Libera-mente con Nicola Tempesta e Calaudio Pollio

Libera-mente con Nicola Tempesta e Calaudio Pollio

Ci addolorano le dimissioni rassegnate di Matteo Pellicone, che per motivi personali ha lasciato la guida della FIJLKAM. Non possiamo non ricordare con affetto e stima il suo operato, il suo impegno e la sua tenacia profuse per la promozione delle discipline del Judo, della Lotta, del Karate e delle Arti Marziali. I risultati raggiunti [...]

Pubblicato da Nicola Tempesta e Claudio Pollio il 9 dic 2013 in Napoli

Ci addolorano le dimissioni rassegnate di Matteo Pellicone, che per motivi personali ha lasciato la guida della FIJLKAM. Non possiamo non ricordare con affetto e stima il suo operato, il suo impegno e la sua tenacia profuse per la promozione delle discipline del Judo, della Lotta, del Karate e delle Arti Marziali. I risultati raggiunti in oltre trenta anni di dedizione di Matteo Pellicone alla guida della Federazione, ci inorgogliscono ed inorgogliscono tutti gli appassionati delle discpline sportive e ci fanno sentire fieri di appartenere alla grande famiglia della FIJLKAM.

Si apre ora un grandissimo vuoto che difficilmente può essere colmato. Oggi siamo tutti chiamati a fare uno sforzo nel ricercare una personalità che sappia tenere uniti tutti con la medesima passione, impegno e diligenza di Matteo Pellicone. Occorre che si ricerchino insieme le personalità giuste che sappiano, come il nostro Matteo, trovare il modo di condividere scelte e strategie che ci facciano tenere alto l’onore di essere stati campioni e di volere che altri raggiungano i livelli più alti dell’olimpo sportivo.

Non possiamo tirarci indietro!

La prosecuzione del progetto FIJLAKM oggi è ancora di più nelle nostre mani. Nelle mani di persone che avranno il compito di mantenere alto il livello, che sappiano con passione, giustizia, serietà e rigore fare il bene dei nostri ragazzi e fare in modo che tutti si sentano di appartenere ad una grande famiglia.

Il nostro compito nella società è più alto di quello che ci può apparire. I campioni che forniamo con l’esempio ed il sacrificio saranno cittadini europei ed un faro acceso nella società in cui vivranno. Se fino ad oggi la grandissima personalità e professionalità del Presidente Pellicone ha fatto passare in secondo piano la scelta del presidente, essendosi egli profuso con grande generosità, riscuotendo la fiducia incondizionata della nostra grande famiglia per oltre trenta anni, oggi occorre che si faccia uno sforzo e si condivida con serietà e sagezza la scelta del nuovo Presidente e del modello federale a cui dobbiamo ispirarci, facendo tesoro di ciò che accade in tutte le altre federazioni sportive.

Occorre che si sia la possibilità a tutti noi di partecipare alla discussione democratica sulla scelta degli Uomini e delle Donne che avranno il compito di rappresentarci e guidarci. Occorre che si provveda immediatamente a mettere in agenda la modofica dello statuto federale che ci consenta di liberare le tante energie e le personalità in grado di proporsi alla guida della FIJLKAM.

Dopo il Presidente Pellicone ci aspetta un futuro incerto come sono state incerte le nostre vittorie fino a prima che vincessimo! Il risultato democratico cui dobbiamo per dovere tendere ci impone di proporre alla grande famiglia cui apparteniamo di fermarci a riflettere affinché non si compiano scelte affrettate e “definitive”, affiché tutti si sentano rappresentati. Per onorare l’operato del nostro Presidente Matteo Pellicone, occorre con urgenza modificare lo Statuto federale, come da più parti anche sostenuto, rendendolo maggiormente democratico e partecipativo, facendo in modo che il futuro presidente sia scelto dall’Assemblea al momento del voto senza alcuna “predeterminazione”. Oggi occorre che si nomini un presidente/commissario con un breve mandato cui affidare tale compito.

Al nostro Presidente va tutto il nostro affetto, stiam ed apprezzamento e siamo sicuri che egli saprà comprendere pienamente le ragioni del nostro appello appoggiandolo. Sursum Corda.

 

Nicola Tempesta e Claudio Pollio


  1. 8FJudo says:

    Ma a proposito… quanto bisognerà attendere sto benedetto PAF2014?????? Il DT Toniolo in live streaming di Lignano avva detto che sarebbe dovuto uscirè domenica o in questi giorni…

  2. Luigi Guido says:

    E’ encomiabile che in un momento così particolarmente doloroso si pensi a pianificare la propria attività ed in particolare al PAF 2014…comunque, nonostante tutto poichè pronto da qualche giorno, oggi è stato inviato ai Comitati Regionali il regolamento di partecipazione all’attività Internazionale 2014. Magari lasciamo passare ancora un paio di giorni, per rispetto ad un grande Uomo che purtroppo ci ha lasciato, cosicchè tutta la struttura Federale abbia modo di porgere al Dott. Pellicone il saluto che merita, e arriverà anche il PAF 2014…

    • Erminia Zonno says:

      Caro Luigi,
      molto spesso non è la dedizione al lavoro a spingere alcuni uomini ad andare di fretta!! Molto spesso è la consapevolezza che il fermarsi, anche solo un attimo, li costringerebbe a rendersi conto che nessuno si fermerebbe a spendere una sola lacrima per loro!

  3. Alberto Di Francia says:

    ARRIVEDERCI MATTEO ?.
    Ogni volta che un parente o una persona amica ci lascia mi interrogo sul mistero della vita e della morte. Purtroppo non possedendo, io, il dono assoluto della Fede, la scomparsa delle persone che ho amato o stimato o comunque conosciute lascia dentro di me una incertezza un vuoto che si rinnova ogni volta.
    Matteo Pellicone è stato per me un punto di riferimento, un amico, un consigliere disinteressato. Egli mi ha onorato della sua amicizia. Quando nelle vicissitudini, non sempre positive, che la permanenza nella Federazione mi arrecava avevo una persona con la quale sfogarmi e che sempre, dico sempre, mi riconciliava con un mondo con il quale non sempre mi ritrovo e mi riconosco.
    Ora di Matteo posso ricordare la sua grande forza d’animo, il suo coraggio in un momento che per chiunque di noi è e rimarrà un momento difficile della nostra vita.
    In questo momento mi piace pensare che, forse, esiste un mondo dove le persone giuste come Matteo e come tanti altri con i quali ho passato gran parte della mia vita in un mondo difficile fatto, anche di meschinità e invidie, dove ritrovarsi con lo spirito giusto con il buonumore e l’ironia che erano la dote principale di Matteo Pellicone.
    Grazie Matteo ora so e mi accorgo di cosa sei stato per tutti noi, di quanto eri necessario e quanto hai dedicata in ogni istante alla crescita della Federazione.
    Forse per questo, che è comunque un momento triste, mi piace dire “ARRIVEDERCI MATTEO ARRIVEDERCI PRESIDENTE” ?.
    Alberto Di Francia

  4. Zanesco Claudio says:

    Delle persone che ho conosciuto e con cui ho avuto a che fare nel mondo del judo ricordo soprattutto, Urrata Gianni arbitro e maestro appassionato, Giorgio Sozzi e non mi dilungo oltre per spiegare quello che ha fatto, Maurizio Bignami, per me il più doloroso addio, Cesare Barioli un MAESTRO, Ubaldo Paschini, un secondo padre, ora il Presidente Pellicone, mi piace pensare che prima o poi quando toccherà a me, arriverò su un tatami e ricominceremo a discutere come quando eravamo qui.

Commenta con Facebook

commenti