Intervista ad Andreea Chitu

Intervista ad Andreea Chitu

Italiajudo ha avvicinato la fuoriclasse romena nella categoria al limite dei 52kg, Andreaa Chitu, al momento numero due al mondo. Il suo palmares e’ paurosamente ricco di medaglie che contano, come le medaglie di bronzo e d’argento ai Campionati del Mondo e i tre podi ai Campionati d’Europa, dove e’ riuscita ad occupare tutti gradini [...]

Pubblicato da Alessandro Cau il 8 mag 2015 in Iglesias

Italiajudo ha avvicinato la fuoriclasse romena nella categoria al limite dei 52kg, Andreaa Chitu, al momento numero due al mondo. Il suo palmares e’ paurosamente ricco di medaglie che contano, come le medaglie di bronzo e d’argento ai Campionati del Mondo e i tre podi ai Campionati d’Europa, dove e’ riuscita ad occupare tutti gradini del podio. Lo scorso 7 maggio, Andreea ha compiuto 27 anni, conosciamola meglio attraverso le domande del nostro inviato, Alessandro Cau.

 

Ciao Andreea, grazie per aver accettato questa intervista. Benvenuta sulle pagine di italiajudo. Presentati pure ai nostri lettori.

Un saluto a tutti gli amanti del judo. Il mio nome è Andreea Chitu, sono una judoka romena nella categoria -52kg. Mi fa un immenso piacere salutarvi e augurarvi il meglio.

Come hai iniziato a praticare il judo?

Ho iniziato a praticare judo all’età di 9 anni, dopo una selezione a scuola. Ci fu presentato come uno sport unico, belle e spettacolare e fui immediatamente catturata, curiosa di conoscere sempre di più e di praticarlo. Da subito mi sono innamorata e l’ho trovato….

Quando hai capito che sarebbe diventato un lavoro?

Io non lo vedo come un lavoro, nonostante mi guadagni da vivere con lui, ma come un hobby, una passione e ho la fortuna di avere questo tipo di “lavoro”.

Il Judo richiede “passione e sacrificio”. Per raggiungere il tuo livello hai dovuto rinunciare a qualcosa anche nella tua vita privata?

Non ho rinunciato a niente. La mia vita privata e quella da atleta sono mescolate perfettamente. Ho vicino a me persone che mi amano, mi capisco e mi supportano per come sono. Non posso fare sempre tutte le cose che voglio, ma avrò tempo per farle perché la pratica del judo ad alti livelli non dura per sempre e poi avrò tempo per la mia vita privata.

er_b28q2877

Come si svolge una tua giornata tipo di allenamento? Quante ore gli dedichi?

Ogni mattina mi alzo alle 7, faccio colazione, una sessione di allenamento alla mattina, poi riposo o vado all’università e nella serata un’altra sessione di allenamento. Ogni sessione dura circa 2 ore, 2 ore e mezza.

In Italia gli atleti della nazionale appartengono a gruppi sportivi militari. Da voi in Romania è lo stesso?

Si, è lo stesso anche in Romania

Hai un/una judoka a cui ti ispiri? Cosa ti piace di lui/lei?

Sono ispirata ogni giorno dai miei colleghi, ma Alina Dumitru mi ha insegnato molto, perché ho avuto la fortuna di lavorare con lei. Mi piacciono Gevrise Emane perché è molto determinata, concentrata e fa un judo spettacolare. Mi piace anche Kayla Harrison, Georgii Zantaraia e molti altri atleti.

Sei giovanissima ma hai già un palmares importante. Qual è la medaglia più importante conquistata fino ad oggi, e quella invece che vorresti conquistare?

La medaglia d’argento ai campionati del mondo del 2014 è la medaglia più importante fino ad oggi, spero di diventare campionessa del mondo. Grazie per i complimenti.

Alla fine del 2015 si chiudono le gare di qualificazione a Rio 2016,e tu sei già sicura della qualificazione (n° 2 del ranking Mondiale nei -52 kg.). Ovviamente l’aspettativa per l’Olimpiade è quella di portare a casa una medaglia?

Il mio obiettivo è una medaglia.

Sali sui tatami più importanti del mondo. Quali sentimenti ti porti ogni volta?

Sono nervosa tutto il tempo, ma allo stesso tempo concentrata e quando salgo sul tatami, tutte le mie paure, emozione sono cancellare dalla determinazione e dal desiderio di vincere l’incontro.

Hai iniziato a gareggiare nella categoria -57 kg, ma nel 2011, in piena corsa di qualificazione olimpica, sei passata ai -52 kg. Come mai?

Nella categoria -57 kg era qualificata Corina Caprioriu, e io desideravo andare all’Olimpiade, così il mio coach mi disse di provare nei -52kg e vedere cosa succedeva. Ed è stato il meglio per me.

Se non avessi fatto la judoka, cosa avresti fatto?

Non penso di vedermi fare altro

Prima della gara hai qualche rito scaramantico?

No, non ne ho.

er_b28q2188

Nel tempo libero quali sono i tuoi hobbies?

Faccio tante cose come nuotare, leggere, guardare film, camminare nei parchi.

Ti è mai capitato di insegnare ai bambini? Come ti senti quando lo fai?

Si certo. Amo i bambini e mi rende felice quando vogliono che gli insegni qualcosa. Mi mette gioia stare insieme a loro e insegnargli il judo.

Quali consigli puoi dare ad una persona che si avvicina la judo?

Il Judo è uno sporto stupendo e ogni persona lo sa. Vorrei dire loro di non mollare mai e di fare sempre il meglio che possono, e di seguire la loro passione.

Il judo non è uno sport una disciplina, e a me piace definirla “scuola di vita”. Sei d’accordo con questa affermazione?

Una domanda sui regolamenti. Si sta facendo di tutto per tornare ad un judo “puro”. Cosa ne pensi?Si

Abbiamo adottato nel tempo regole differenti ed ora abbiamo bisogno di fare lo stesso. Penso che sia una buona cosa che il judo torni alle origini.

A proposito di regolamenti. Come vengono assegnati i dan della cintura nera agli atleti agonisti dalla Federazione Romena? Tu che dan sei?

Sosteniamo un esame per ogni dan. Io sono 3° dan

Analizzando le statistiche dei tuoi incontri, leggo che la tua vittoria più rapida è avvenuta in 14 secondi (EC 2012), lo stesso tempo impegnato da Ronda Rousey per vincere il suo ultimo incontro nella UFC. Segui gli incontri di Ronda?

Si la seguo e talvolta mi ispiro a lei. È una grande atleta e mi piace molto guardare i suoi incontri

Vista la sua vincente carriera nel judo, nonostante combatta nella UFC, la consideri ugualmente una buona testimonial per il judo? Vorresti un suo ritorno sul tatami?

Perché no? Sarebbe una buona cosa avere un’altra grande judoka sul tatami, che potrebbe fare bellissimi incontri e sarebbe bello guardarli.

In conclusione ti ringrazio per il tempo concessomi e ti lascio uno spazio per dire qualcosa ai nostri lettori.

E’ stato piacere parlarti un po’ di me, della mia vita e spero che il judo porti nella tua vita le stesse gioie e soddisfazioni che ha portato a me. Tutto il meglio amanti del judo.

Chitu CV

Fonte: judoinside.com

Su www.ipponstore.com trovi JudoGi, Abbigliamento, Materiale Didattico, Integratori e Prodotti Informatici.


Commenta con Facebook

commenti