Intervista pre-mondiale a Giulia Quintavalle

  23/08/2011 Giulia Quintavalle, livornese, classe 1983, non ha bisogno di presentazioni: è la prima e unica donna italiana ad aver vinto l’oro olimpico. Lo ha fatto a Pechino nel 2008. Nel 2010 ha guidato la squadra femminile azzurra a vincere il Campionato Europeo, risultato senza precedenti. Recentemente ha conquistato l’oro nella Coppa del Mondo [...]

Pubblicato da Ennebi il 26 ago 2013 in

 

23/08/2011 Giulia Quintavalle, livornese, classe 1983, non ha bisogno di presentazioni: è la prima e unica donna italiana ad aver vinto l’oro olimpico. Lo ha fatto a Pechino nel 2008. Nel 2010 ha guidato la squadra femminile azzurra a vincere il Campionato Europeo, risultato senza precedenti. Recentemente ha conquistato l’oro nella Coppa del Mondo di Lisbona. Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana su iniziativa del Presidente della Repubblica. Il CONI le ha conferito il Collare d’Oro al Merito Sportivo. Leggiamo le sua parole.

 

Giulia, di recente hai conquistato la Coppa del Mondo di Lisbona, possiamo dire che sei particolarmente in forma? 

Si sono in forma, mi sento bene anche se a volte non riesco ad esprimermi al meglio!!!

 

Come continuerà la tua preparazione per i Campionati del Mondo di Parigi da adesso in avanti? Come sempre cercherò di fare molta tattica sulle mie avversarie… ormai ci conosciamo molto bene ed è sempre più difficile sorprenderle. Poi  mi dedicherò alla mia bestia nera: il “peso”!

 

Dopo aver conquistato l’oro di Pechino 2008, senti una particolare pressione su di te in prospettiva dei prossimi mondiali e, se si, come riesci a gestirla?

Ci sono momenti in cui sono tesa ed altri in cui sono tranquilla, tutto sta a me, a gestire il nervosismo pre gara e farmi scivolare tutto di dosso.

 

C’è qualche avversaria che temi più di altre? 

Ahimè, me stessa!

 

Come si svolge la tua giornata tipo, quanto tempo dedichi al judo e quanto ad altri interessi? 

Mi alleno due volte al giorno, il resto del mio tempo cerco di passarlo in compagnia di amici. Girare per Roma e d’estate mi rilasso al mare tra Toscana e Sicilia.

 

Quanto è importante per te allenarti con degli amici oltre che con dei semplici compagni di allenamento? 

È molto importante allenarsi con delle persone sincere, i miei veri amici hanno finito da poco la loro carriera judoistica e adesso mi fanno il tifo da casa!

 

Sei una persona scaramantica? Hai dei riti che ripeti ad ogni competizione? 

…si sono abbastanza scaramantica! Per questo non vi posso svelare i miei riti!

 

Hai realizzato il sogno di ogni atleta: conquistare l’oro olimpico. Ti resta ancora un sogno da realizzare nella vita?

Perdonatemi, ma vale anche per i sogni: non ve li posso svelare altrimenti non si realizzano!

 

Il nostro in bocca al lupo per Parigi, ti ringraziamo per questa intervista.

Crepi il lupo.

 


Commenta con Facebook

commenti