Manuel Lombardo: «Non ho mai lavorato così tanto»

Manuel Lombardo: «Non ho mai lavorato così tanto»

Manuel Lombardo vince il suo primo Campionato d’Europa Seniores, dopo aver conquistato un oro nella classe cadetti (Sofia 2015) e l’oro nella classe juniores (Sofia 2018). Italiajudo vi propone le dichiarazioni rilasciate da Manuel a fine gara durante la conferenza stampa.

Pubblicato da Redazione il 16 apr 2021 in Italia

Congratulazioni per la medaglia d’oro. Sei tornato a vincere e l’hai fatto alla grande. 

Non ho mai lavorato cosi tanto per recuperare da un periodo non ottimale e sono contento che oggi ho raccolto i frutti scaturiti da una preparazione molto importante.

Che cosa non ha funzionato in passato? 

Una delle cose che non ha funzionato è stata una mancanza di lavoro che non pensavo di avere. Ad esempio, non ho mai fatto pesi e ho sempre dedicato poco tempo alla preparazione fisica. Per lo più, mi sono sempre concentrato su una preparazione molto funzionale e nel fare tanto judo. Tra l’Europeo del 2020 e i Masters di inizio anno, nel periodo in cui ci si allenava e si gareggiava ad intermittenza a causa del Covid, mi sono ritrovato fisicamente in condizioni non ottimali. È stato molto difficile tornare in gara da numero uno del ranking mondiale e perdere per due volte di fila al primo incontro. Oggi mi sento molto sollevato.

Qual e la tua strategia prima delle Olimpiadi di Tokyo? Ti vedremo al Mondiale? 

Penso di partecipare al Mondiale, anche se l’obiettivo è l’Olimpiade. Il Mondiale è di una quelle gare che mi tiene sveglio la notte, forse per quello che è successo a Tokyo, forse perché mai nessun atleta italiano maschio è riuscito a salire sul gradino più alto del podio. Mi piacerebbe fare il Mondiale con la consapevolezza che si tratta di una gara intermedia prima delle Olimpiadi e che comunque dovesse andare, bene o male che sia, non avrebbe nessuna incidenza sull’appuntamento olimpico.


Commenta con Facebook

commenti

Leave a Reply