Matteo Marconcini vince quattro incontri e vola in semifinale

Matteo Marconcini vince quattro incontri e vola in semifinale

Dopo aver messo in riga Mrvaljevi, Bottieau, Ungvari e Otgonbaatar, questo pomeriggio sarà la volta dell’iraniano Mollaei, attualmente numero 8 al mondo.

Pubblicato da Ennebi il 31 ago 2017 in Budapest, Ungheria

Matteo Marconcini vince quattro incontri e vola in semifinale. Vediamo nel dettaglio gli incontri disputati dall’atleta toscano.

Il primo incontro è abbordabile: il montenegrino Srdjan Mrvaljevic viene facilmente superato di waza ari conseguito grazie ad un o uchi gari avvenuto a pochi secondi dalla fine dei tempi regolamentari. L’incontro fino a quel momento era stato molto equilibrato.

Al secondo turno eliminatorio si ripete un incontro già visto a Rio lo scorso anno tra Matteo e il belga Joachim Bottieau. L’esito non cambia, ancora una volta l’atleta toscano ha la meglio. L’incontro si chiude al golden score, dopo che l’atleta belga, allenato da Damian Martinuzzi, è riuscito ad uscire da una immobilizzazione per tre volte. Alla terza, Matteo ne approfitta per eseguire una leva articolare al braccio e portarsi l’incontro a casa.

Al turno successivo l’aspetta il padrone di casa, il numero 3 al mondo Attila Ungvari. Il ventottenne ungherese non si è mai piazzato sul podio di una kermesse iridata e vorrebbe farlo sotto gli occhi del proprio pubblico. Peccato che Matteo Marconcini gli nega l’impresa a suon di waza ari di seoi nage. Ed è in quest’occasione, subito dopo la vittoria con Ungvari, mentre scende dal tatami della Sport Arena di Budapest, che Matteo metaforicamente scaglia una freccia al cielo.

Dopo una quindicina di minuti, arriva il momento dei quarti di finale, con il mongolo Otgonbaatar. Matteo domina: prima si porta in vantaggio di waza ari, poi chiude d’ippon, anche se la terna arbitrale, che evidentemente si era presa un break, lo giudica inizialmente waza ari. La tecnica è ancora una volta la stessa, il suo fulmineo seoi nage.

Questo pomeriggio c’è la semifinale con l’iraniano Mollaei, attualmente numero 8 al mondo.

 


Commenta con Facebook

commenti