Kata: l’Italia sul tetto d’Europa

Kata: l’Italia sul tetto d’Europa

Il Campionato Europeo di Kata 2014 ha sorriso all’Italia per gli ottimi risultati degli atleti ma anche per l’organizzazione encomiabile che accanto alla FIJLKAM e al Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia, ha visto protagonisti tre club friulani: il Judo Kuroki Tarcento, la Polisportiva Villanova e lo Sport Team Udine che hanno dato vitalità ad una [...]

Pubblicato da Lorella il 27 mag 2014 in Milano

Il Campionato Europeo di Kata 2014 ha sorriso all’Italia per gli ottimi risultati degli atleti ma anche per l’organizzazione encomiabile che accanto alla FIJLKAM e al Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia, ha visto protagonisti tre club friulani: il Judo Kuroki Tarcento, la Polisportiva Villanova e lo Sport Team Udine che hanno dato vitalità ad una manifestazione di altissimo livello applaudita da tutti gli ospiti internazionali intervenuti.

Da dieci anni il Kata agonistico è entrato nel circuito ufficiale dell’EJU – ha detto il maestro Stefano Stefanel, presidente della Commissione Kata & Master – e da dieci anni l’Italia riesce ad essere leader con un ricambio continuo di coppie medagliate”.www.eju.net7

A Lignano Sabbiadoro l’Italia guidata da Monica Piredda e dal collaboratore tecnico Daniele Mainenti (uno dei primi azzurri del Kata e oggi docente federale) ha ottenuto quattro medaglie nella gara Open con i due ori delle coppie Fragnan-Moregola nel Katame No Kata e Volpi-Calderini nel Kodokan Goshin Jutsu, e otto medaglie nella gara per classi d’età tra cui gli ori delle coppie Proietti-Varzi (Katame No Kata), Volpi-Calderini e Calà-Polo (Kime no kata). Di particolare rilievo, il titolo conquistato proprio della coppia formata da Enzo Calà e Fabio Polo, che ha portato l’oro europeo alla società organizzatrice della kermesse continentale Judo Kuroki Tracento.

Una grande organizzazione e un grande spirito di squadra – ha detto ancora Stefanel – ma anche tante belle realtà nuove con i giovani da poco in azzurro tutti protagonisti di belle prove”. Medaglie giovani sono venute dall’Emilia Romagna con Collini e Rondinini, dal Piemonte con la coppia formata dal ventinovenne piemontese Gianluca Giolino in coppia con Elena Cazzola. Ottimi segnali sono poi venuti anche dalle juniores Laura Bugo e Carlotta Checchi, quarte nel Ju No Kata, benché in vero, tutta la squadra abbia mostrato un bel mix tra giovani e veterani.

La stagione del Kata ora prevede ancora il Grand Prix di Catania il 14 giugno, il Campionato italiano a Taranto il 6 luglio ed infine l’attesissimo Campionato del Mondo di Malaga il 21 e 22 settembre.

Clicca qui per i risultati completi


Commenta con Facebook

commenti