A Leibnitz Carlino d’oro tra gli juniores. Italia 6° nel medagliere

A Leibnitz Carlino d’oro tra gli juniores. Italia 6° nel medagliere

Resoconto della Junior European Judo Cup 2017 disputata a Leibnitz

Pubblicato da A. Cau il 4 giu 2017 in

A Leibnitz, in Austria, nella Junior European Judo Cup, ottima prova della nazionale italiana che si piazza al 6° posto del medagliere grazie alla medaglia d’oro di Andrea Carlino (-55 Kg), alle 3 medaglie d’argento di Luigi Brudetti (-66 Kg), Giovanni Esposito (-73 Kg), Christian Parlati (-81 Kg) e alle 3 medaglie di bronzo di Angelo Pantano (-60 Kg), Samuele Fascinato (-66 Kg) e Salvatore D’Arco (-81 Kg).

Andrea CARLINO, ha disputato quattro incontri, superando sempre per ippon nell’ordine il kazako Dauren SYUKENOV, il compagno di squadra Mattia MARTELLONI, nella semifinale l’azero Aghabay AGHAZADA e in finale il russo Murtaz SHERIEV.

Luigi BRUDETTI, ha disputato cinque incontri. Nel primo ha superato per ippon l’austriaco Jonathan GEHMAYR, nel secondo il kazako Bauyrzhan SAGYNGALIULY, nel terzo il francese Daniel JEAN. In semifinale supera il tagiko Somon MAKHMADBEKOV, ma in finale deve arrendersi al kazako Sunggat ZHUBATKAN.

Giovanni ESPOSITO, cinque incontri disputati. Nel suo cammino verso la finale supera in serie l’israeliano Yehonatan ELBAZ, il kazako Akylbek SERIK, il francese Etienne DELVERT e il kazako Kuan BARYS. In finale deve arrendersi al russo Alexandr KOLESNIK.

Christian PARLATI, anche per lui 5 incontri e cammino netto fino alla finale. In serie sconfigge il russo Fuad KHASPLADOV, l’olandese Mauk MOERMAN, il kazako Assylan SAGITBEK e in semifinale il compagno di squadra Salvatore D’ARCO. In finale deve arrendersi al tedesco Tim GRAMKOW.

Angelo PANTANO, cinque incontri, nei primi tre vittore contro il francese Vincent SORGIATI, l’ungherese Peter BOGNAR e il compagno di squadra Diego REA. In semifinale è sconfitto dal kazako Nursultan SERALI ma nella finale del 3/5 posto ha la meglio sul francese Thomas MACREZ.

Samuele FASCINATO, sette incontri per centrare la medaglia di bronzo. Superati i primi tre turni eliminatori dove sconfigge il croato Marin FRANUSIC, il ceco Tomas BINHAK e l’ungherese Mark CSEH. Nel quarto turno è sconfitto dal tagiko Somon MAKHMADBEKOV, entrando così nei tabelloni di recupero dove sconfigge il francese Daniel JEAN e nela finale per il 3/5 posto l’olandese Twan VAN DER WERFF.

Salvatore D’ARCO, anche per lui cinque incontri. Percorso netto fino alle semifinali dove vi accede sconfiggendo nell’ordine l’olandese Joris HOEDEMAN, l’israeliano Ari VINKLER e lo svizzero Likas WITTWER. In semifinale perde il derby italiano con Giovani ESPOSITO, ma si riscatta vincendo la finale per il 3/5 posto con il francese Paul LIVOLSI.

Il medagliere è stato vinto dal Giappone con 4 ori e un bronzo, a seguire Russia con 2 ori, 2 argenti e 4 bronzi, Kazakhistan con 2 ori, 1 argento e 2 bronzi.


Commenta con Facebook

commenti