Mascetti, Basile e D’Arco protagonisti a Glasgow

Mascetti, Basile e D’Arco protagonisti a Glasgow

Mascetti, Basile e D’Arco sono stati i protagonisti azzurri del fine settimana d’Open tra Glasgow e Lisbona: un argento e due bronzi sul fronte inglese, un quinto e un settimo su posto su quello portoghese preludono positivamente al prossimo appuntamento internazionale che vedrà impegnati i migliori nel Grand Slam di Parigi, ma soprattutto mettono brio [...]

Pubblicato da AC il 10 ott 2015 in

Mascetti, Basile e D’Arco sono stati i protagonisti azzurri del fine settimana d’Open tra Glasgow e Lisbona: un argento e due bronzi sul fronte inglese, un quinto e un settimo su posto su quello portoghese preludono positivamente al prossimo appuntamento internazionale che vedrà impegnati i migliori nel Grand Slam di Parigi, ma soprattutto mettono brio alla corsa olimpica che fino a poco tempo fa pareva quasi “blindata”.

Best performer della giornata Alessio Mascetti, secondo classificato all’open inglese in cui ha superato con determinazione gli inglesi Melbourne e Schofield, subendo purtroppo lo sloveno Matjaz Ceraj in finale.

Bronzo inglese per Fabio Basile e Vincenzo D’Arco, rispettivamente alla prima e alla seconda medaglia nel circuito di qualificazione olimpica: Fabio ha superato alla grande l’inglese Dewar, il caparbio francese Ottaviani e lo sloveno Jereb, prima della battuta d’arresto in semifinale con il secondo francese Mathias Boucher; tutta sua la finale per il bronzo in cui l’inglese Aaron Turner ha avuto poco da dire di fronte al talentuoso torinese; superati alla grande l’argentino Baccino e l’inglese Fletcher, Vincenzo s’è invece arreso al talento britannico Philip Awtialcaraz, ristrovando però il guizzo vincente nell’incontro di finale col turco Anis Ben Khaled. Quinta piazza per Antonio Ciano che, partito bene col turco Yucel, ha ceduto alla stellina nascente olandese Frank De Witt, per ritrovarsi al recupero con il neozelandese Pavlinic e quindi con l’inglese Stuart McWatt che ha avuto la meglio nell’incontro decisivo.

E’ stata invece Anna Righetti la migliore in terra portoghese: tra le poche non-professioniste del judo d’alto livello, Anna s’è battuta alla grande ottenendo sul campo il miglior risultato in un open certo non facile che ha visto in gara pezzi da novanta come la campionessa Kelmendi, Gjakova, Lima e Vargas Koch. Superate la portoghese Almeida, la russa Khovmentoskaia e la svizzera Amaron, l’azzurra è stata fermata dall’altra elvetica Fabienne Kocher e si è purtroppo dovuta arrendere alla giovane israeliana timna Nelson Levy che ha avuto la meglio nell’incontro di finale. Nella stessa categoria, settima piazza invece per la siciliana Martina Lo giudice, partita bene con la russa Salnikova e con la portoghese Babcenco, quindi purtroppo superata dalla francese Benarroche e dall’israeliana Nelson Levy.

La prossima settimana i grandi del judo faranno tappa ad Ostia per l’Olympic Training Camp che prepara il Grand Slam francese: grande attesa per il Torneo di Parigi 2015, a cui l’Italia tornerà a partecipare con interessanti novità.

 

Clicca qui per i risultati di Glasgow

Clicca qui per i risultati di Lisbona

 

 


Commenta con Facebook

commenti