Intervista a Melora Rosetta

Intervista a Melora Rosetta

Melora Rosetta, classe 1994, milita nella cateogria al limite dei 78 kg ed e’ una delle atlete piu’ titolate per la stagione juniores in corso, avendo ottenuto un oro, un argento e due bronzi nel circuito mondiale U21 solo nel 2014. L’ultima medaglia e’ arrivata a Berlino a inizio Agosto, dove l’atleta piemontese si e’ [...]

Pubblicato da Ennebi il 15 set 2014 in Bruxelles

Melora Rosetta, classe 1994, milita nella cateogria al limite dei 78 kg ed e’ una delle atlete piu’ titolate per la stagione juniores in corso, avendo ottenuto un oro, un argento e due bronzi nel circuito mondiale U21 solo nel 2014. L’ultima medaglia e’ arrivata a Berlino a inizio Agosto, dove l’atleta piemontese si e’ piazzata al terzo posto. La tappa berlinese, alla quale hanno preso parte oltre 500 atleti provenienti da ben 38 nazioni in rappresentanza di tutti i continenti, ha chiuso la prima parte della stagione internazionale degli juniores che avrà in vero il suo culmine tra settembre e ottobre coi Campionati Europei di Bucarest (19-21 settembre) ed i Campionati Mondiali di Miami (22-26 ottobre).

Rosetta Melora si presentera’ ai prossimi Campionati d’Europa come testa di serie, essendo la numero 5 al mondo, seconda se dovessimo escludere le atlete non europee.

Melora e’ fa parte di quegli atleti di buona volonta’ e determinazione che riescono a ben bilanciare studio e sport. L’ha fatto dapprima come studentessa del liceo, ora come studentessa universitaria.

La timida e concisa Melora si e’ aperta ad Italiajudo e ha accettato di rispondere alle nostre domande.

Buona lettura!

 

Come e’ andata la gara a Berlino?

La gara è andata bene peccato per il primo incontro in cui ho affrontato la vice campionessa europea che era molto brava. Pero’ i recuperi sono andati bene e sono contenta per come sia finita.

Cosa fai per concentrarti?

Per concentrarmi più che altro cerco di alleggerire la tensione parlando con le mie compagne di squadra. A differenza di molti atleti, non sono una tipa molto silenziosa prima della gara e anche la musica non mi aiuta ad avere una migliore concentrazione, anzi.

Quest’anno non sei mai scesa dal podio delle Europ Cup Juniores e sei la numero al 5 al mondo nella classe Under 21. Che cosa ti aspetta nel prossimo futuro e quali obiettivi ti sei prefissata?

Di obiettivi ce ne sono tanti ma adesso do la priorità ai Campionati d’Europa, che rappresentano l’impegno più vicino. Spero proprio di fare una buona gara.

1531725_10200685856863529_520022244_nLo scorso luglio il presidente della repubblica ha risposto all’appello di Mario Petrosino, il judoka del team scampiano di Gianni Maddaloni, bocciato a causa delle numerose assenze per impegni sportivi. Qual e’stata la tua esperienza nella scuola secondaria? Studiare e fare sport quanto e’ difficile secondo te?

La mia esperienza nella scuola secondaria è stata buona: ho sempre cercato di far combaciare le due cose e non ho mai avuto problemi. Certo, non posso dire che e’ stata una passeggiata, ma ce l’ho fatta. Riuscire a far andar bene sia lo sport che la scuola è difficile, ma con un po di impegno si riesce. Tuttavia, noi atleti siamo costretti a fare numerose assenze e questa motiviazione non dovrebbe essere l’unica per bocciare uno studente.

Hai deciso di iscriverti alla universita’?

Si ho deciso di iscrivermi all’università perche’ penso sia importante aprirmi altre strade oltre al judo.

Ti piacerebbe far diventare il judo la tua professione?

Si ci terrei molto a fare del judo la mia professione.

Grazie e in bocca al lupo! 

Crepi, grazie a te!

 

Su www.ipponstore.com trovi JudoGi, Abbigliamento, Materiale Didattico, Integratori e Prodotti Informatici.


Commenta con Facebook

commenti