Learning and e-learning

Learning and e-learning

  “Perché no” torna anche questo mercoledì! Il tema oggi all’orgine del giorno è uno dei punti cruciali per guardare al futuro: la formazione dei tencici. Al centro della nostra discussione non vi sono tanto i contenuti , quanto le modalità con cui vongono proposte formazione e aggiornamento, nell’ottica di trovare modalità più moderne, strutturate [...]

Pubblicato da AC il 2 lug 2014 in Monza

 

“Perché no” torna anche questo mercoledì! Il tema oggi all’orgine del giorno è uno dei punti cruciali per guardare al futuro: la formazione dei tencici. Al centro della nostra discussione non vi sono tanto i contenuti , quanto le modalità con cui vongono proposte formazione e aggiornamento, nell’ottica di trovare modalità più moderne, strutturate ed efficaci.

 

Perché no? – Learning and e-learning

La Formazione dei Tecnici è uno degli obiettivi prioritari per la nuova presidenza e per il consiglio federale.

Più che ridefinire i contenuti di questi percorsi andrebbe probabilmente messo mano al “modus” dei corsi di formazione ed aggiornamento che oggi risultano dispendiosi sia in termini di tempo che in termini economici e non sempre risultano fruibili ed adeguati.

Mi chiedo? Ai tempi dell’e-learning è così necessario concentrare lezioni non sempre all’altezza in quindici giorni di reclusione al centro olimpico? Implementare una piattaforma per l’apprendimento telematico relativo ai differenti livelli di formazione dei tecnici, permetterebbe  di distribuire i carichi di apprendimento in modo più funzionale alle esigenze di professionisti che spesso di lavoro fanno tutt’altro; non solo: l’apprendimento “online” consentirebbe una verifica più veritiera dell’apprendimento attraverso degli esami effettuati step by step, il tutto con un notevole taglio ai costi di gestione dei corsi che prenderebbero dunque un taglio eminentemente pratico, avendo la garanzia di una teoria già appresa “a casa”.

Lo stesso sistema potrebbe essere in parte utilizzato per l’aggiornamento annuale dei tecnici che garantirebbe, almeno per quanto riguarda la teoria, una maggiore omogeneità a livello nazionale…ed un notevole risparmio di quel tempo spesso “perso” ai corsi d’aggiornamento annuale, seduti sul tatami ad ascoltare per ore tanta teoria mal sopportata.

Implementare un sistema più moderno, più utile e forse più economico basato sull’acquisizione di crediti come accade nelle università, aiuterebbe a migliorare la qualità dell’apprendimento innalzando il livello dei tecnici…perché no?

 

Clicca qui per “L’articolo sei: ji ta kyo ei”

Clicca qui per “Professionisti: campioni radicati”

Clicca qui per: “Capillarità: far centro in periferia”

 

 

 

images2

 


  1. giuseppe says:

    sicuramente si può e si deve migliorare. Personalmente ho un bellissimo ricordo delle due settimane passate a Ostia. Ho avuto modo di conoscere gente nuova e reincontrare vecchi amici. Inoltre, ho potuto respirare l’aria del nostro centro olimpico… e siamo fra le poche federazioni a poterselo vantare.

    Siceramente il corso ad Ostia nn mi disturba anzi… certo so di molti amici che x questioni lavorative o anche impegni con le palestre stesse non riescono ad assentarsi 2 settimane… forse sarebbe il caso di trovare una soluzione per queste persone…

    i corsi e.learning dico assolutamente no. Sono poco produttivi e non ti formano. Molte amministrazioni li usano ma non ti formano e servono solo per giustificare dei finti aggiornamenti.

    Sarebbe bello il discorso crediti formativi… sia per acquisire le qualifiche che per i corsi d’aggiornamento. C sono molte opzioni. Una potrebbe essere quella di dare la possibilità alle asd di organizzare dei corsi e a seconda dei tecnici delle ore e degli argomenti, dare crediti formativi ai frequentatori, validi x gli aggiornamenti e/o acquisire qualifiche superiori.

    Ne esistono già molti, vedi quelli con Katanishi, Gamba e tanti altri. Gli argomenti possono essere diversi ed ognuno a seconda delle proprie prerogative può scegliere cosa preferisce.

    resta il problema costi per i partecipanti e finaziamenti ai Comitati regionali… sicuramente risolvibile…

    chissa … forse un giorno…????
    mi piacerebbe leggere altre idee!!!!
    grazie

Trackbacks/Pingbacks

  1. Dalla squalifica per palpeggiamento al grande fratello - ...|italiajudo.com | do more be more - [...] Clicca qui per: “Learning and e-learning” [...]

Commenta con Facebook

commenti