Martina Lo Giudice si colora di bronzo al Grand Prix de L’Aia

Martina Lo Giudice si colora di bronzo al Grand Prix de L’Aia

Martina Lo Giudice conclude il Grand Prix de L’Aia al terzo posto, conquistando ben 700 punti in più nella ranking list mondiale, punteggio identico a quello che si guadagna in caso di vittoria di un Campionato d’Europa.

Il Kosovo conquista la prima piazza provvisoria del medagliere per nazioni con ben due vittorie, conquistate dalle uniche due atlete che schierava quest’oggi, si tratta di Distria Krasniqi vincitrice della categoria dei 52 kg e di Nora Gjakova vincitrice nei 57 kg.

Pubblicato da Ennebi il 17 nov 2017 in Barcellona, ESP

Sorride all’Italia la prima giornata del Grand Prix de L’Aia, nei Paesi Bassi: Martina Lo Giudice, una dei 5 atleti azzurri impegnati quest’oggi nel Grand Prix olandese, conclude la propria corsa nella categoria al limite dei 57 kg al terzo posto. Una medaglia importante per l’atleta azzurra che potrà beneficiare di ben 350 punti in più nella ranking list mondiale, punteggio identico a quello che si guadagna in caso di una medaglia di bronzo in un Campionato d’Europa. Si tratta del primo podio in un Grand Prix per l’atleta azzurra allenata dalla campionessa Ylenia Scapin.

Il Kosovo conquista la prima piazza provvisoria del medagliere per nazioni con ben due vittorie, conquistate dalle uniche due atlete che schierava quest’oggi, si tratta di Distria Krasniqi vincitrice della categoria dei 52 kg e di Nora Gjakova vincitrice nei 57 kg. In seconda piazza troviamo la Mongolia, con un oro e due bronzi, mentre in terza piazza si posiziona la Turchia, con un oro conquistato.

Di seguito i podi della prima giornata del Grand Prix de L’Aia.

Categoria 48 kg

S’impone su tutti l’ucraina Daria Bilodid che nella finalissima fa fuori la kazaka naturalizzata mongola Otgontsetseg Galbadrakh, che prima del cambio di nazione si trovava in seconda posizione al mondo, grazie anche al terzo posto conquistato alle Olimpiadi di Rio 2016. Taciana Cesar della Guinea e Katharina Menz dalla Germania di piazzano al terzo posto di questa categoria di peso.

GP The Hague 2017 -48KgCategoria 52 kg

La numero 1 dei 48 kg, Urantsetseg Munkhbat, si accontenta della terza piazza nella categoria superiore dei 52 kg dopo aver perso ai quarti di finale per mano della talentuosa atleta kosovara Distria Krasniqi, che ha poi concluso in prima piazza. Fa il colpaccio invece , la spagnola Estrella Lopez Sheriff, che chiude al secondo posto nella sua prima medaglia in un Grand Prix. Altro nome importante nel gradino più basso del podio con belga Charline Van Snick. 

GP The Hague 2017 -52Kg

Categoria 57 kg

Come già accennato, Nora Gjakova vince nei 57 kg imponendosi sulla tedesca Theresa Stoll, che sale sul podio a L’Aia assieme alla sorella gemella Amelie, piazzatasi al terzo posto. La messinese Martina Lo Giudice conquista il suo primo podio in un Gran Prix. Martina disputa 5 incontri, imponendosi dapprima sulla polacca Podolak grazie ad un waza-ari conseguito durante il golden score, poi é la volta della serba Rogic, anche lei eliminata al golden score. Un waza-ari alla spagnola Equisoain é sufficiente per assicurarsi l’accesso alla semifinale, dove la ferma la tedesca Theresa Stoll. Nella finale per il bronzo, dopo 2 minuti e 44 secondi, Martina costringe l’altra polacca in gara Borowska ad accontentarsi della quinta piazza.

GP The Hague 2017 -57Kg

Categoria 60 kg

Bekir Ozlu consente alla Turchia di guadagnarsi il terzo posto provvisorio nel medagliere per nazioni. Nella finalissima s’impone sul britannico Ashley McKenzie. A parimerito troviamo i due mongoli, Amartuvshin BayaraaAmartuvshin Dashdavaa.

GP The Hague 2017 -60Kg

Categoria 66 kg

L’oro della Mongolia viene assegnato quest’oggi a Baskhuu Yondonperenlei il quale nella finalissima riesce a far fuori il serbo Yakub Shamilov vincitore del Grande Slam di Abu Dhabi del 2016. Il giovane 21enne Alberto Martin Gaitero ben figura nella nuova categoria chiudendo al terzo posto al peri merito del russo Islam Khametov.

GP The Hague 2017 -66Kg


Commenta con Facebook

commenti