Parigi: tra passato e futuro…

Parigi: tra passato e futuro…

Dopo la prima giornata proiettata al futuro, è plumbeo il bilancio della seconda giornata di gara a Parigi in cui tutti gli azzurri sono stati fermati ai turni eliminatori. Fatale infatti il secondo turno per Antonio Ciano, Walter Facente e Domenico Di Guida: partiti bene rispettivamente col cinese Eri, con l’elvetico Grossklaus e col lituano [...]

Pubblicato da AC il 19 ott 2015 in L'Aquila

Dopo la prima giornata proiettata al futuro, è plumbeo il bilancio della seconda giornata di gara a Parigi in cui tutti gli azzurri sono stati fermati ai turni eliminatori.

Fatale infatti il secondo turno per Antonio Ciano, Walter Facente e Domenico Di Guida: partiti bene rispettivamente col cinese Eri, con l’elvetico Grossklaus e col lituano Lekavicius, battuta d’arresto al secondo incontro per tutti i ragazzi azzurri. Grigio invece il primo turno di Assunta Galeone, eliminata al primo turno per differenza di sanzioni con la spagnola Tort Merino.

Se il medagliere non dà soddisfazioni, il torneo di Parigi 2015 lancia comunque segnali chiari al judo italiano: come tanti denunciavano da tempo – anni forse –, i giovani in gara hanno dimostrato che lasciarli “in soffitta” fino ad ora è stato un “peccato mortale”, una grave perdita di tempo che getta ombre ancora più oscure sulle scelte “strategiche” dei mesi passati. Non diversamente, il guizzo ritrovato di un olimpionico di alto profilo quale è Elio Verde, conferma l’impressione che anche per lui un contesto più favorevole fin dal primo giorno dopo Londra, avrebbe fatto da tempo la differenza: l’inascoltato Toniolo lo diceva in tempi non sospetti…

La ripartenza targata Murakami fa ben sperare: riscoperti i giovani, allargate le file dell’alto livello e incontrati i club dei protagonisti del team “Tokyo 2020”, quali saranno i prossimi ingredienti della ricetta per la “salvezza”? Le speranze di vedere poco a poco realizzati passi importanti sono affidati all’effetto catalizzatore dell’aura nipponica, capace di infondere vigore temerario alla politica ingarbugliata di fine quadriennio.



Clicca qui per i risultati di Parigi

 

 

images

 


  1. Comino says:

    “vigore temerario” – ” aura nipponica” chi si firma? Casali?

Commenta con Facebook

commenti