Oltre 300 es/B per qualificarsi. Forse…

30/01/2013- Oltre trecento atleti di circa 100 club hanno preso parte alla prova del Trofeo Italia 2013 svoltosi nel Pala Mazzola per la 21° edizione del Trofeo “Città di Taranto”, organizzato dal club Nuova Linea Sport.   La competizione è stata molto sentita e ha dato vita a numerose sfide tra gli esordienti B italiani, [...]

Pubblicato da Ennebi il 6 set 2013 in Milano

30/01/2013- Oltre trecento atleti di circa 100 club hanno preso parte alla prova del Trofeo Italia 2013 svoltosi nel Pala Mazzola per la 21° edizione del Trofeo “Città di Taranto”, organizzato dal club Nuova Linea Sport.

 

La competizione è stata molto sentita e ha dato vita a numerose sfide tra gli esordienti B italiani, che hanno registrato i seguenti vincitori:

 

40 kg: Mattia Martelloni

45 kg: Andrea Distefano

50 kg: Patrik Calalesina

55 kg: Lorenzo Coceancigh

60 kg: Matteo Turco

66 kg: Simone Rispo

73 kg: Claudio Gugliotta

81 kg: Nicolò Passalacqua

+81 kg: Valentino Longo

40 kg: Roberta Vilardi

44 kg: Federica Montanari

48 kg: Giovanna Fusco

52 kg: Sara De Marco

57 kg: Anna Fortunio

63 kg: Nicolle D’Isanto

70 kg: Sabrina Fuggetti

+70 kg: Vanessa Origgi

 

Clicca qui per le classifiche complete. 

 

Non può mancare un commento sul criterio di qualificazione della classe di età degli esordienti/B, ovvero gli atleti under 15, ad oggi ancora sconosciuto. Ciò ha di fatto costretto i club di tutt’Italia alla trasferta.

Il PAF 2013 infatti determina l’accesso alla fase finale del Campionato Italiano ES/B sulla base della Ranking List Nazionale 2013 ottenuta mediante i risultati ai Tornei “Città di Taranto”, “Lugo di Romagna”, “Torneo de L’Aquila” e “Città di Vittorio Veneto”.

 

Questa nuova tipologia di qualificazione, sicuramente più idonea per le classi junior e senior, è stata ampiemente criticata da parte della stragrande maggioranza dei tesserati, basti pensare, tanto per rendere l’idea, alla raccolta di firme avvenuta durante lo stage di Bardonecchia, che ha unito circa 50 club sparsi sul territorio nazionale.

 

Il sistema introdotto fa ancora più scalpore perché ignora l’importante crisi economica che stiamo vivendo. Le trasferte di ragazzini sotto i 15 anni, sicuramente non economicamente autonomi, peseranno invetabilmete sul bilancio familiare.

 

Di qui scaturisce la pubblicazione dell’informativa federale del 7 gennaio 2013, che cita:

“Il prossimo Consiglio di Settore riesaminerà gli studi e gli approfondimenti effettuati da diversi anni con lo scopo di formulare un nuovo sistema di qualificazione alle Finali Nazionali, preso atto che quello attuale presenta carenze dal punto di vista tecnico per l’insufficienza in diverse Regioni del numero degli Atleti partecipanti e quindi, con un ingiustificato aggravio di costi organizzativi non più sostenibili.

Le soluzioni percorribili sono due:

a) Accorpamento delle Regioni più piccole

b) Ranking List Nazionale

Il Consiglio di Settore auspica, anche con il contributo dei Tecnici Sociali, di individuare il criterio più funzionale alle esigenze degli atleti e delle Società Sportive.

 

 

Dunque, nonostante vi sia la presa di coscienza che qualcosa che è già stato deliberato vada corretto, ancora non è stata fatta luce su quale sarà il sistema di qualificazione per la classe di età degli Under 15.

Il tempo è poco, fra pochissime settimane si svolgerà l’altro torneo appartenente al circuito del Trofeo Italia e il senso di smarrimento da parte dei Tecnici di mezza Italia continua a cresce sempre più.

 

La speranza, ancora una volta, è che si prenda una decisione chiara sulla questione nel minor tempo possibile.

 

Italiajudo, dal canto proprio, ha inaugurato una rubrica denominata “Libera-mente” in seguito alle innumerevoli email ricevute in questi giorni. L’obiettivo è raccogliere e pubblicare le proposte provenienti dai tesserati, accogliendo l’invito federale avvenuto con l’informativa del 7 gennaio scorso. Che sia un nuovo modo di partecipare alla vita federale?

 

 

 

 

Libera-mente: in dialogo per crescere

 


Commenta con Facebook

commenti