Lignano: ancora una buona Italia!

Lignano: ancora una buona Italia!

Si conferma di altissimo livello la seconda giornata dell’European Cup Juniores di Lignano, unica tappa azzurra dell’IFJ World Tour organizzata dal Judo Kuroki Tarcento col supporto del Comitato Regionale FIJLKAM Friuli Venezia Giulia. Non è tornato l’oro per gli azzurri che ieri hanno trionfato con Manuel Lombardo a cui hanno fatto seguito gli argenti di [...]

Pubblicato da AC il 27 apr 2014 in Monza

Si conferma di altissimo livello la seconda giornata dell’European Cup Juniores di Lignano, unica tappa azzurra dell’IFJ World Tour organizzata dal Judo Kuroki Tarcento col supporto del Comitato Regionale FIJLKAM Friuli Venezia Giulia.

Non è tornato l’oro per gli azzurri che ieri hanno trionfato con Manuel Lombardo a cui hanno fatto seguito gli argenti di Elisa Adrasti e Miriam Boi e i bronzi di Elios Manzi, Matteo Medves e Maria Centracchio. Tuttavia un’ottima formazione ha messo a segno un argento, tre medaglie di bronzo e due quinti posti anche nelle ostiche categorie pesanti.

In una categoria poco affollata Eleonora Geri (+78 kg) è stata fermata solo dalla fascinosa serba Milica Zabic, campionessa europea in carica. Ottimo l’altro incontro disputato dall’azzurra che si è imposta con determinazione sulla polacca Zaleczna.

Terzo gradino del podio per Melora Rosetta (78 kg) che dopo un inizio arduo con la longilinea Klara Apotekar (SLO), ha messo in gioco le sue carte migliori per superare la serba Bodirogic, la compagna di squadra Zuliani ed accedere alla finale per il bronzo con la belga Katrien Johnson, superata con un deciso ippon.

Medaglia di bronzo anche per Nicolas Damico (100 kg), al suo ritorno sul podio di Coppa Europa dopo una lunga assenza post-infortunio. Questa mattina l’azzurro non ha fatto sconti al polacco Moskal ed al montenegrino Vukic, prima della perniciosa semifinale con l’ucraino Anton Savytsikiy che l’ha travolto in un possente ippon. E’ stato invece Nicolas il più rapace nella finale per il bronzo dove con una violenta spazzata ha sorpreso l’austriaco Maximilian Hagender.

Bronzo infine per il catanese Andres Felipe Moreno (+100 kg). Partito con facilità ai danni dello sloveno Grum, il giovane azzurro ha spuntato con astuzia il secondo turno quasi allo scadere, grazie alle sanzioni inflitte all’ostico tedesco Elm; fatale per lui l’incontro-scontro col serbo Zarko Culum che l’ha schiantato con potenza. Andres ha quindi disputato la finale per il bronzo con l’altro azzurro Nicola Becchetti a cui non ha lasciato tregua per un solo secondo, fino al fragoroso ippon allo scadere.

Quinta piazza per Nicola Becchetti, che s’è mostrato in buona forma fino allo scontro con Moreno, e per un buon Davide Pozzi a cui è mancata solo la medaglia per coronare una gara combattuta alla grande. Settima Giulia Zuliani.

La giornata di oggi ha visto brillare la nazionale Francese, giunta in Italia con una straordinaria formazione femminile che nelle due giornata ha vinto il medagliere per nazioni con tre ori e un argento. Tre ori nelle categorie maschili per Israele ma, che si piazza alle spalle dei francesi, seguita dalla serbia con i due ori nei massimi maschili e femminili, un argento ed un bronzo. Quarto posto per l’Italia che nelle due giornate di gara ha totalizzato diecvi medaglie (1 3 6), quattro quinti e quattro settimi posti. Otto le medaglie di un’ottima delegazione tedesca, sette quelle dell’ostico Azerbaijan che ha raccolto molto soprattutto nei pesi leggeri anche se oggi ha espresso alcune individualità davvero micidiali.

Il prossimo appuntamento del World Tour Junior sarà a Kaunas in Lithuania, il 10 e l’11 maggio.

 

Clicca qui per i risultati

 


Commenta con Facebook

commenti