Campionati Europei: Edwige Gwend ai piedi del podio

Campionati Europei: Edwige Gwend ai piedi del podio

Si conclude anche la seconda giornata dei Campionati Europei di Kazan che ha visto l’Italia sfiorare l’opportunità di conquistare la terza medaglia di bronzo della rassegna continentale. Infatti, Edwige Gwend si ferma ancora una volta ai piedi del podio dopo aver disputato 5 incontri.

Pubblicato da Ennebi il 22 apr 2016 in Ankara, TUR

Si conclude anche la seconda giornata dei Campionati Europei di Kazan che ha visto l’Italia sfiorare l’opportunità di conquistare la terza medaglia di bronzo della rassegna continentale. Infatti, Edwige Gwend si ferma ancora una volta ai piedi del podio dopo aver disputato 5 incontri. Gli altri italiani in gara non hanno superato il primo turno eliminatorio: ci riferiamo ad Enrico Parlati, Antonio Esposito ed Antonio Ciano.

Al primo turno eliminatorio Edwige supera di yuko la polacca Agata Ozdoba, che era stata sua avversaria nella finale per il bronzo di Montpellier, questa volta l’incontro si chiude con esito opposto. Al secondo turno eliminatorio, Gwend mette a segno prima uno yuko per poi immobilizzare l’avversaria, la svedese Mia Hermansson. Giunta ai quarti di finale, l’atleta azzurra supera per due sanzioni l’olandese Anicka Van Emden, numero 8 al mondo. La semifinale vede Gwend contrapposta alla titolata atleta slovena Tina Trstenjak, numero 1 al mondo. E’ un wazari a mandare l’azzurra alla finalizza per il bronzo, dove trova la russa Ekaterina Valkova, numero 16 al mondo. La padrona di casa s’impone per due yuko, costringendo Gwend ad accontentarsi della medaglia di legno.

L’Italia scivola cosí al 12esimo posto del medagliere per nazioni, dominato dalla super potenza francese, che oltre tre medaglie di ieri aggiunge una medaglia d’oro ed una d’argento, per un totale di tre medaglie d’oro, una medaglia d’argento e una di bronzo. Al secondo posto troviamo la Georgia che con oggi arriva ad un totale di cinque medaglie, una d’oro, due d’argento e una di bronzo. Sale sul podio provvisorio anche l’Azerbaijan con una medaglia d’oro ed una di argento.

La speranze dell’Italia di aggiungere un’altra medaglia alle due conquistate ieri da Elios Manzi e Fabio Basile restano in Domenico Di Guida, unico azzurro a combattere nella giornata di domani.


Commenta con Facebook

commenti