Arriva “L’oro di Scampia”

Arriva “L’oro di Scampia”

Dal libro “La mia vitas portiva” alla fiction: il 10 ototbre uscirà per la prima nelle sale cinematografiche “L’ORO DI SCAMPIA”, la fiction RAI sulla vita del maestro Gianni Maddaloni.

Pubblicato da Mimmo d'Angelo & AC il 29 set 2013 in

Dal libro “La mia vita sportiva” alla fiction: tra pochi giorni uscirà per la prima nelle sale cinematografiche  “L’ORO DI SCAMPIA”, la fiction RAI sulla vita del maestro Gianni Maddaloni.

Con la regia di Marco Pontecorvo, sarà Beppe Fiorello ad interpretare il maestro Gianni, incarnando le virtù del “maestro della strada” in un quartiere dove la camorra la fa da padrone.

L’ORO DI SCAMPIA, è infatti una storia di riscatto che racconta i sacrifici di una famiglia premiati da tante vittorie come quelle dei figli più giovani di Gianni, Marco e Laura e dei tanti campioni targati “Maddaloni”, fino alla medaglia più prestigiosa, l’oro olimpico di Pino a Sidney nel 2000. L’ORO DI SCAMPIA è anche e soprattutto il riscatto di un quartiere flagellato dalla malavita in cui la piccola palestra dei Maddaloni – “la Tana delle Tigri” – diviene avamposto della lotta alla criminalità perché salva tanti ragazzi istruendoli ai valori positivi attraverso il judo.

Il ricordo del maestro Bubani che prende questo giovane Gianni e lo indirizza per la buona strada, il ricordo di tanti ragazzi, manovalanza della camorra, usciti dal tunnel della mala grazie al maestro capace di coinvolgerli e di trascinarli nella piccola palestra di Miano, completeranno la favola della prima fiction italiana che parla di judo.

Nel cast, con Beppe Fiorello e Anna Foglietta, anche tanti giovani judoka dello Star Judo Club e di numerose società campane chiamati a Scampia per interpretare la fiction proprio nel quartiere e nella palestra dei Maddaloni.

Anteprima, il 10 ottobre alle 21, al cinema-teatro Ambasciatori di Napoli; a gennaio la trasmissione in prima serata su Rai Uno.

 

 

Clicca qui per l’intervista rilasciata da Gianni Maddaloni a Radio 24

 

 

location l'Oro di scampia

 


Commenta con Facebook

commenti