Italia U18 prima in Europ Cup a Follonica con 6 ori, 3 argenti e 5 bronzi

Italia U18 prima in Europ Cup a Follonica con 6 ori, 3 argenti e 5 bronzi

Una Italia superlativa conquista ben sei medaglie d’oro grazie a Giulia Giorgi (44), Assunta Scutto (48), Veronica Toniolo (52), Erica Simonetti (+70), Thomas Scatolino (50) e Daniele Accogli (90), a cui si aggiungono tre medaglie d’argento grazie alle prestazioni di Asia Avanzato (44), Carlotta Avanzato (48) ed Agnese Zucco (57), e cinque medaglie di bronzo con Sara Russo (48), Antonietta Palumbo (57), Antonio Polmo (50), Mattia De Zan (60), Luigi Centracchio (73).

Pubblicato da Ennebi il 13 feb 2019 in Amsterdam

Nel fine settimana appena conclusosi, 591 atleti provenienti da 28 Paesi si sono affrontati sul tatami di Follonica per l’European Judo Cup Cadetti, la classe under 18. L’Italia schierava ben 100 atleti maschi e 72 atlete donne, rappresentando il 30% degli atleti in gara. La rappresentativa azzurra ha concluso la due giorni di gare al primo posto del medagliere per nazioni con un totale di 14 medaglie conquistate. Le sei medaglie d’oro hanno fatto la differenza, costringendo la Russia – che ne ha conquistate 5 – ad accontentarsi della seconda piazza. Ciò nonostante, la Russia di Ezio Gamba ha primeggiato per numero di medaglie, ben 16 e resta il Paese che ha performato meglio, con il 53% dei propri atleti ad aver disputato una finale. I Paesi Bassi hanno occupato la terza piazza, con un totale di 12 medaglie. L’Ungheria si ferma invece ai piedi del podio, con quattro medaglie.

Nei 44 kg, Giulia Giorgi ha affrontato quattro avversarie. In primis s’è imposta sull’atleta svizzera Aline Rosset, sconfitta per waza-ari al golden score; al secondo turno la vice campionessa d’Europa in carica ha superato l’atleta polacca Natalia Stoklosa, anche questa volta grazie ad un waza-ari. La semifinale con la connazionale Giulia Ghiglione è stata senza dubbio uno degli incontri più difficili, terminato dopo 10 minuti effettivi grazie ad un ippon. Nella finalissima, Giulia ha affrontato una’altra atleta azzurra, Asia Avanzato, sulla quale s’è imposta di waza-ari.

Nei 48 kg, Assunta Scutto ha disputato cinque incontri. Al primo turno eliminatorio, in soli 52 secondi ha fatto fuori l’atleta russa Alina Guseinova; al turno successivo Assunta se l’è vista con la connazionale Giulia Carna, superata al golden score per waza-ari. Con un waza-ari ed un ippon l’atleta azzurra manda ai recuperi Diana Sterman, della Slovenia. Nella semifinale e finale, il pubblico presente a Follonica ha assistito a due match tutti italiani: Assunta dapprima fa ippon a Sara Russo e poi replica su Carlotta Avanzato, aggiudicandosi la medaglia d’oro.

Cinque incontri anche per Veronica Toniolo che ha dominato la categoria dei 52 kg. La vice campionessa d’Europa in carica ha messo in riga la statunitense Noran Elmahroukey, l’olandese Milva Baar e la bosniaca Mila Petrovic con tre ippon. In semifinale, un waza-ari ottenuto dopo un minuto di golden score le ha concesso l’accesso alla finalissima. Qui, l’avversaria Elin Henningher, olandese Campionessa d’Europa in carica, non s’è presentata, consentendo a Veronica Toniolo di aggiunge un’altra medaglia d’oro al suo ricco parlmares.

Con tre ippon ed un waza-ari Erica Simonetti ha dominato la categoria dei +70 kg. A farne le spese è stata dapprima l’ungherese Beatrix Menesi, poi la connazionale Valentina Miele, seguita dall’atleta russa Lyubov Orlova, per finire con l’olandese Carmen Dijkstra. Un ulteriore conferma per l’atleta azzurra che dimostra di essere in ottima forma.

Thomas Scatolino ha dominato la categoria 50 kg a suon di ippon. L’olandese Twan Witteveen è stata la prima “vittima” dell’atleta azzurro, che al secondo turno, ha fermato la corsa anche del connazionale Angelo Pessina. Ai quarti di finale, ne ha fatto le spese l’atleta transalpino Louis Pestelard. In semifinale, si è assistito ad un’altra sfida tutta italiana che ha visto Thomas contrapporsi a Valerio Accogli. L’ippon eseguito dopo due minuti d’incontro gli ha permesso di accedere alla finalissima. Qui, Thomas ha affrontato e superato in soli 24 secondi l’atleta russo Mikhail Mamaev.

Con quattro incontri vinti, Daniele Accogli ha conquistato il sesto oro per l’Italia nella categoria al limite dei 90 kg. Al primo turno, l’ippon è arrivato in 49 secondi ai danni dell’ungherese Csaba Guzsvan; al secondo turno Daniele ha messo KO l’olandese Axel Heeren, aggiudicandosi l’accesso alla semifinale. Qui, dopo 2 minuti e mezzo d’incontro, ha schienato Dzhavad Guseinov, della nazionale russa. L’ultimo ostacolo per la medaglia d’oro è rappresentato dall’ungherese Attila Ijjas con il quale Daniele non ha avuto problemi: dopo essere passato in vantaggio, l’atleta azzurro ha chiuso il match a tre secondi dallo scadere del tempo regolamentare.

Alle sei medaglie d’oro sopra citate, si aggiungono tre medaglie d’argento grazie alle prestazioni di Asia Avanzato (44), Carlotta Avanzato (48) ed Agnese Zucco (57), e cinque medaglie di bronzo con Sara Russo (48), Antonietta Palumbo (57), Antonio Polmo (50), Mattia De Zan (60) e Luigi Centracchio (73).

Sono ben 8 gli atleti italiani che si sono fermati ai piedi del podio: si tratta di Valerio Accogli (50), Giuseppe De Tullio (55), Cristian Miceli (55), Alesandro Panata (66), Bright Maddaloni (81), Jean Carletti (+90), Giulia Ghiglione (44), Asya Tavano (+70).

 

 

 


Commenta con Facebook

commenti