In dieci sul podio a La Coruna

  26/05/2013- Azzurri a tutta birra nella seconda giornata dell’European Cup under 21 di La Coruna. Dopo i quattro bronzi di Milani, Poser, Roma e Piredda nella giornata d’apertura, sono arrivate altre cinque medaglie con l’oro di Martina Greci, l’argento di Melora Rosetta e i bronzi di Giuseppina Macrì, Ilaria Silveri, Giulia Zuliani e Davide Pozzi. La protagonista indiscussa del team azzurro in terra spagnola è [...]

Pubblicato da A.C il 10 set 2013 in La Coruna

 

26/05/2013- Azzurri a tutta birra nella seconda giornata dell’European Cup under 21 di La Coruna. Dopo i quattro bronzi di Milani, Poser, Roma e Piredda nella giornata d’apertura, sono arrivate altre cinque medaglie con l’oro di Martina Greci, l’argento di Melora Rosetta e i bronzi di Giuseppina MacrìIlaria SilveriGiulia Zuliani e Davide Pozzi.
La protagonista indiscussa del team azzurro in terra spagnola è stata proprio Martina Greci(63 kg), interprete di una gara impeccabile in cui l’atleta romana ha letteralmente investito le sue avversarie, restando incontrastata sul tatami. Superata di waza-ari la portoghese Gouveia, Martina ha eliminato la spagnola Ibanez Ahcechu e quindi la britannica Renshall, coronando la giornata con un ippon perfetto ad Ana Correia nell’incontro di finale.
Un oro mancato quello di Melora Rosetta (78 kg), incontrastata nei primi due incontri con la spagnola Yanez Martinez e con la compagna di Squadra Giulia Zuliani, è partita alla grande nell’incontro di finale con la padrona di casa Silvia Garcia Aguilar, ma è rimasta fatalmente bloccata al suolo incappando nel temibile sankaku dell’avversario che le ha lasciato il secondo gradino del podio. Nella stessa categoria, bronzo per Giulia Zuliani, partita bene con la tedesca Krause e quindi fermata al secondo turno dalla compagna di squadra, Giulia s’è riscattata nella finale per il bronzo fermando la portoghese Rompao con un rapido gaeshi.
Analogo percorso nei 70 kg per Giusy Macrì ed Ilaria Silveri: fermate al primo turno rispettivamente da Sara Gonzalez e Candela Fernandez, le due azzurre hanno potuto dire la loro nell’incontro per la medaglia di bronzo in cui non c’è stato molto da fare per le avversarie Fernandez Sanchez e Gonzalez Bernardo.
Ottima performance anche per il cadetto Davide Pozzi, bronzo nei 90 kg. Davide non s’è lasciato intimidire dai colleghi più tre anni più grandi di lui: dopo aver superato per ippon lo spagnolo Fernandez Recena, Davide è stato fermato dal potente portoghese Celio Dias, dopo un’incontro condotto in grande equilibrio; nella finale per il bronzo l’azzurrino ha incontrato ed immobilizzato al suolo il compagno di squadra Nicolas Mungai, rimasto ai piedi del podio dopo una buona mattinata.
A punti anche Daniele Sciabola, settimo classificato negli 81 kg, che non è riuscito ad esprimere al meglio il suo buon talento, in una categoria tutt’altro che scontata.
Purtroppo fuori per infortunio Luca Barilari e Diego Frustaci.

 

Il bilancio azzurro della due giorni galiziana è di dieci medaglie: un oro, un argento e ben otto bronzi.
Il DT Raffaele Toniolo ha commentato positivamente la seconda giornata di gara: “Oggi è andata meglio di ieri ed il merito è di chi sul tatami ha dato tutto se stesso; il nostro obiettivo è comunque quello di puntare al massimo, è ovvio dunque che anche oggi potevamo fare di più, soprattutto in alcuni casi in cui per errori banali s’è persa una medaglia preziosa. Come ho detto ieri è solo accumulando una maggiore esperienza che si può migliorare costantemente: a questo proposito mi auguro di vedere anche tanti juniores agli allenamenti aperti al centro olimpico…è un’occasione d’oro per confrontarsi con l’alto livello, per mettersi alla prova, per conoscere e farsi conoscere. Il prossimo sarà in preparazione dei Giochi del Mediterraneo: fino ad ora hanno già aderito diversi club e alcuni comitati regionali; il mio auspicio è che la risposta sia maggiore e che le regioni sappiano caldeggiare e supportare la partecipazione dei propri atleti a queste iniziative.”

 

Clicca qui per i risultati completi


Commenta con Facebook

commenti