Il consiglio nazionale definisce la strategia fino al 2020 prima di essere rinnovato

Il consiglio nazionale definisce la strategia fino al 2020 prima di essere rinnovato

Il consiglio nazionale della FIJLKAM definisce le linee strategiche per il prossimo quadriennio prima di essere rinnovato. La satira diventa realtà: infatti, il piano strategico definito dal Consiglio Nazionale in gran parte in campagna elettorale “ruba” le idee ai propri avversari politici.

Pubblicato da Ennebi il 25 nov 2016 in Milano

La realtà supera l’immaginazione: il consiglio nazionale della FIJLKAM a pochi giorni dalle elezioni del 3 dicembre che di fatto rinnoverà i propri membri, emana un comunicato con il quale definisce le linee strategiche per il prossimo quadriennio.

Il tentativo del Consiglio Nazionale della FIJLKAM di definire un programma elettorale utilizzando la struttura federale si scontra con la possibile non rielezione dei propri componenti.

Infatti, è certo al 100% che parte dei componenti del consiglio nazionale non verranno rieletti, in quanto non candidati. Sarebbe stato giusto che la strategia per il quadriennio 2017-2020 fosse stata definita dal nuovo consiglio nazionale che si insedierà all’indomani delle elezioni del prossimo 3 dicembre 2016.

Le anomalie non finiscono qui, del resto siamo nella FIJLKAM e la satira diventa realtà: infatti, il piano strategico definito dal Consiglio Nazionale in gran parte in campagna elettorale “ruba” le idee sia dai propri avversari politici sia dalle pagine di questo blog. Le linee strategiche definiscono infatti una più stretta collaborazione tra club e direzione tecnica nazionale, un più ampio spettro del “Progetto Tokyo 2020″, un focus sulla formazione elevando il livello dei corsi e puntando sulla specializzazione, una migliore organizzazione delle competizioni sportive, una più alta visibilità mediatica che partirà da un nuovo logo della FIJLKAM, e infine, si cita anche l’importanza di un rinnovamento delle carte federali, ossia Statuto e Regolamento Organico.

Ci si dimentica tuttavia che chi propone queste importanti riforme federali che il popolo della FIJLKAM sta aspettando da decenni sono proprio coloro che per decenni non hanno realizzato nulla.

Cosi la compagna elettorale continua a spese dei tesserati, visto che i candidati utilizzano la struttura federale pagata in parte dallo Stato, tramite il CONI, e in parte dai tesserati stessi, per promuovere se stessi a pochi giorni dalle elezioni.

Forse non era bastato l’evento in pompa magna organizzato con il presidente del CONI, Giovanni Malagò, e gli atleti di Rio de Janeiro, cosi come i video promozionali (pagati chissà quanto) diffusi in rete che spiegano quanto grande sia la FIJLKAM, dimenticandosi che la FIJLKAM è l’eredita di un imperatore che non è più tra noi.

 

Riunione del Consiglio Nazionale della FIJLKAM – 18 Novembre 2016


Commenta con Facebook

commenti