Matteo Piras bronzo in Bulgaria!

Matteo Piras bronzo in Bulgaria!

La Bulgaria sorride a Matteo Piras, il caparbio torinese che ieri, nella prima giornata del Continental Open di Sofia, ha scalato i 66 kg salendo sul terzo gradino del podio. In una giornata quasi perfetta Matteo ha messo alla berlina il bielorusso Vae Tutkhalian e l’esperto e tutt’altro che “scontato” Jasper Lefevre (BEL) prima di [...]

Pubblicato da AC il 7 feb 2015 in Monza

La Bulgaria sorride a Matteo Piras, il caparbio torinese che ieri, nella prima giornata del Continental Open di Sofia, ha scalato i 66 kg salendo sul terzo gradino del podio.

In una giornata quasi perfetta Matteo ha messo alla berlina il bielorusso Vae Tutkhalian e l’esperto e tutt’altro che “scontato” Jasper Lefevre (BEL) prima di essere fermato ai quarti dalla nuova stella kazaka, Yerassyl Sakenuly poi vincitore della categoria. NePirasll’incontro di recupero Piras ha fulminato lo sloveno Luka Harpf, prima di prendere definitivamente il sopravvento sull’olandese Junior Degen, aggiudicandosi la medaglia di bronzo.

Dopo la quinta piazza di Miami lo scorso agosto, per Matteo quello di Sòfia è il primo risultato di peso nel circuito internazionale: un bronzo che vale oro se si pensa che l’azzurro  non vive di judo – almeno per ora –, ma oltre ad allenarsi come un professionista, studia all’università di Torino e lavora per mantenersi una “costosa passione”.

Sul tatami bulgaro questo fine settimana anche Elena Moretti, Anna Righetti, Valentina Giorgis, Martina Lo Giudice, Andrea Regis e Antonio Ciano che dopo una buona partenza si sono fermati ai turni eliminatori. Eliminati purtroppo al primo turno Gesualdo Scollo, Giuliano Loporchio, Waletr Facente, Maria Centracchio e Valeria Ferrari.

Ad aggiudicarsi la classifica per nazioni la delegazione nipponica, capace di mietere vittime anche senza titolari; dietro al Giappone, le squadre di Olanda, Francia e Ucraina in gara con le nurove leve affiancate ai colleghi più esperti.

La prossima settimana riflettori internazionali sul “Palapellicone di Ostia” per la tappa Italiana del circuito riservata alle categorie maschili: ben 28  gli azzurri convocati.

 

Clicca qui per le classifiche

 

Aggiornamento: 08/02/2015, ore 22:06


  1. Francesco says:

    Non sarebbe giusto e onesto che chi fa medaglia in queste competizioni venga rimborsato dalla fijlkam?,

  2. Porcari Giuseppe says:

    Nel ringraziare l’atleta PIRAS MATTEO e tutti gli altri atleti che con grande impegno e passione portano avanti le sorti del JUDO Italiano riprendo il pensiero di Francesco rimarcando che non solo sarebbe GIUSTO e ONESTO che la FIJLKAM rimborsasse gli atleti che fanno medaglia nelle competizioni internazionali DIREI CHE SAREBBE DOVEROSO, visto che a trarne i vantaggi verso le istituzioni dello sport Italiano, e’ la stessa Federazione.
    Ma la nostra federazione e’ assente, non solo verso il doveroso riconoscimento sportivo dei suoi atleti, anche verso il rispetto che deve a tutte le societa’ ed i dirigenti che lavorano per la stessa federazione. Siamo, ormai, in molti a chiedere che la Federazioni risponda, con un atto di coraggio, mettendo mano allo Statuto, che e’ ormai riconosciuto da tutto il mondo sportivo (CONI),non democratico e non consono alle norme che lo stesso CONI ha nei suoi regolamenti a cui tutte le federazioni si devono uniformare.
    Quando vedremo questo atto di coraggio? Cosa fanno i nostri Consiglieri Federali? Non sentono questa grande responsabilita?
    Aspettiamo risposte.

Commenta con Facebook

commenti