Il tricolore maschile ai Carabinieri

  1/12/2012 - Un pomeriggio decisamente avvincente per il tricolore a squadre maschile. A conquistare il titolo 2012 è stata la delegazione del Centro Sportivo Carabinieri che si è riconfermata Campione d’Italia al termine di una scalata durata cinque incontri. Sul loro cammino Fabio Andreoli, Yuri Contegreco, Guido Carnebianca, Giovanni Carollo, Matteo Marconcini, Roberto Meloni e Alessio Mascetti, [...]

Pubblicato da A.C il 4 set 2013 in Pesaro

 

1/12/2012 - Un pomeriggio decisamente avvincente per il tricolore a squadre maschile. A conquistare il titolo 2012 è stata la delegazione del Centro Sportivo Carabinieri che si è riconfermata Campione d’Italia al termine di una scalata durata cinque incontri. Sul loro cammino Fabio Andreoli, Yuri Contegreco, Guido Carnebianca, Giovanni Carollo, Matteo Marconcini, Roberto Meloni e Alessio Mascetti, i “tori” del maestro Guido hanno incontrato il Kodokan Vittorio Veneto (5-0), lo Skorpion Club Pordenone(5-0), il Judo Club Camerano (4-1) ed il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre (4-1), in un concitato incontro di semifinale in cui ha brillato in particolare il fulmineo harai-goshi di Giovanni Carollo su un Francesco Bruyere che conduceva abilmente di waza-ari. La finale ha messo i Carabinieri di fronte alla squadra dell’Akiyama Settimo Torineseche si sono invece scontrati con la squadra del Pro Recco Judo (5-0), del Judo Frascati (4-1), del Dojo Equipe Bologna (1-4) e la potente formazione del Gruppo Sportivo Fiamme Oro (2-3), fermata nell’entusiasmante incontro di semifinale in cui hanno fatto scintille Augusto Meloni e Andrea Regis, entrambi protagonisti di un’ottima gara ed i fortissimi ungheresi  Laszlo Cscknyai e Gabor Ver in forze alla squadra di Settimo.

La finale tra i due top team si è protratta in equilibrio fino all’ultimo incontro: le due vittorie per i Carabinieri con Andreoli e Meloni contrapposte ai due incontri andati all’Akiyama con Tosolini e Cscknyai si sono consumate nel match decisivo tra Alessio Mascetti e Gabor Ver. La finalissima si è conclusa in assoluto equilibrio con un solo shido di scarto che ha assegnato il tricolore ai Carabinieri.

 

Le medaglie di bronzo sono andate alle squadre del Gruppo Sportivo Fiamme Oro e delGruppo Sportivo Forestale. La Polizia di Stato si è imposta con quattro vittorie a una sulla formazione del Judo Club Camerano, dopo una buona giornata macchiata solo dal match con l’Akiyama Settimo. Da applaudire il rientro di Elio Verde dopo la “fatica olimpica”, come sempre capace di conciliare la determinazione e l’umiltà che ne fanno tra gli altri un grande. Gran giornata anche per la Forestale fermata ai quarti proprio dalle Fiamme Oro: è stata la grande determinazione messa in campo nella finale per il bronzo ad assicurare il podio i Forestali che si sono imposti per tre vittorie a due sulla squadra delle Fiamme Azzurre.

 

Tra i ragazzi in gara oggi non possono non essere ricordati Roberto Meloni e Francesco Bruyere che con questa giornata chiudono definitivamente con l’agonismo e si preparano a rinnovarsi forti dell’esperienza maturata sui più prestigiosi tatami del mondo e di un abilità tecnica per entrambi invidiabile.

 

Una giornata in cui spicca anche la presenza della Rai, che ha trasmesso in diretta gli incontri eliminatori: peccato per le finali che abbiamo vissuto senza il prestigio dei riflettori, perdendo ancora una volta l’occasione preziosa di vendere bene il nostro bel prodotto.

Accanto a Giulio Guazzini, noto a chi ha “apprezzato” la telecronaca di Londra 2012, il DTN Felice Mariani si è ben prodigato in una spiegazione tecnica capace di comunicare l’essenziale e di “farla breve” coi cavilli normativi che spesso rappresentano un ostacolo alla comprensione degli incontri: dopo lo scivolone RAI a Londra, saremo capaci di sfruttare al meglio questo talento del maestro in un domani olimpico dietro ai teleschermi?

 

Nella giornata di domani assisteremo alle giovani promesse: in mattinata saranno in gara per le categorie femminili dodici delegazioni; saranno invece tredici le squadre maschili in gara nel pomeriggio.


Commenta con Facebook

commenti