublin, Ireland

In riferimento ai commenti postati in calce all’articolo pubblicato qualche giorno fa a mia firma su italiajudo.com dal titolo “Marcia Avanti”? Gammai!, voglio esprimere le mie pubbliche scuse a chiunque si sia sentito offesso dalle mie parole.

Il linguaggio ovviamente meno formale utilizzato nei commenti, l’enfasi con la quale volevo sostenere le mie ragioni in contrapposizione a quelle espresse dal M. Luigi Guido, che conosco personalmente da molti anni e verso il quale nutro profonda stima, mi hanno portato ad esprimere un concetto in maniera fuorivinate rispetto a cio’ che effettivamente penso. Lungi da me sostenere una cattiva condotta morale in qualita’ di tecnico della nazionale da parte del M. Luigi Guido e dei suoi colleghi e collaboratori.

Mi rendo conto solo a posteriori che le mie parole possono essere interpretate in modo che facciano pensare ad illazioni non corrispondenti alla realta’. A tal proposito, mi cospargo il capo di cenere.

 

Cordialmente,

Ennebi 

(Nicandro Buono, nicandro.buono@italiajudo.com)

 


  1. Marco da Napoli says:

    Secondo me non c’era bisogno. Comunque Italia Judo è grande anche per questo.

  2. Tiziana says:

    Tu non hai offeso nessuno..hai solo espresso il pensiero di tutti….grazie

  3. marco bottinelli says:

    Mi sono letto tutta la polemica in un noioso viaggio in treno e mi sembra che il tono sia un po trasceso a causa di un eccesivo trasporto emotivo, che abbia fatto perdere di vista i fatti passando poisu argomenti secondari come la doppia funzione di allenatori di club e di nazionale che a mio avviso non crea particolari problemi e comune ad altri sport.Il discorso fondamentale e ‘ che bisogna far coesistere una certa gradualita con la legittima possibilita di ogni atleta a partecipare a proprie spese alle gare internazionali dei vari livelli .Il nuovo regolamento pare in effetti perfettibile in vari punti e secondo me sarebbe utile fare una raccolta delle varie proposte da sottoporre alla DTN che liberamente potra trarne magari qualche utile spunto , potendo cosi avere chiarissima la visione della base. Altre polemiche divisioni e richiami al passato lasciamole ad altri sport che possono permetterselo. Forse sono stato troppo democristiano ma la polemica oggi necessariamente deve lasciare spazio alla costruzione di nuovi rapporti tra praticanti e federazione

Commenta con Facebook

commenti